Università di Friburgo per ricevere 25,8 milione euro per i centri di ricerca di collaborazione

Il Deutsche Forschungsgemeinschaft (fondamenta di ricerca tedesche, DFG) ha approvato le domande di concessione di due centri di ricerca di collaborazione (Sonderforschungsbereiche, SFBs) all'università di Friburgo: uno per il finanziamento continuato di concessione ed uno per il finanziamento iniziale di concessione. Complessivamente l'università riceverà circa 25,8 milione euro per i progetti costituiti un fondo per nel corso dei quattro anni futuri. “Dopo che l'approvazione del cluster di eccellenza CIBSS - centro per gli studi di segnalazione biologici integranti, il successo dei nostri due centri di ricerca di collaborazione ancora una volta sta rinforzando la resistenza della nostra ricerca nelle scienze biologiche e medicina all'università di Friburgo,„ ha detto prof. il Dott. Hans-Jochen Schiewer, il rettore dell'università di Friburgo. Gli scienziati dalle varie facoltà dell'università di Friburgo, del centro universitario medico e dal Max Planck Institute del Immunobiology e di Epigenetics stanno lavorando insieme nei due centri di ricerca di collaborazione.

Organizzazione dinamica del centro (CRC) di ricerca di collaborazione 1381 “di proteina cellulare Machineries: Da biogenesi e dall'Assemblea modulare alla funzione„
Somma di Grant: 14,5 milione euro

Questo nuovo CRC studia come le proteine differenti sono montate dinamicamente nei multimers complessi, i cosiddetti machineries della proteina. Il fuoco del CRC si trova sull'organizzazione di questi machineries nelle unità modulari, sul regolamento della loro installazione e smontaggio e sull'impatto di questi trattamenti sulle funzioni cellulari. La maggior parte delle funzioni cellulari importanti non sono espletate dalle diverse, singole proteine, ma tramite le installazioni della proteina che possono variare nella dimensione da alcuni sottounità della proteina ad un gran numero di componenti differenti. Questi machineries della proteina svolgono un ruolo centrale nel metabolismo energetico della cella, la replica, la riparazione e trascrizione di DNA e la piegatura e la degradazione delle proteine. Egualmente sono compresi nella comunicazione in seno e tra le celle e nel trasporto delle molecole e degli ioni. Lo scopo del CRC 1381 è di definire e capire i trattamenti dinamici del montaggio e dell'organizzazione di questi machineries e guadagnare la comprensione nei trattamenti di fondamento in una cella vivente. Ciò permetterà i nuovi approcci per le manipolazioni precise ed i trattamenti terapeutici in futuro.

I ricercatori dall'università di facoltà di Friburgo di medicina, biologia come pure chimica e farmacia stanno collaborando con i ricercatori dal Max Planck Institute del Immunobiology e di Epigenetics in questo CRC. L'altoparlante è prof. il Dott. Chris Meisinger dall'istituto della biochimica e dalla biologia molecolare della facoltà di medicina.

Il centro di ricerca di collaborazione (CRC) 1160 “Immune-Ha mediato la patologia in conseguenza delle reazioni immuni alterate (IMPATH)„
Somma di Grant: 11,3 milione euro

Nella sua seconda fase di finanziamento, questo CRC sta continuando a mettere a fuoco sulle cause di immunopatologia, o sulle malattie mediate dal sistema immunitario. I ricercatori nel CRC stanno sfidando l'idea che una reazione eccessiva del sistema immunitario è sempre responsabile del causare una malattia immune-mediata. Discutono quello che sopprime una tal reazione eccessiva sono quindi non sempre la migliore strategia per il trattamento. Il progetto è basato sul presupposto che le reazioni immuni che sono troppo deboli possono anche piombo ad immunopatologia. I ricercatori stanno riferendo a questa circostanza come “il paradosso di IMPATH.„ Lo scopo Del CRC è di permettere ad una migliore comprensione di questo modulo di immunopatologia e di applicare questa conoscenza verso sviluppare i nuovi moduli di trattamento delle malattie immune-mediate.

Il CRC 1160 consiste dei ricercatori dall'università di facoltà di Friburgo di medicina e di facoltà di biologia, del centro medico Friburgo e del Max Planck Institute del Immunobiology e di Epigenetics. Il portavoce è prof. il Dott. Stephan Ehl, il Direttore medico del centro di immunodeficienza cronica del centro medico Friburgo.