Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il consenso esperto ha pubblicato su uso della rappresentazione per la diagnosi precisa di attacco di cuore

La rappresentazione fornisce una diagnosi più precisa di un attacco di cuore che può essere usato per individualizzare il trattamento. Quello è il messaggio principale di un documento esperto di consenso pubblicato oggi in giornale europeo del cuore, un giornale della società europea della cardiologia (ESC) e presentato a EuroPCR a Parigi, la Francia.

Gli attacchi di cuore sono diagnosticati e trattati facendo uso di angiografia coronaria, una procedura dilagante che fornisce un profilo dei raggi x delle arterie che assicurano il sangue al cuore. La rappresentazione dilagante delle arterie fornisce più dettaglio ma c'è stato controversia sopra quando usarla.

Questo documento cerca di risolvere quel dibattito. Promuove l'approvazione della rappresentazione intracoronary in due aree importanti: 1) sindromi coronariche acute compreso attacco di cuore e 2) quando le informazioni diagnostiche da angiografia sono poco chiare.

Quali pazienti e lesioni meritano la rappresentazione? Per le sindromi coronariche acute, il parere è espresso sulla presentazione atipica, sulle lesioni complesse e sulla coronaropatia non ostruttiva. Il documento fornisce i criteri per la valutazione delle arterie, l'interpretazione delle immagini, la scelta del trattamento e l'orientamento durante l'inserzione dello stent (intervento coronario percutaneo; PCI). Nel passato è stato pensato che la maggior parte delle sindromi coronariche acute fossero causate da placca rotta. La rappresentazione di Intracoronary ha identificato l'erosione della placca ed i noduli calcificati eruttivi poichè altre cause che possono trarre giovamento dal trattamento differente. Inoltre, la rappresentazione intracoronary mostra chiaramente l'embolo, che l'angiografia può mancare o indicare in modo errato.

La rappresentazione è più accurata, aiuta i processi decisionali della guida e facilita la terapia adattata, particolarmente nei più giovani pazienti di attacco di cuore che hanno più frequentemente l'erosione della placca o coronaropatia non aterosclerotica.„

Dott. senior Giulio Guagliumi dell'autore, del papà Giovanni di Ospedale XXIII, Bergamo, Italia

L'angiografia coronaria è spesso ambigua durante gli attacchi di cuore che mancano di una lesione identificabile del colpevole o hanno lesioni multiple del colpevole. La rappresentazione di Intracoronary fornisce la chiarezza prima e durante il PCI. Una popolazione di invecchiamento ed i livelli aumentanti di media del diabete che più lesioni che causano gli attacchi di cuore sono calcificate, che è difficile da individuare facendo uso di angiografia e più provocatorio per il PCI. Inoltre, l'angiografia può essere nebbiosa per determinate anatomie quali le imbarcazioni tortuose e gli aneurismi.

I pazienti si sono riferiti per il PCI sempre più hanno i comorbidities e coronaropatia complessa. Il Dott. Guagliumi ha detto:

La rappresentazione di Intracoronary è particolarmente utile negli scenari complessi della lesione e del paziente e nelle impostazioni degli stati del documento in cui fornirebbe il massimo vantaggio - per esempio pazienti con le sindromi coronariche acute di elevazione non ST, le imbarcazioni calcificate, le lesioni lunghe o il restenosis dello in-stent. Questo legami dentro con le realtà della sanità, dove non c'è nessun appetito per spendere il tempo e le lesioni semplici della rappresentazione della moneta.„

Il Dott. Guagliumi ha notato che le società della rappresentazione pricipalmente hanno messo a fuoco sul miglioramento della qualità di immagine. “La più attenzione dovrebbe essere votata a rendere i sistemi della rappresentazione più facili da usare per i clinici, con l'analisi e la classificazione automatizzate. Ci sono più da guadagnare clinicamente con gli sviluppi in queste aree.„

Ha concluso: “Il ruolo della rappresentazione intravascolare per diagnosticare le sindromi coronariche acute, il trattamento selezionato ed il PCI della guida continuerà a svilupparsi. Con pensiamo raggiungere i risultati a lungo termine superiori.„

Il documento è stato redatto da un comitato organizzato dall'associazione europea degli interventi cardiovascolari percutanei (EAPCI) e fa parte parte 2 di serie sull'uso clinico della rappresentazione intracoronary. La parte 1 ha messo a fuoco sui criteri di selezione e di ottimizzazione dello stent. Entrambi i documenti discutono l'ultrasuono intravascolare (IVUS) e la tomografia ottica della coerenza (OCT).

Sorgente:

Società europea di cardiologia

Riferimento del giornale:

Guagliumi, 2019) usi clinici del G. et al. (di rappresentazione intracoronary. Parte 2: sindromi coronariche acute, risultati coronari ambigui di angiografia e processo decisionale interventional guidante: un documento esperto di consenso dell'associazione europea degli interventi cardiovascolari percutanei: Firmato dalla società cinese di cardiologia, dalla società di Hong Kong di terapeutica di Transcatheter Endocardiovascular (HKSTENT) e dalla società cardiaca dell'Australia e della Nuova Zelanda. Giornale europeo del cuore. doi.org/10.1093/eurheartj/ehz332.