Il cyberbullismo si è associato con sonno difficile e la depressione negli anni dell'adolescenza

Gli anni dell'adolescenza che sperimentano il cyberbullismo sono più probabili soffrire da sonno difficile, che a sua volta solleva i livelli di depressione, hanno trovato un'università allo studio della Buffalo.

Sebbene la ricerca abbia esaminato la relazione fra online l'oppressione e la depressione, lo studio di UB è uno di pochi per esplorare la connessione fra la vittimizzazione cyber e la qualità di sonno.

Lo studio ha esaminato più di 800 adolescenti per qualità di sonno, aggressione cyber e la depressione.

La ricerca sarà presentata da Misol Kwon, primo autore e studente di laurea nel banco di UB di professione d'infermiera, al SONNO 2019, la trentatreesima riunione annuale delle società professionali associate di sonno a San Antonio, il Texas dall'8-12 giugno.

“La vittimizzazione cyber sui media del sociale e di Internet è un modulo unico della vittimizzazione del pari e una preoccupazione emergente di salute mentale fra gli anni dell'adolescenza che sono nativi digitali,„ ha detto Kwon. “Capire queste associazioni supporta la necessità di fornire la formazione dell'igiene di sonno e prevenzione dei rischi ed interventi ai capretti maltrattati che danno segni e sintomi della depressione.„

Quasi un terzo degli anni dell'adolescenza ha avvertito i sintomi della depressione, che, oltre ai cambiamenti nel reticolo di sonno, comprendono l'irritabilità, la rabbia ed il ritiro persistenti del sociale, secondo l'ufficio degli Stati Uniti di salubrità adolescente.

E quasi 15 per cento degli studenti della High School degli Stati Uniti riferiscono l'oppressione elettronicamente, dicono Kwon. Ai livelli severi, la depressione può piombo alla prestazione interrotta del banco, alle relazioni danneggiate o al suicidio.

I rischi di permettere che la depressione peggiori punto culminante la necessità per i ricercatori e clinici di capire e qualità di sonno dell'obiettivo ed altri fattori di rischio che hanno il potenziale di esacerbare il disordine.

La ricerca è stata supportata da una concessione $1,8 milioni dall'istituto nazionale su abuso di alcool e l'alcolismo negli istituti della sanità nazionali ha assegnato a Jennifer Livingston, PhD, ricercatore principale e professore associato nel banco di UB di professione d'infermiera.

Il banco supplementare di UB dei ricercatori di professione d'infermiera include Suzanne Dickerson, DNS, professore e presidenza del dipartimento di salubrità Biobehavioral e di scienze cliniche; e sosta di Eunhee, PhD, assistente universitario. Giovane Seo, candidato di laurea nella scuola post-laurea di UB di formazione, è egualmente un ricercatore.

Sorgente: http://www.buffalo.edu/news/releases/2019/05/012.html