La qualità di vita correlata con la salute di misurazione in rene pediatrico trapianta i destinatari

Dopo la ricezione del trapianto del rene, i bambini possono incontrare le difficoltà di qualità di vita che sottolineano l'importanza dei destinatari del trapianto della selezione per la funzione psicosociale, secondo bambini il 4 maggio 2019 presentato la ricerca, durante il decimo congresso dell'associazione pediatrica internazionale del trapianto.

Circa 2.000 bambini ed adolescenti più giovani di 18 sono sulla lista di attesa nazionale per un trapianto di organi, secondo il ministero dei servizi sanitari e sociali, con la maggior parte di infante e dei bambini banco-vecchi che aspettano un cuore, fegato o rene e la maggior parte dei bambini più vecchi di 11 che aspettano un rene o un fegato. Nel 2018, 1.895 trapianti ricevuti bambini degli Stati Uniti.

Il gruppo di ricerca ai bambini nazionali ha voluto sentire direttamente dai capretti circa la loro qualità di vita dopo che trapianto del rene per adeguare agli interventi tempestivi i bambini. Generalmente, i destinatari dei trapianti del rene hanno riferito la qualità di vita alterata rispetto ai pari in buona salute, con le più alte difficoltà di salute mentale, i reticoli di sonno interrotti ed il dolore prolungato.

Il gruppo dei bambini ha misurato la qualità di vita correlata con la salute generale facendo uso di un modulo generico di memoria di PedsQL di 23 punti ed ha misurato la qualità di vita in relazione con il trapianto facendo uso del modulo del trapianto di PedsQL-. I moduli, che possono essere usati per i pazienti giovani quanto 2, richiedere circa cinque - 10 minuti da completare e sono stati forniti al bambino, al genitore o al datore di pronto intervento - come appropriato - durante la visita di seguito dopo il trapianto.

Trentatre elementi bivalenti del paziente-genitore hanno completato le misure, con 25 rapporti supplementari ottenuti dal paziente o dal genitore. L'età media dei pazienti era 14,2; 41,4% erano femminili.

“In generale, i bambini che ricevono i trapianti del rene hanno avuti preoccupazioni minime circa qualità di vita dopo la loro operazione. Mentre sta confortando che la maggior parte dei pazienti pediatrici non hanno avuti problemi significativi, l'intervallo dei punteggi di qualità di vita indica che alcuni pazienti hanno incontrati difficoltà notevoli,„ dice Kaushalendra Amatya, Ph.D., uno psicologo pediatrico in nefrologia e la cardiologia ai bambini nazionali ed all'autore principale dello studio.

Quando il gruppo di studio ha esaminato i rapporti fatti dai genitori, hanno trovato che le loro descrizioni a volte hanno differito nei modi notevoli dalle risposte dei bambini.

“Parents i valori più bassi di rapporto sul funzionamento emozionale, sul funzionamento del sociale e sulla qualità di vita totale di memoria, indicanti che i genitori percepiscono i loro bambini come incontrando più difficoltà attraverso questi domini specifici che i propri rapporti dell'auto dei pazienti fanno,„ Amatya aggiunge.

Sorgente: https://childrensnational.org/