Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati esaminano i collegamenti ormonali fra la dieta e l'obesità

L'obesità è una crisi di salute pubblica crescente, portante con molti fattori di rischio seri, compreso la malattia cardiovascolare ed il diabete di tipo 2. Mentre il numero della gente che ora è di peso eccessivo o obesa oltrepassa quelli con un peso corporeo sano da un rapporto di due - uno, i ricercatori affrontano un bisogno urgente di capire meglio come l'organismo brucia il combustibile.

In un documento recente pubblicato nel giornale della biochimica, i ricercatori di Saint Louis University che collaborano con gli scienziati all'università di California, banco di Davis di medicina veterinaria hanno riferito che i bassi livelli di ormone di circolazione chiamato adropin predicono l'obesità aumentata e il dysregulation metabolico durante il consumo di dieta dello alto-zucchero in un modello del primate non umano.

La speranza che dei ricercatori questi risultati contribuiranno a collocare la fase per sviluppare le nuove terapie per la gestione delle malattie metaboliche.

Parecchi anni fa, Andrew Butler, il Ph.D., professore di farmacologia e della fisiologia a SLU ed il suo laboratorio hanno scoperto il adropin dell'ormone del peptide. Ricerchi dal laboratorio di Butler suggerisce che il adropin regolamenti se l'organismo brucia il glucosio o il grasso. Negli studi precedenti svolti in mouse, i ricercatori hanno trovato che i bassi livelli dell'ormone osservato in mouse obesi possono contribuire al diabete ed all'abilità diminuita associata dell'organismo al glucosio di uso.

Egualmente hanno trovato che i giovani con i livelli elevati del adropin hanno avuti più bassi livelli (BMI) dell'indice di massa corporea. Inoltre, alcuni studi hanno indicato che il adropin basso è associato con i biomarcatori di insulino-resistenza.

Nello studio corrente, Butler ed il suo UC, colleghi di Davis hanno intrapreso gli studi al centro di ricerca nazionale del primate della California situato sul UC, città universitaria di Davis per esplorare il ruolo dei adropin nella salubrità metabolica.

Hanno esaminato il plasma del reso che del maschio adulto 59 i macachi hanno alimentato un'alta dieta dello zucchero.

In generale, il consumo della dieta del fruttosio ha prodotto un aumento di 10% del peso corporeo e gli aumenti dei livelli di digiuno di insulina, indicanti l'insulino-resistenza, che diminuisce l'uso del glucosio ed i trigliceridi a digiuno elevati che di esseri umani aumenta il rischio di malattia cardiovascolare.

Gli animali con le concentrazioni basse del adropin del plasma hanno sviluppato una sindrome metabolica più severa. Interessante, lo sviluppo del diabete di tipo 2 è stato osservato soltanto in animali con le concentrazioni basse del adropin del plasma. Questi animali egualmente hanno mostrato il dysregulation più pronunciato di glucosio e del metabolismo dei lipidi.

L'iperglicemia di digiuno egualmente è stata limitata agli animali con adropin di circolazione basso, indicante l'intolleranza al glucosio.

Le scimmie con adropin basso possono quindi non ossidare il glucosio pure, spiegando il loro contenuto ad alta percentuale di grassi mentre il glucosio è convertito in lipidi invece di essere usando come combustibile metabolico.„

Andrew Butler, Ph.D., professore di farmacologia e di fisiologia a SLU

Il gruppo egualmente ha esaminato un insieme di dati (genetico) del transcriptome del babbuino per esplorare l'espressione del gene del adropin in un primate non umano. Adropin è codificato dal gene associato omeostasi di energia (ENHO).

“L'anno scorso abbiamo riferito che il adropin è sembrato essere un output dell'orologio biologico facendo uso dei modelli del mouse ed abbiamo coltivato le cellule umane,„ Butler ha detto. “Che cosa mostriamo in questo documento è che l'espressione del gene di ENHO è più alta in di giorno ed in più basso alla notte nella maggior parte dei tessuti del primate.„

Ciò è coerente con l'idea che l'espressione del adropin è controllata via i meccanismi “in relazione con l'orologio„.

Ogni cella nell'organismo mantiene il suo proprio orologio interno per gestire i ritmi quotidiani nel metabolismo. C'è di crescente consapevolezza di importanza degli orologi biologici che gestiscono “il ritmo circadiano„ nella salubrità e nella malattia. L'individuazione della corrente suggerisce che il adropin possa collegare l'orologio biologico ai ritmi nel modo che l'organismo usa lo zucchero ed i grassi come combustibile metabolico.

“Più ulteriormente ottenere a cui questo potrebbe significare, i dati suggeriscono che l'uso migliorato di glucosio come combustibile accada in certi periodi del giorno,„ Butler hanno detto. “Alla notte, l'organismo conta sulle riserve di energia memorizzate come lipidi in celle grasse e di giorno conta di più sui carboidrati entrare dalla dieta.„

In questo modo, lo stimolo dell'espressione del adropin dai nostri orologi interni può contribuire ad aumentare l'uso di glucosio come combustibile metabolico durante il giorno.

Altri risultati indicano che l'espressione del adropin co-è regolamentata con i cluster dei geni in questione in glucosio e nel metabolismo grasso nel fegato.

Sorgente:

Saint Louis University

Riferimento del giornale:

Butler, 2019) rischi bassi di aumento di concentrazioni del adropin del plasma di A.A. et al. (di obesità e di dysregulation metabolico in risposta ad una dieta dello alto-zucchero in primati non umani maschii. Giornale di biochimica. dx.doi.org/10.1074/jbc.RA119.007528.