I bambini esposti agli opioidi prenatale reagiscono più forte a dolore

I bambini hanno esposto agli opioidi mentre le loro madri erano incinte con loro possono avere bisogno della cura speciale anche prima che cominciassero avvertire i sintomi di ritiro, secondo la ricerca di Penn State.

I ricercatori dall'istituto universitario di Penn State di medicina hanno trovato che non appena 24 e 48 ore dopo la nascita, i bambini che sono stati esposti agli opioidi prenatale hanno reagito più forte per fare soffrire ed hanno segnato più su su una prova di conduttanza dell'interfaccia, che misura le differenze elettriche in interfaccia in risposta a dolore o allo sforzo.

Il Dott. Christiana Oji-Mmuo, assistente universitario della pediatria, ha detto che lo studio suggerisce che i bambini che sono stati esposti agli opioidi nell'utero potessero avere bisogno della cura speciale più presto precedentemente pensassero.

Questi bambini stanno rispondendo per fare soffrire diversamente che i bambini che non sono stati esposti, così forse noi dovrebbero prestare più presto attenzione alla gestione di dolore. Se dobbiamo fare una procedura dolorosa come una lancia del tallone, possiamo dovere fornire il supplemento che conforta le misure, sia durante la procedura che dopo se continuano ad essere sollecitati.„

Dott. Christiana Oji-Mmuo, assistente universitario di pediatria

Oji-Mmuo ha detto che come l'uso dell'opioide continua ad essere un problema negli Stati Uniti, così fa il rischio di bambini che sono sopportati con la sindrome neonatale di astinenza (NAS). Ha detto che i 55 - 94 per cento stimato dei bambini nati dalle madri che hanno usato opioidi durante la gravidanza svilupperanno il NAS.

Secondo i ricercatori, gli opioidi bloccano la versione di noradrenalina, un prodotto chimico rilasciato nell'organismo durante i periodi dello sforzo. Quando il bambino nasce e più non è esposto agli opioidi, il bambino avverte una punta in noradrenalina ed altri prodotti chimici ed ormoni nell'organismo. Ciò può provocare tali sintomi come l'irritabilità, il cibo male, il sudore, la febbre e gli attacchi, tra l'altro.

Oji-Mmuo ha detto che mentre ci sono linee guida per la schermatura dei bambini a rischio di sviluppare il NAS, c'è un'esigenza di migliori, strumenti obiettivi contribuire a predire il NAS e la sua severità presto in neonati.

A la cosa migliore catturi la cura di questi bambini, è importante che riconosciamo i bambini che stanno passando molto presto con ritiro. Abbiamo voluto vedere se due prove differenti -- peli le misure di conduttanza e le reazioni facciali per fare soffrire -- correlerebbe e predirebbe il ritiro in neonati, perché realmente abbiamo bisogno dei modi accurati valutare questi bambini.„

Dott. Christiana Oji-Mmuo

I ricercatori hanno iscritto 37 neonati -- 22 con esposizione prenatale dell'opioide e 15 comandi sani -- per lo studio. Per misurare la reazione dei bambini per fare soffrire, i neonati video-sono stati registrati mentre subivano un bastone del tallone, una procedura standard che la maggior parte dei neonati subiscono per dare a sangue per le prove di selezione.

Per misurare la conduttanza dell'interfaccia, un'unità non invadente con tre elettrodi si è applicata ad un piede. L'unità ha misurato la conduttanza elettrica nell'interfaccia, che può cambiare quando le spinte della noradrenalina sudano la produzione.

Dopo che i dati sono stati analizzati, i ricercatori hanno trovato che i bambini esposti prenatale agli opioidi hanno avuti più alta conduttanza dell'interfaccia ed hanno reagito più forte a dolore durante e dopo le procedure del tallone-bastone. Ulteriormente, Oji-Mmuo ha detto i bambini che erano stati esposti agli opioidi continuati per essere sollecitato dopo che la procedura era eccessiva e sono stati fasciati e pieghettato stati dentro.

Oji-Mmuo ha detto i risultati -- recentemente pubblicato nel giornale di medicina Materno-Fetale & neonatale -- suggerisca che i bambini che nascono esposti agli opioidi trattino il dolore peggio che i bambini che non sono stati esposti.

Anche dopo che la procedura dolorosa era più, hanno continuato ad avere più alta conduttanza dell'interfaccia. Anche quando la procedura è stata fatta ed erano stati fasciati, hanno continuato ad avere queste più alte misure confrontate ai bambini che non erano stati esposti agli opioidi.„

Dott. Christiana Oji-Mmuo

Sorgente:

Penn State

Riferimento del giornale:

Oji-Mmuo, le 2019) esposizioni prenatali dell'opioide del C. et al. (intensifica il risveglio e le espressioni facciali comprensivi di dolore/di emergenza nei neonati di termine alla nascita del paletto di ore del   24-48. Giornale di medicina Materno-Fetale & neonatale. doi.org/10.1080/14767058.2019.1588876