Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio scopre l'origine dei neurofibrome che si sviluppano in tutto l'interfaccia dei pazienti NF1

Uno studio pubblicato oggi in PLOS UNO ha scoperto l'origine severamente di guastare le masse delle celle, chiamate neurofibrome, che si sviluppano gradualmente in tutto l'interfaccia dei pazienti afflitti con neurofibromatosi 1 (NF1). La scoperta ha consistito delle microlesioni che hanno contenuto i piccoli cluster patologici delle fibre nervose ed ha associato le cellule di Schwann che proliferano per formare la massa dei neurofibrome guastare.

La neurofibromatosi 1 (NF1) affligge circa 1 in 3,000 persone nel mondo intero ed è un disordine dominante genetico causato da una mutazione in soltanto uno di due geni NF1. Sebbene i neurofibrome nell'interfaccia possano guastare severamente, diventano raramente cancerogeni. Di conseguenza, prima di odierno studio, la ricerca ha messo a fuoco sui neurofibrome come tumori benigni misteriosi che possono accadere simultaneamente ai siti multipli in cui la proliferazione di cellule di Schwann aberrante comincia indipendente. I tumori solitamente benigni si presentano soltanto ad una posizione e non fanno pop-up nelle posizioni multiple come tumori maligni che si riproducono per metastasi da una posizione.

Questo studio è stato iniziato con una donazione unifamiliare di $400.000 forniti alle fondamenta dell'ospedale dello St Peter a Albany, New York. Mentre nessuno upstate in New York stava studiando il campo NF1, le fondamenta girate verso il neurologo James Wymer, il PhD di MD, precedentemente affiliato con l'ospedale di St Peters ed il riso franco del neuroscenziato, il PhD, uno specialista nella ricerca cronica di dolore e Presidente del LLC di dinamica del tessuto Integrated in Rensselaer, New York.

“Invece di un approccio in relazione con il Cancro tipico che ha messo a fuoco sui neurofibrome come tumori benigni, abbiamo catturato una tattica differente di studio perché i pazienti NF1 egualmente soffrono da dolore e dal prurito cronici, anche nelle aree dell'interfaccia senza neurofibrome. Questi sintomi avevano ricevuto poca attenzione,„ ha detto il Dott. Rice del principale inquirente. “Con la nostra sorpresa, abbiamo scoperto che i terminali delle fibre nervose nell'interfaccia erano realmente una sorgente precedentemente sconosciuta dei neurofibrome. Questa scoperta fornisce la comprensione nelle strategie completamente novelle per la fermata del loro sviluppo.„

All'inizio dello studio, le biopsie dal comparire normale, interfaccia senza neurofibroma sono state catturate da 19 pazienti NF1 e pelano da 16 oggetti normali. Lle biopsie di 17 dei 19 pazienti NF1 hanno avute microlesioni precedentemente inosservate consistere di piccoli, cluster densi delle fibre nervose e delle loro cellule di Schwann associate. D'importanza, le microlesioni sono state situate soltanto intorno alle strutture nell'interfaccia in cui le fibre nervose terminano normalmente, quali i follicoli piliferi, le ghiandole sudoripare ed i vasi sanguigni. Queste microlesioni non sono state trovate nelle biopsie degli oggetti normali.

Lo studio allora ampliato per studiare i neurofibrome reali, che sono stati raccolti e donato stati dalle fondamenta del tumore dei bambini in New York. Facendo uso delle analisi dell'immunofluorescenza si è sviluppato dalla dinamica del tessuto Integrated e si è combinato con le analisi sviluppate da Bionetworks prudente a Seattle, questa ricerca di espressione genica ha confermato che i neurofibrome effettivamente si sono sviluppati dalle microlesioni. I neurofibrome di maturazione sono stati imballati densamente con le fibre nervose oltre al sospetto precedentemente conosciuto - cellule di Schwann di proliferazione.

Con una consapevolezza delle microlesioni in pazienti umani NF1, le simili microlesioni sono state trovate in mouse che hanno avuti una mutazione geneticamente costruita dell'equivalente soltanto in cellule di Schwann che inducono alcune loro a proliferare e formare i neurofibrome. Questi mouse sono stati sviluppati precedentemente da Nancy Ratner, PhD, guida di programma per biologia del Cancro e programma neurale dei tumori ai bambini di Cincinnati.

