Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Primo metraggio delle cellule T che si preparano per combattere gli agenti patogeni rivelatori

Gli immunologi all'università del Texas ad Austin hanno registrato le rappresentazioni dell'apprendimento delle cellule T che genere di celle trascurare quando combattendo gli agenti patogeni, per assicurarle non attacca le celle ed i tessuti sani quando combatte la malattia. È la prima volta che questo trattamento è stato catturato sul video.

Per la prima volta mai, i ricercatori di UT Austin hanno catturato il trattamento in cui le cellule T di sviluppo dell'uccisore (porpora e bianche) sono esaminate dalle celle dentritiche (giallo) ed altri, per vedere se reagiscono alle proteine normali dall'organismo. Questo assegno di sicurezza assicura che le cellule T non nocciano alle celle normali nell'organismo e non causino i disordini autoimmuni.

Le cellule T sono un tipo di globulo bianco. Fanno circolare l'organismo che cerca le infezioni ed altri agenti patogeni e sono essenziali al corpo umano.

Le cellule T sono divise in due gruppi distinti: cellule T dell'uccisore e cellule T dell'assistente. Le cellule T dell'uccisore possono individuare le celle infettate o cancerogene scandendo la superficie della cella. Le cellule T dell'assistente avviano le risposte immunitarie. Le cellule T possono riconoscere gli agenti patogeni che hanno incontrato gli anni fa come pure naturalmente distruggono le celle cancerogene e le celle virale o batterico infettate.

Un autore dello studio e un professore associato, Lauren Ehrlich hanno spiegato le cellule T di ruolo effettuano nell'organismo.

Le cellule T hanno il compito spaventoso di riconoscimento e di combattimento fuori dei tutti agenti patogeni diversi che incontriamo durante le nostre vite, mentre evitando attaccando il nostro proprio tessuto sano. Queste celle maturano nel timo, un organo appena sopra il cuore, in cui ` ottengono istruite' di non attaccare l'organismo.„

Il professor Lauren Ehrlich

Il metraggio novello è stato catturato da Ehrlich e dal ricercatore postdottorale Jessica Lancaster ed è stato pubblicato nelle comunicazioni della natura. Per filmare il trattamento, Ehrlich e Lancaster hanno utilizzato due laser potenti che hanno infornato in breve gli impulsi ed hanno scandito una parte di tessuto in tensione ogni 15 secondi.

Un modello del mouse è stato utilizzato per lo studio, con il metraggio che è catturato nel timo, un organo linfoide trovato sopra il cuore. Ciò ha ricostruito le posizioni ed i movimenti delle celle, con la loro segnalazione intracellulare.

Potevano vedere che durante il trattamento di maturazione delle cellule T, altre celle nel timo le aiutano per entr inare contatto con una vasta gamma di proteine umane normali che dovranno trascurare quando combatte gli agenti patogeni ed avviando le risposte immunitarie.

I ricercatori potevano guadagnare più comprensione in come le celle lavorano in collaborazione nel timo ed insegnano alle cellule T di maturazione a autodistruggersi se vengono a mancare nell'avanzamento del loro ruolo correttamente.

Ehrlich crede che questa nuova tecnica di rappresentazione possa piombo il modo ad una migliore comprensione dei trattamenti che si presentano nel timo. Questa comprensione più profonda può progredire la ricerca nei disordini autoimmuni quale il diabete di tipo 1, con i rischi di disordini autoimmuni nella gente che ha subito i trapianti del midollo osseo. Le cellule T sono spesso iperattive in queste situazioni e possono attaccare accidentalmente le celle in buona salute. Questa nuova tecnica di rappresentazione è un non solo primo, ma punto importante scientifico nella comprensione dei disordini autoimmuni.

Sorgenti

Lois Zoppi

Written by

Lois Zoppi

Lois is a freelance copywriter based in the UK. She graduated from the University of Sussex with a BA in Media Practice, having specialized in screenwriting. She maintains a focus on anxiety disorders and depression and aims to explore other areas of mental health including dissociative disorders such as maladaptive daydreaming.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Zoppi, Lois. (2019, May 20). Primo metraggio delle cellule T che si preparano per combattere gli agenti patogeni rivelatori. News-Medical. Retrieved on September 17, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20190520/First-Footage-of-T-Cells-Training-To-Fight-Pathogens-Revealed.aspx.

  • MLA

    Zoppi, Lois. "Primo metraggio delle cellule T che si preparano per combattere gli agenti patogeni rivelatori". News-Medical. 17 September 2021. <https://www.news-medical.net/news/20190520/First-Footage-of-T-Cells-Training-To-Fight-Pathogens-Revealed.aspx>.

  • Chicago

    Zoppi, Lois. "Primo metraggio delle cellule T che si preparano per combattere gli agenti patogeni rivelatori". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20190520/First-Footage-of-T-Cells-Training-To-Fight-Pathogens-Revealed.aspx. (accessed September 17, 2021).

  • Harvard

    Zoppi, Lois. 2019. Primo metraggio delle cellule T che si preparano per combattere gli agenti patogeni rivelatori. News-Medical, viewed 17 September 2021, https://www.news-medical.net/news/20190520/First-Footage-of-T-Cells-Training-To-Fight-Pathogens-Revealed.aspx.