Il ritmo circadiano influenza le risposte immunitarie attraverso un intervallo delle malattie

I ricercatori in Svizzera hanno effettuato un esame degli studi che esaminano come il ritmo circadiano pregiudica la severità delle malattie che variano dall'attacco di cuore all'allergia.

L'esame, che pricipalmente ha compreso gli studi dei mouse, ha valutato l'associazione fra il ritmo circadiano e le risposte immunitarie.

Come riportato nel giornale tendenza all'immunologia, gli studi ha indicato che le risposte immunitarie adattabili - dove le celle immuni specializzate si sviluppano per combattere gli agenti patogeni - sono gestite dall'orologio circadiano.

Christoph senior Scheiermann autore dice che questa è una direzione trovando quello ha implicazioni potenziali per le applicazioni cliniche che variano dal trapianto da parte a parte alla vaccinazione.

L'esame ha trovato che l'organismo risponde alle indicazioni quali indicatore luminoso e gli ormoni nei modi che influenzano i ritmi di sonno e metabolici come pure in altri trattamenti fisiologici. Gli studi di entrambi gli animali ed esseri umani egualmente hanno trovato che il conteggio di globulo bianco oscilla in un reticolo circadiano, suggerente che potesse essere possibile in futuro ottimizzare la risposta immunitaria manipolando il ritmo circadiano.

Sull'esame degli studi che hanno confrontato i ritmi circadiani delle cellule immuni negli stati di salubrità, infiammazione e malattia, Scheiermann e colleghi hanno trovato quanto segue:

Attacchi di cuore

Gli attacchi di cuore, che sono conosciuti per accadere il più comunemente di mattina, tendono ad essere più severi quando direzione di mattina, rispetto a quando direzione alla notte.

Negli studi dei mouse, il conteggio del monocito di sangue è risultato più alto durante il giorno, rispetto alla notte, quando il numero dei monociti era più alto nel tessuto colpito da infarto del cuore. Questa sinistra gli animali con la meno protezione cardiaca alla notte, rispetto alla protezione hanno avuti di mattina.

Placche aterosclerotiche

La capacità che le celle immuni devono proteggere dalle placche aterosclerotiche può dipendere dal ritmo circadiano di una proteina di chemokine chiamata CCR2, che è compreso nella funzione di sistema immunitario e di infiammazione.

In mouse, questa proteina dimostra un ritmo quotidiano; alza di mattina e secondo l'influenza che ha sulle celle immuni, può essere riflesso per tenere la carreggiata il comportamento dei globuli bianchi nei casi di aterosclerosi.

Infezioni parassitarie

La capacità di combattere le infezioni parassitarie dipende dall'ora. I mouse che erano stati infettati con i muris di Trichuris del verme potevano combattere più rapidamente fuori il parassita gastrointestinale se fossero infettati di mattina piuttosto che nella sera.

Tossine batteriche

In mouse, una tossina batterica in questione nella polmonite avvia una risposta infiammatoria nei polmoni, con le celle immuni reclutate in un modo che dimostra un reticolo circadiano di oscillazione.

Più monociti possono essere trascinati la milza, fegato e l'intercapedine peritoneale durante il pomeriggio, significante la capacità di rimuovere i batteri è più grande a questa ora, rispetto ad altre volte del giorno.

Allergie

I sintomi dell'allergia seguono un ritmo che dipende dall'ora, con i sintomi che peggiorano generalmente fra la mezzanotte ed il primo mattino. L'orologio molecolare può quindi determinare l'assunzione delle celle immuni, i risultati di asma in esseri umani e l'infiammazione delle gallerie di ventilazione in mouse.

Scheiermann dice che quello i ritmi circadiani studiare sia nelle risposte immunitarie innate che adattabili è un modo apprezzato guadagnare la comprensione dell'interazione fisiologica e della successione dipendente dal tempo degli eventi nella generazione delle risposte immunitarie:

“La sfida si trova in come incanalare la nostra comprensione meccanicistica crescente dell'immunologia circadiana nelle terapie del tempo adattate per i pazienti umani,„ lui conclude.

Sorgente: https://www.eurekalert.org/pub_releases/2019-05/cp-bsi050919.ph

Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally has a Bachelor's Degree in Biomedical Sciences (B.Sc.). She is a specialist in reviewing and summarising the latest findings across all areas of medicine covered in major, high-impact, world-leading international medical journals, international press conferences and bulletins from governmental agencies and regulatory bodies. At News-Medical, Sally generates daily news features, life science articles and interview coverage.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2019, June 20). Il ritmo circadiano influenza le risposte immunitarie attraverso un intervallo delle malattie. News-Medical. Retrieved on September 16, 2019 from https://www.news-medical.net/news/20190520/Circadian-rhythm-influences-immune-responses-across-a-range-of-diseases.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "Il ritmo circadiano influenza le risposte immunitarie attraverso un intervallo delle malattie". News-Medical. 16 September 2019. <https://www.news-medical.net/news/20190520/Circadian-rhythm-influences-immune-responses-across-a-range-of-diseases.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "Il ritmo circadiano influenza le risposte immunitarie attraverso un intervallo delle malattie". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20190520/Circadian-rhythm-influences-immune-responses-across-a-range-of-diseases.aspx. (accessed September 16, 2019).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2019. Il ritmo circadiano influenza le risposte immunitarie attraverso un intervallo delle malattie. News-Medical, viewed 16 September 2019, https://www.news-medical.net/news/20190520/Circadian-rhythm-influences-immune-responses-across-a-range-of-diseases.aspx.