Lo strumento non invadente sperimentale valuta l'efficacia di trapianto della cellula staminale

Le terapie basate cellula staminale per rinforzare il muscolo di cuore e per trattare altre malattie stanno cominciando a mostrare la promessa nei test clinici umani. Tuttavia, all'infuori dell'osservazione dei risultati clinici, la mancanza di strumento ripetibile, in relazione al tempo e non invadente per valutare l'efficacia delle celle trapiantate all'interno dell'organo bersaglio ha rallentato il progresso nel giacimento della cellula staminale.

I ricercatori dalla scuola di medicina dell'università del Maryland (UMSOM), dall'università della Pennsylvania e dall'Emory University hanno teorizzato che un'analisi del sangue potrebbe essere usata per tenere la carreggiata l'efficacia delle cellule staminali trapiantate. Hanno mirato a raggiungere il loro scopo analizzando le componenti cellulari minuscole chiamate exosomes, secernuti dalle cellule staminali trapiantate nel sangue ricevente. Hanno verificato la loro teoria nei modelli del roditore di attacco di cuore, o l'infarto miocardico, dopo il trapianto dei due tipi di cellule staminali cardiache umane ed il video dei loro exosomes di circolazione. I exosomes di circolazione trovati ricercatori hanno consegnato le componenti delle cellule alle celle di muscolo del cuore dell'obiettivo, con conseguente riparazione cardiaca. I risultati sono pubblicati nella medicina di traduzione di scienza del giornale.

“Exosomes contiene i segnali delle celle che sono derivati da - proteine come pure acidi ribonucleici nucleici micro e dell'acido (miRNAs) - che pregiudicano le celle del ricevitore e ricostruiscono o rigenerano l'organo stiamo mirando a,„ ha detto lo studio Sunjay co-senior Kaushal autore, il PhD, il MD, professore di chirurgia a UMSOM e Direttore di ambulatorio cardiaco pediatrico all'ospedale pediatrico dell'università del Maryland. “Ora abbiamo uno strumento per determinare se la terapia di cellula staminale sarà efficace per un paziente determinato, non solo per il cuore ma per tutto l'organo che ha ricevuto la terapia di cellula staminale.„

Attraverso l'analisi del sangue, che i ricercatori chiamano “una biopsia liquida,„ i ricercatori hanno riflesso le celle cardiosphere-derivate essere umano (CDCs) e le celle cardiache del progenitore (CPCs) trapiantate nei cuori del ratto che seguono l'infarto miocardico. Le concentrazioni nel plasma sanguigno dei exosomes sono state confrontate i sette giorni dopo trapianto.

Dopo la depurazione dei exosomes di CDC/CPC-derived, i ricercatori hanno trovato i miRNAs contenuti exosomes connessi con il ripristino del muscolo di cuore. Più ulteriormente, hanno trovato che CPCs e CDCs prodotti nella cultura hanno differito nei contenuti dai exosomes prodotti dalle celle trapiantate nell'organismo vivente.

Il nostro studio dovrebbe essere considerato la prima pietra facente un passo nella comprensione che cellule staminali fanno, ma un aspetto importante è che le celle che abbiamo identificato mentre rispondere ha cambiato la loro espressione genica, comportamento e secrezioni. Usando questi biomarcatori, possiamo capire il meccanismo e le dimensioni del ripristino.„

Co-cavo autore Sudhish Sharma, PhD, assistente universitario di UMSOM di chirurgia

Sorgente:

Scuola di medicina dell'università del Maryland

Riferimento del giornale:

Sharma, 2019) exosomes di circolazione dello S. et al. (derivati dalle celle trapiantate del progenitore aiuta il ripristino funzionale del miocardio ischemico. Medicina di traduzione di scienza. doi.org/10.1126/scitranslmed.aau1168.