La nuova droga ha potuto aprire i viali per il trattamento dell'epilessia neonatale

Una nuova droga che inibisce gli attacchi neonatali nei modelli del roditore potrebbe aprire i nuovi viali per il trattamento dell'epilessia in neonati umani. I ricercatori hanno identificato quel gluconato--un piccolo composto organico ha trovato in frutta e miele--funge da anticonvulsivo, inibente gli attacchi mirando all'attività dei canali che gestiscono il flusso degli ioni del cloruro dentro e fuori dei neuroni neonatali. Un documento che descrive la ricerca, da un gruppo internazionale degli scienziati piombo dai ricercatori di Penn State, compare 15 maggio 2019 nel cervello molecolare del giornale.

I neonati sono la popolazione più vulnerabile agli attacchi ma non c'è ancora efficace farmaco per il trattamento dell'epilessia neonatale. L'incidenza dell'epilessia è più alta durante il primo anno di vita, con due - quattro bambini infantili che soffrono dall'epilessia neonatale per ogni 1.000 nati vivi negli Stati Uniti. Purtroppo, finora non c'è efficace droga disponibile che specificamente è sviluppata per i pazienti neonatali dell'epilessia.„

Suoni il gong Chen, professore di biologia ed il Verne M. Willaman Chair nelle scienze biologiche a Penn State ed alla guida del gruppo di ricerca

Durante le decadi passate, molte droghe sono state sviluppate per trattare l'epilessia in adulti. Tuttavia, i pazienti neonatali dell'epilessia sono spesso resistenti a o non rispondono alle droghe correnti dell'anti-epilessia e l'uso a lungo termine di alcuni di questi trattamenti può avere effetti secondari sullo sviluppo del cervello. Nello studio corrente, Chen ed i suoi colleghi hanno dimostrato che il gluconato può inibire la crisi in neuroni neonatali. Più d'importanza, il gluconato sopprime la crisi in animali neonatali più efficacemente di in adulti.

Ciò è vero emozionante perché definitivo abbiamo identificato una droga di anticonvulsivo potenziale che mostra la preferenza per inibire la crisi neonatale.„

Gong Chen

Il gluconato è già ampiamente usato nell'alimento e nelle industrie farmaceutiche come additivo inattivo della droga o dell'alimento. Per esempio, può legare con gli ioni del metallo per formare i sali stabili del gluconato, quali gluconato di calcio, potassio-gluconato e zinco-gluconato, che sono usati per la comprensione dei supplementi dello metallo-ione.

Il gluconato è un piccolo composto organico che è prodotto con l'ossidazione di glucosio in molti piante, frutta e miele. Ha effetti secondari minimi una volta confrontato ad altri ioni organici. A causa di questo, la nostra scoperta della sua funzione di anti-attacco in neonati ha potuto avere un percorso accelerato verso lo sviluppo terapeutico per uso nel trattamento dell'epilessia neonatale.„

Zheng Wu, un professore di aiuto di ricerca a Penn State ed il primo autore del documento

Il gruppo di ricerca ha trovato che il gluconato inibisce gli attacchi neonatali mirando a che cosa sono conosciuti come canali del cloruro CLC-3. Questi canali mediano una grande corrente dello ione in cervelli neonatali ma sono meno attivo in cervelli adulti. Il gluconato sembra essere troppo grande per passare con le piccole aperture dei canali CLC-3 e quindi funge da stampo del canale.

Siamo stati sorpresi che il gluconato ha mirato ai canali del cloruro CLC-3 perché sono stati associati con la regolamentazione la trasmissione, la proliferazione del glioma e della morte di un neurone delle cellule del neurone, ma finora, non c'era menzione di attacco neonatale affatto. Qui abbiamo trovato non solo che i canali del cloruro CLC-3 altamente sono espressi nel cervello neonatale ma anche che sono strettamente connessi agli attacchi neonatali. D'importanza, il gluconato non solo blocca i canali del cloruro CLC-3 ma egualmente inibisce significativamente la crisi neonatale. La sua attività neonatale le rende un grande obiettivo specifico per le droghe neonatali dell'anti-epilessia.„

Zheng Wu

Oltre a gluconato, il gruppo di ricerca egualmente ha indicato che un organismo di chetone ha chiamato β-HB, che è generato nel fegato nell'ambito (a basso contenuto di carboidrati, ad alta percentuale di grassi) di una dieta ketogenic, può anche fungere da inibitore dei canali del cloruro CLC-3 e sopprimere la crisi neonatale. Infatti, le diete ketogenic sono state usate per gestire alcune epilessie di infanzia, ma spesso con gli effetti secondari indesiderati in un piccolo numero di bambini.

I simili effetti di gluconato e di un organismo di chetone in sia canali d'inibizione del cloruro CLC-3 che attacchi neonatali possono suggerire un migliore trattamento che una dieta ketogenic nella soppressione degli attacchi neonatali. I nostri studi non solo identificano un nuovo obiettivo della droga, i canali del cloruro CLC-3, dato che l'epilessia neonatale ma anche scoperto due droghe di anticonvulsivo potenziali, gluconato e l'β-HB dell'organismo di chetone, che possono sopprimere gli attacchi neonatali. Il nostro lavoro egualmente apre un nuovo viale affinchè altri scienziati progetti gli stampi ancor più specifici e potenti affinchè i canali del cloruro CLC-3 tratti l'epilessia neonatale.„

Gong Chen

Sorgente:

Penn State

Riferimento del giornale:

Chen, 2019) gluconati del G. et al. (sopprime la crisi in cervelli di sviluppo inibendo i canali del cloruro CLC-3. Cervello molecolare. doi.org/10.1186/s13041-019-0465-0