L'university of miami istituisce il centro di ricerca dell'AIDS per porre freno l'epidemia del HIV

Lo scopo della nazione unita dell'AIDS di conclusione intorno al mondo da ora al 2030 è innegabilmente ambizioso, ma all'interno dello sbraccio allettante. Grazie ai farmaci che sopprimono il virus dell'immunodeficienza umana una volta interno ed impediscono la sua trasmissione, nuove infezioni sono caduto da quasi 50 per cento durante le due decadi scorse.

Eppure nel 2017, Miami ha tenuto la distinzione dubbia di essere no. 1 nella nazione per i nuovi casi di HIV, con una tariffa quasi quattro volte la media nazionale.

Perché non è un grande mistero ai sociologi comportamentistici ed all'university of miami, che recentemente hanno ricevuto una concessione quadriennale $3,32 milioni dall'istituto della salute mentale nazionale per istituire un centro inerente allo sviluppo di ricerca dell'AIDS per promuovere la ricerca ha puntato su porre freno l'epidemia locale.

Come Steven Safren, il ricercatore principale sulla concessione e sul Direttore di nuovo centro per il HIV e la ricerca nella salute mentale, o nell'INCANTO, note, epidemia del HIV/AIDS di maggior Miami gestente non accadranno senza indirizzare le disparità di minoranza e mentali di salubrità che contribuiscono a perpetuare oggi la malattia--disparità che la maggior parte della influenza il povero e marginalizzato ed il razziale, sessuale, genere e minoranze etniche che vivono in considerazione condomini brillanti e delle spiagge Sun-spruzzate dell'area di nuovi.

“il HIV è oggi differente che era quando in primo luogo ha cominciato, in gran parte fra gli omosessuali,„ ha detto Safren, un professore della psicologia che egualmente dirige la memoria amministrativa dell'INCANTO. “Sebbene gli uomini che fanno sesso ancora con gli uomini comprendano la maggioranza le persone che vivono con il HIV, ora è in gran parte una malattia del povero della grande città ed intrecciata con le emissioni di salubrità comportamentistiche, come la depressione, abuso di sostanza problematico, lo sforzo traumatico, i marchi di infamia, distinzione--tutte le cose che lo rendono molto duro affinchè molta gente accedano al trattamento, restare nel trattamento ed ottenere il migliore vantaggio dal trattamento.„

In circostanze ideali, ogni persona infettata con il HIV sarebbe diagnosticata subito ed immediatamente cominciare catturare la terapia del antiretroviral (ART) che ridurrebbe il loro caricamento virale ad un livello inosservabile. Quello non solo le terrebbe sane, ma eliminerebbe il loro rischio di passaggio sulla malattia, o attraverso il contatto sessuale o dividere ha usato i aghi di stampa, che ha ucciso più di 34 milione persone in tutto il mondo da quando le prime casse degli Stati Uniti sono state diagnosticate nel 1981.

Ma aderire ad un regime quotidiano della droga non è spesso una priorità o persino possibile per la gente che vive con il HIV che si preoccupa per il loro pasto seguente o un posto per dormire, che non ha modo ottenere alla farmacia sola che fornisce i farmaci liberi, che combatte la depressione inesorabile o lotta con uso della sostanza, che è traumatizzata tramite la violenza o l'abuso sessuale, o che è fuso da parte perché sono gay, il transessuale, dalla carnagione scura, o da un'altra cultura e parla un altro linguaggio.

Quando l'efficace farmaco è stato scoperto per il HIV, il presupposto era, GIUSTO, la gente sta andando ottenerla e catturarla e stiamo andando essere fatti. Ma non c'era l'attenzione che è pagata ai fattori mentali e psicosociali che avrebbero urtato la gente che accede al trattamento, ottenente i loro meds e restante su loro. E scienziati non abbiamo fatto un processo molto buon di aggancio con gli esperti nella comunità sulla terra.„

Vallata di Sannisha, assistente universitario di psicologia ed il Direttore scientifico dell'INCANTO per l'impegno della Comunità

Comunque amministrato attraverso l'istituto universitario delle arti e delle scienze, l'INCANTO è una collaborazione della inter-città universitaria, comprendente la facoltà dai banchi multipli e complementante il banco di Miller del centro della medicina per la ricerca dell'AIDS (CFAR), che l'istituto nazionale dell'allergia e delle malattie infettive in primo luogo ha costituito un fondo per come centro inerente allo sviluppo nel 2007. Transitioning ad un esperto centro nel 2012, il CFAR è stato rimborsato fino al 2022 e mette a fuoco soprattutto sulla ricerca biomedica puntata su cessando il HIV/AIDS.

