I ricercatori disfanno l'origine meccanicistica di controllo di cella-dimensione

Lavorando con i batteri, un gruppo pluridisciplinare all'università di California San Diego ha fornito la nuova comprensione in una domanda di lunga durata nella scienza: Che cosa sono i meccanismi di fondo che gestiscono la dimensione delle celle?

Quasi cinque anni fa un gruppo piombo da Suckjoon giugno, un biofisico a Uc San Diego, scoperto che la dimensione delle cellule è gestita tramite un trattamento fondamentale conosciuto come “l'addizionatrice,„ una funzione quella guida le celle per svilupparsi da una dimensione aggiunta fissa dalla nascita a divisione. Eppure i misteri sono rimanere circa i meccanismi dietro il trattamento, piombo ad una corsa scientifica per scoprire.

Pubblicando la loro opera nell'emissione del 16 maggio di biologia corrente, giugno, si di Fangwei degli autori principali e Guillaume Le Treut ed i loro colleghi descrivono i funzionamenti interni dell'addizionatrice. Hanno trovato che il trattamento, anche conosciuto come “l'omeostasi di dimensione,„ bolle giù a due componenti richieste: sintesi equilibrata degli ingredienti biologici specifici per divisione cellulare, compreso determinate proteine; e una soglia critica che inizia il trattamento dell'addizionatrice quando un numero sufficiente di tali proteine si accumula. Il trattamento dell'addizionatrice poi segue da questi due requisiti, gli scienziati dicono.

È un meccanismo molto robusto perché ogni cella è garantita per raggiungere la sua dimensione della cellula bersaglio se è grande o piccolo nato. La riga inferiore è che abbiamo trovato che l'addizionatrice esclusivamente è determinata da alcune proteine chiave in questione nella divisione cellulare.„

Suckjoon giugno, professore associato nella divisione della sezione della scienza biologica di biologia molecolare e nella divisione dell'instituto delle scienze fisiche di fisica

Sebbene i ricercatori scoprano i meccanismi in batteri Escherichia coli (Escherichia coli) ed in bacillus subtilis (B. subtilis), credono che il trattamento sia generale attraverso molte forme di vita.

Giugno dice il gruppo di ricerca, composto dei biologi, fisici ed ingegneri, ha incrinato la cassa dell'addizionatrice dopo gli anni di tentare una schiera dei metodi investigativi e degli approcci sperimentali.

L'omeostasi di dimensione delle cellule è una domanda biologica fondamentale e a nostra conoscenza questa è la prima volta definitivo capiamo la sua origine meccanicistica. Non avremmo potuti risolvere questo con fisica pura o biologia pura. Era un approccio molto pluridisciplinare.„

Suckjoon giugno

Il gruppo di ricerca ora sta studiando se la struttura quantitativa e meccanicistica che è alla base dell'addizionatrice si applica ad altri modelli quali lievito e le cellule tumorali.

Sorgente:

Università di California - San Diego

Riferimento del giornale:

Origini meccanicistiche di Al di F.et, di si 2019) (di controllo di Cella-Dimensione e omeostasi in batteri. Biologia corrente. doi.org/10.1016/j.cub.2019.04.062