Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Consumo dietetico dell'uovo o del colesterolo non collegato con il rischio elevato di colpo

Un nuovo studio dall'università di Finlandia orientale indica che un'assunzione moderatamente alta di colesterolo o di consumo dietetico di fino a un uovo al giorno non è associata con un rischio elevato di colpo. Ancora, nessun'associazione è stata trovata in portafili del fenotipo APOE4, che pregiudica il metabolismo del colesterolo ed è notevolmente comune fra la popolazione finlandese. I risultati sono stati pubblicati nel giornale americano di nutrizione clinica.

I risultati dagli studi più iniziali che indirizzano l'associazione dell'assunzione dietetica dell'uovo o del colesterolo con il rischio di colpo sono stati contraddittori. Alcuni studi hanno trovato un'associazione fra l'alta assunzione dietetica del colesterolo e un rischio aumentato di colpo, mentre altri hanno associato il consumo di uova, che sono alte in colesterolo, con un rischio diminuito di colpo.

Per la maggior parte della gente, il colesterolo dietetico svolge un ruolo molto piccolo nel pregiudicare i loro livelli di colesterolo nel siero. Tuttavia, in portafili del fenotipo 4 del apolipoprotein E - che urta significativamente il metabolismo del colesterolo - l'effetto di colesterolo dietetico sui livelli di colesterolo nel siero è maggior. In Finlandia, la prevalenza di APOE4, che è una variante ereditaria, è eccezionalmente alta, con circa un terzo della popolazione che presenta come portafili. Tuttavia, dati della ricerca sull'associazione fra un'alta assunzione di colesterolo dietetico ed il rischio di colpo in questo gruppo della popolazione non è stato disponibile finora.

Le abitudini dietetiche di 1.950 uomini invecchiati fra 42 e 60 anni senza la diagnosi del riferimento di una malattia cardiovascolare sono state valutate all'inizio lo studio ischemico di fattore di rischio della malattia di cuore di Kuopio, KIHD, nel 1984-1989 all'università di Finlandia orientale. I dati di fenotipo di APOE erano disponibili per 1.015 degli uomini che partecipano allo studio. Di quelli, 32% erano portafili conosciuti di APOE4.

Durante il seguito di 21 anno, 217 uomini sono stati diagnosticati con il colpo. Lo studio ha trovato che nè il colesterolo dietetico nè il consumo dell'uovo è stato associato con il rischio di colpo - nemmeno in portafili di APOE4.

I risultati suggeriscono che quell'assunzione moderata del colesterolo o consumo quotidiano dell'uovo non sia associato con il rischio di colpo, neppure in persone che geneticamente sono predisposte ad un maggior effetto di colesterolo dietetico sui livelli di colesterolo nel siero. Nell'più alto gruppo di controllo, i partecipanti di studio hanno avuti un'assunzione dietetica quotidiana del colesterolo di media di 520 mg ed hanno consumato una media di un uovo al giorno, in modo da significa che i risultati non possono essere generalizzati oltre questi livelli. Un uovo contiene circa 200 mg di colesterolo.

In questo studio, circa un quarto del colesterolo dietetico totale consumato è venuto dalle uova. Ancora, il generalisability di questo studio egualmente è indebolito dal fatto che la popolazione di studio non ha avuta una malattia cardiovascolare preesistente al riferimento e la dimensione della popolazione di studio era relativamente piccola. Di conseguenza, i risultati dello studio dovrebbero essere verificati in un più grande gruppo come pure nella gente con una malattia cardiovascolare preesistente, che corrente si consiglia di limitare la loro assunzione di colesterolo e delle uova.

Sorgente:

Università di Finlandia orientale

Riferimento del giornale:

Abdollahi, DI MATTINA et al. (2019) consumo dell'uovo, assunzione del colesterolo e rischi di colpo di incidente in uomini: Lo studio ischemico di fattore di rischio della malattia di cuore di Kuopio. Giornale americano di nutrizione clinica. doi.org/10.1093/ajcn/nqz066.