Safren, che ha unito il UM nel 2015 dopo avere fondato ed il piombo della memoria di scienze sociali e comportamentistica al CFAR dell'università di Harvard ed i suoi co-Direttori di INCANTO, il Daniel Feaster, professore nel dipartimento delle scienze di salute pubblica e Deborah Jones Weiss, professore della psichiatria e scienze comportamentistiche, INCANTO del banco di Miller di speranza seguiranno il vestito. Creando un'infrastruttura della ricerca che non solo aiuterà l'epidemia di Miami del bordo ma essere applicabili ad altre impostazioni con risorse insufficienti che fanno fronte alle epidemie incontrollate, credono che l'INCANTO utile lo stato concentrare esperto dopo il suo periodo inerente allo sviluppo quadriennale.

Sebbene l'INCANTO sia il settimo del NIMH AIUTA il centro di ricerca, è il primo nel sud, la regione degli Stati Uniti più duramente colpita dal HIV/AIDS. Come Miami, il sud ha molte caselle che mancano delle risorse sufficienti o delle barriere significative della fronte di taglio per combattere l'epidemia con gli strumenti attuali che potrebbero, nella teoria, eliminare l'AIDS da ora al 2030. Quello è lo scopo che le nazioni unite unite programmano sul HIV/AIDS hanno adottato nel 2014 e quel Presidente Donald Trump abbracciate nel suo ultimo discorso sullo stato dell'Unione.

Così com'è oggi, Miami in particolare e Florida del sud non incontreranno generalmente neppure lo scopo provvisorio del U.N. per 2020. Conosciuto come lo scopo 90-90-90, richiede 90 per cento di tutta la gente che vive con il HIV per conoscere il loro stato; 90 per cento di coloro che conosce il loro stato per essere su ARTE; e 90 per cento di quelli su ARTE per avere caricamenti virali soppressi, rendenti la loro malattia noncommunicable.

Il del 2017, dei 87 per cento della gente che vive con il HIV nella contea di Miami-dade che ha conosciuto la loro diagnosi, solo 64 per cento di loro erano sul trattamento e di soltanto 58 per cento di loro virale sono stati soppressi. Tuttavia, Safren ha notato, “il dipartimento di salubrità della contea di Miami-dade dispone ben di meno mezzi dedicati specificamente alla prevenzione ed al trattamento di HIV/AIDS che i dipartimenti di salubrità in città come Boston, New York e San Francisco, che hanno veduto le riduzioni significative delle loro tariffe di nuove infezioni HIV.„

La mancanza di tali risorse è fra le barriere strutturali che, lavorando con i partner della comunità e dello stato, i ricercatori di INCANTO sperano di risolvere. Egualmente stanno aumentando la marcia per supportare e catalizzare la ricerca ad alto impatto stata necessaria per sviluppare i programmi di cura e di prevenzione per le popolazioni più provocatorie e più vulnerabili. Oltre alla memoria amministrativa, che sarà il hub per le attività di impegno della comunità che sono centrali alla missione del centro, l'INCANTO ha altre tre memorie: una memoria inerente allo sviluppo e due memorie uniche di ricerca.

La memoria inerente allo sviluppo, che assegnerà il finanziamento per gli studi pilota ai ricercatori di presto-carriera, è destinata per supportare e l'organico crescente del UM del mentore dei ricercatori correlati con la salute comportamentistici di HIV/AIDS. Piombo da Adam Carrico, professore associato delle scienze di salute pubblica e la psicologia che ha condotto la ricerca significativa sulla gente che vive con i disordini di uso della sostanza e del HIV ed il dipartimento del Allan Rodriguez della medicina e di Maria Alcaide, la memoria mira ad assegnare almeno due concessioni all'anno ai ricercatori di UM che si impegnano nella ricerca con le collaborazioni della comunità.

I metodi svuotano, piombo da Feaster, che ha l'esperienza di più di 30 anni come statistico biobehaviorial ed il dipartimento di Raymond Balise delle scienze di salute pubblica, aiuteranno i ricercatori a progettare, applicheranno ed analizzeranno i loro studi.

Piombo da Jones Weiss ed il banco di Port Victoria Mitrani degli studi di salubrità e di professione d'infermiera, la memoria di disparità di salute mentale formerà i ricercatori per perseguire il genere da di approcci culturalmente competenti e guidati da teoria, di strumenti e di interventi cui indirizzi le disparità di salute mentale fra le diverse popolazioni che vivono con o a rischio del contratto del HIV/AIDS in Florida del sud.

“Il fatto è una dimensione non non misura tutti,„ ha detto Jones Weiss, che sta conducendo la ricerca relazionata all'AIDS intorno al mondo per più di tre decadi. “Dobbiamo essere sensibili, informati e rispettosi delle prospettive razziali ed etniche. Altrimenti non connetteremo alla gente che vogliamo aiutare. Ma se riusciamo, possiamo metterci da questo processo e quello sarebbe un successo vero.„

Sorgente: University of miami