La droga di Cancro ha potuto essere usata per trattare gli aneurismi del cervello, mostra la ricerca

Una classe importante di droga usata per curare i malati di cancro ha potuto essere usata per trattare gli aneurismi del cervello, secondo la nuova ricerca pubblicata questa settimana.

Gli aneurismi del cervello sono un rigonfiamento in un vaso sanguigno causato da una debolezza nella parete del vaso sanguigno. Mentre il sangue attraversa il vaso sanguigno indebolito, la pressione sanguigna induce una piccola zona a gonfiarsi esternamente.

Possono svilupparsi dovunque nell'organismo ma sono i più comuni nell'aorta addominale (l'arteria che porta il sangue a partire dal cuore) e nel cervello.

È difficile da stimare esattamente quanta gente è influenzata dagli aneurismi del cervello poichè non causano solitamente sintomi finché non si rompano, ma gli esperti credono che potrebbe provenire dovunque da 1 in 100 all'altrettanto come 1 in 20 persone.

Il trattamento è difficile, comprendendo l'ambulatorio complesso che corrente è tentato soltanto nei casi selezionati. In un esempio notevole, la cacciagione dell'attrice Emilia Clarke dei troni ha sofferto da due aneurismi mentre filmava la serie, subente la chirurgia di conseguenza.

Lavorando in collaborazione con i colleghi alla scuola di medicina dell'università di Washington a Seattle, U.S.A., scienziati all'università di Sussex può ora trovare un trattamento possibile più sicuro e più efficiente che comprende “gli inibitori del recettore tirosina chinasi„; classe A di droga corrente usata per trattare cancro.

Facendo uso “del DNA specializzato della generazione seguente„ che ordina le tecnologie, i gruppi a Washington piombo da Manuel Ferreira, professore associato di ambulatorio neurologico, hanno identificato una nuova base genetica di un modulo dell'aneurisma del cervello (mutazioni PDGFRB). Ciò era inattesa, come le mutazioni in questo gene precedentemente sono state identificate nei disordini inerenti allo sviluppo umani completamente differenti.

Tracci O'Driscoll, professore della genetica molecolare umana al danno del genoma e del centro della stabilità all'università di Sussex, quindi ha trovato che le mutazioni malattia-associate multiple in PDGFRB hanno causato un'anomalia specifica in sua proteina codificata. Questa anomalia induce la sua attività a rimanere bloccata in un modulo iperattivo, citato come “varianti di guadagno-de-funzione„ - in effetti, inducendo la proteina sempre ad essere “girare-su„.

Pubblicando i loro risultati in questa edizione dei mesi del giornale americano della genetica umana, il gruppo di Sussex egualmente ha dimostrato che questo modulo anormale della proteina può, essere ricambiato in alcuni casi da una droga che corrente è utilizzata nei trattamenti del cancro.

Ciò è una scoperta estremamente emozionante che mostra come le osservazioni laboratorio-derivate di base ad un livello genetico possono entrare in una regolazione clinica e cominciare fare i grandi cambiamenti alla sanità pubblica ed ai trattamenti. La nostra ricerca ha messo a fuoco soprattutto sulla comprensione dei meccanismi genetici e cellulari che sono alla base di un tipo particolare di aneurisma. Trovando una nuova base genetica in alcuni pazienti, potevamo egualmente dimostrare che una droga di cancro conosciuta potrebbe ricambiare questa base genetica nella maggior parte delle istanze. La comprensione della genetica dietro le malattie come questa è cruciale nell'identificazione i trattamenti e dei punti seguenti possibili - e quello è esattamente che cosa la nostra parte in questa nuova ricerca ha indicato. Gli autori principali ed i nostri collaboratori su questo cartaceo negli Stati Uniti, ora stanno lavorando alle fasi seguenti per provare questa droga più ulteriormente.

Il professor O'Driscoll

La droga che repurposing non è inascoltata di e ci sono già alcuni esempi di successo compreso l'uso di talidomide come trattamento per la lebbra come pure di un cancro di sangue chiamato mieloma multiplo.

Il Dott. Manuel Ferreira, autore principale del rapporto dalla scuola di medicina dell'università di Washington, ha detto: “Ora siamo molto vicini a curare questi pazienti di aneurisma con le varianti di PDGFRB con gli inibitori specifici del recettore tirosina chinasi„.

Sorgente:

Università di Sussex

Riferimento del giornale:

Ferreira, 2019) PDGFRB varianti d'attivazione somatiche di m. (negli aneurismi cerebrali fusiformi. Giornale americano della genetica umana. doi.org/10.1016/j.ajhg.2019.03.014