“Di conseguenza, sembra che quelle cellule di Schwann abbiano individuato vicino alle conclusioni delle fibre nervose siano particolarmente suscettibili della proliferazione dopo le mutazioni Nf1,„ il Dott. Ratner ha detto. Ciò indica che le fibre nervose e le cellule di Schwann stanno interagendo reciprocamente durante la crescita e l'espansione iniziali dei neurofibrome. “È emozionante che ora abbiamo un modello per verificare le terapie che potrebbero impedire la formazione o l'ingrandimento del tumore, aiutanti i pazienti con neurofibromatosi.„

Il gruppo dei ricercatori ha identificato i segnali molecolari specifici, comprendenti i fattori trofici riferiti nervo chiamati neurturin e artemin, nelle microlesioni e nei neurofibrome. Queste caratteristiche molecolari recentemente scoperte hanno potuto essere mirate a per sopprimere lo sviluppo dei neurofibrome. Uccidendo due uccelli con una pietra, le fibre nervose egualmente hanno avute beni biochimici connessi con dolore ed il prurito cronici.

Sulla base di questi risultati, crediamo che l'identificazione di una lesione preclinica potrebbe tenere conto lo sviluppo delle terapie eliminare i neurofibrome o fermare i nuovi dallo sviluppo. Ciò porta la speranza a migliaia di pazienti NF1 in cui lo sfregio causato da questi neurofibrome comincia solitamente durante i loro anni teenager.„

Dott. Wymer, il professor di neurologia, università di Florida

Lo sfregio dai numerosi neurofibrome è un aspetto psicologico dominante nelle vite dei pazienti NF1. Il cavaliere di Pamela, direttore del programma clinico delle fondamenta del tumore dei bambini, ha detto che non c'è corrente trattamento medico per i neurofibrome. Possono essere eliminati chirurgicamente, ma questo può lasciare le cicatrici ed i neurofibrome possono svilupparsi indietro.

“I bambini con NF1 tendono a cominciare a coltivare i neurofibrome dell'interfaccia durante l'adolescenza. Prima che questo accada, i loro genitori sono interessati spesso circa quanto il loro bambino sta andando male essere influenzato,„ Knight hanno detto.

NF1 è identificato generalmente presto nell'infanzia dai punti marrone chiaro sull'interfaccia, chiamata macules di caffè latte. Mentre i neurofibrome sono spesso l'inclusione fisica più ovvia di questa circostanza, NF1 può anche piombo a cecità, alle anomalie dell'osso, al cancro (circa 10-15% dei casi), alle difficoltà di apprendimento ed al dolore rendente non valido.

Vincent M. Riccardi, MD, Direttore dell'istituto di neurofibromatosi, che ha lavorato nel campo di N-F dal 1972 ed ha passare la sua vita che studia i neurofibrome, ha detto che uno studio che ha messo a fuoco sulle origini del dolore causato dai neurofibrome era lungamente in ritardo.

“Per qualche NF1 i pazienti, dolore diventa l'aspetto dominante delle loro vite,„ Riccardi ha detto. “Dalla mia posizione di vantaggio, dalla scoperta di una componente delle fibre nervose nell'origine e dallo sviluppo dei neurofibrome in questo studio proviene un commutatore del gioco.„

Intorno 2,5 milione di persone universalmente hanno neurofibromatosi, una malattia genetica, sebbene soltanto la metà dei casi iniziali di NF1 in una famiglia (o in un terzo di tutti i casi) possa essere collegata di nuovo ad un genitore; così NF1 può anche accadere spontaneamente senza neurofibromatosi priore di eredità è più prevalente di tutti i casi di fibrosi cistica, della malattia di Huntington e di distrofia muscolare di Duchenne combinate.

Sorgente:

Fondamenta del tumore dei bambini

Riferimento del giornale:

Riso, F.L. et al. (2019) l'evoluzione e beni multimolecolari dei neurofibrome cutanei NF1 che provengono dalle conclusioni sensitive della C-fibra e dalle cellule di Schwann terminali ai siti normali delle chiusure sensitive nell'interfaccia. PLOS UNO. doi.org/10.1371/journal.pone.0216527.