Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Determinate droghe di cancro inducono la plasticità della cellula staminale nel cancro colorettale

Gli scienziati dal centro tedesco di ricerca sul cancro (Deutsches Krebsforschungszentrum, DKFZ) e dal centro medico di Mannheim ora hanno scoperto che un determinato gruppo di droghe di cancro (inibitori di MEK) attiva la via dipromozione di segnalazione di Wnt in cellule tumorali colorettali. Ciò può piombo alla capitalizzazione delle celle del tumore con le caratteristiche della cellula staminale che sono resistenti a molte terapie e può piombo alle ricadute. I ricercatori forniscono così una spiegazione possibile per perché queste droghe non sono efficaci nel cancro colorettale.

Le celle reagiscono alle influenze esterne via le reazioni biochimiche della via di segnalazione di Wnt. I segnali di Wnt coordinano lo sviluppo dell'embrione in anticipo, ma egualmente svolgono un ruolo in molti trattamenti patologici e nel cancro. Mentre i ricercatori inizialmente hanno supposto che una via eccessivamente attivata di segnalazione di Wnt soprattutto è stata associata con lo sviluppo di cancro, i risultati più recenti hanno indicato che l'attività di Wnt egualmente pregiudica le cellule staminali del cancro: “I segnali di Wnt pregiudicano il bilanciamento fra le celle con le caratteristiche della cellula staminale e le celle differenziate sia nell'intestino sano che nel tumore del colon,„ spiega Michael Boutros dal centro tedesco di ricerca sul cancro (DKFZ) e la facoltà di medicina di Mannheim dell'università di Heidelberg.

In cellule staminali colorettali del cancro, la via di segnalazione di Wnt è particolarmente attiva e responsabile del mantenimento delle caratteristiche della cellula staminale. Secondo l'attività di Wnt, le cellule tumorali possono passare avanti e indietro fra lo stato della cellula staminale e uno stato differenziato. Ciò svolge un ruolo decisivo nel successo del trattamento: Le cellule staminali del Cancro sono considerate responsabili delle ricadute dopo la riuscita terapia. Mentre le cellule tumorali “normali„ sono spente solitamente dalle droghe, le cellule staminali sopravvivono e rappresentano ad un bacino idrico per le ricadute successive del cancro.

dovuto l'alta pertinenza di attività di Wnt per il corso della malattia, i gruppi di Michael Boutros e Matthias Ebert dal centro universitario medico di Mannheim ora stavano studiando se determinate droghe usate per il trattamento mirato a di tumore del colon pregiudicano i segnali di Wnt.

Molti tumori sono stimolati dalle mutazioni nella via dipromozione di segnalazione di Ras. Questi segnali iperattivi di Ras possono essere attenuati dalle droghe chiamate inibitori di MEK. Tuttavia, queste droghe non hanno effetto nel cancro colorettale e gli studi dei ricercatori di Mannheim e di Heidelberg ora forniscono una spiegazione possibile per questa: Gli scienziati hanno indicato che gli inibitori di MEK stimolano l'attività di Wnt in entrambi i mouse e organoids coltivati dalle celle del tumore dei malati di cancro colorettali.

Allo stesso tempo, l'attività di gene delle cellule tumorali è cambiato ad un reticolo cella-tipico del gambo. Gli inibitori di MEK diminuiscono la tariffa di divisione dei tumori intestinali, ma allo stesso tempo le cellule staminali del cancro si accumulano nei organoids del cancro intestinale.

Ciò corrisponde esattamente alla maschera “delle cellule staminali addormentate del cancro„ che sono state descritte in molti tipi di cancri per parecchi anni. Queste celle sopravvivono alla terapia e sono successivamente responsabili della ricaduta.„

Tianzuo Zhan, scienziato del clinico sia al DKFZ che al centro medico di Mannheim

Boutros ed i suoi colleghi ora stanno sperando di scoprire se l'influenza degli inibitori di MEK su attività di Wnt possa essere bloccata con le droghe specifiche.

Sorgente:

Centro tedesco di ricerca sul cancro (Deutsches Krebsforschungszentrum, DKFZ)

Riferimento del giornale:

Zhan, inibitori di MEK di Al di T.et 2019) (attiva Wnt che segnala ed induce la plasticità della cellula staminale nel cancro colorettale. Comunicazioni della natura. doi.org/10.1038/s41467-019-09898-0