Lo stimolo del cervello migliora l'apprendimento percettivo visivo

Risultati di pratica meglio nell'apprendimento. Consider che impara uno strumento musicale, per esempio: il più uno pratica, migliore l'uno potrà imparare giocare. Lo stesso sostiene per cognizione e la percezione visiva: con pratica, una persona può imparare vedere meglio--e questo è il caso per entrambi gli adulti e pazienti in buona salute che avvertono la perdita della visione a causa di un trauma cranico o di un colpo traumatico.

Il problema con l'apprendimento, tuttavia, è che cattura spesso molto addestramento. L'individuazione del tempo può essere particolarmente difficile per i pazienti con i traumi cranici che possono, per esempio, avere bisogno di di riaddestrare i loro cervelli per imparare elaborare le indicazioni visive.

Ma che cosa se questo apprendimento potesse essere accelerato?

Quello è ché collaborazione internazionale dei ricercatori ha precisato per determinare. I membri di gruppi hanno incluso l'università di ricercatori Duje Tadin, un professore del cervello e scienze cognitive e Krystel Huxlin, il James V. Aquavella, M.D. professore in oftalmologia all'istituto dell'occhio del Flaum dell'università e Lorella Battelli, guida del gruppo all'istituto di tecnologia italiano e assistente universitario di Rochester alla facoltà di medicina di Harvard.

Motivato da prova emergente che lo stimolo del cervello potrebbe aiutare l'apprendimento, Tadin e Huxlin hanno collaborato con i ricercatori all'istituto di tecnologia italiano per studiare come i tipi differenti di stimoli non invadenti del cervello pregiudicano l'apprendimento e la conservazione percettivi visivi in entrambe le persone in buona salute ed in quelle con lesione cerebrale. I loro risultati, pubblicati in un documento nel giornale della neuroscienza, hanno potuto piombo ad efficacia d'apprendimento migliorata per entrambe le popolazioni ed al ripristino migliore della visione per i pazienti corticale ciechi.

Miglioramento dell'apprendimento con lo stimolo del cervello

L'apprendimento è difficile e spesso richiede molto tempo, Tadin dice, “perché dopo prima infanzia i nostri cervelli si trasformano in in meno plastica.„ La capacità del cervello di cambiare e riorganizzarsi diminuzioni come persona invecchia, in modo da imparando le nuove mansioni, o ri-imparando le mansioni dopo avere avvertito un trauma cranico, diventa più provocatorio.

per provare se e come l'apprendimento percettivo visivo potrebbe essere accelerato, partecipanti di studio presente dei ricercatori con un compito computerizzato. I partecipanti sono stati indicati le nuvole dei punti e sono stati chiesti di determinare quale modo i punti hanno mosso attraverso lo schermo di computer. Il compito ha misurato la soglia di integrazione del moto dei partecipanti; la percezione di moto è importante nel permettere alla gente di vedere il movimento e di evitare o interagire con gli oggetti mobili.

I partecipanti poi sono stati chiesti di eseguire il compito mentre i sottogruppi sono stati dati i tipi differenti di stimoli del cervello, ciascuno che comprende una corrente elettrica non invadente applicata sopra la corteccia visiva. I ricercatori hanno trovato quel un tipo particolare di stimolo, chiamato stimolo transcranial di disturbo casuale (tRNS), hanno avuti effetti notevoli sul miglioramento delle soglie di integrazione del moto dei partecipanti quando hanno eseguito il compito.

Tutti i gruppi di partecipanti migliorati al compito di moto del punto con pratica, ma il gruppo che egualmente si è preparato con tRNS ha migliorato il doppio e poteva imparare meglio il compito di moto di altri gruppi,„

Duje Tadin, professore del cervello e scienze cognitive, università di Rochester

Sorprendente, i ricercatori egualmente hanno trovato che quando hanno riprovato i partecipanti sei mesi successivamente, le spinte nella prestazione erano ancora là: i partecipanti al gruppo del tRNS avevano conservato che cosa avevano imparato e potevano ancora fare meglio sul compito di moto confrontato ai gruppi che sono stati dati altre tecniche di stimolo o la formazione da solo.

“Qualcosa che non abbiamo veduto mai in questa popolazione paziente„

Tadin, Huxlin e Battelli poi hanno esteso i loro risultati ai pazienti che avevano subito un colpo o l'altro trauma cranico traumatico che hanno pregiudicato la loro corteccia visiva, rendente li parzialmente ciechi.

Huxlin precedentemente aveva messo a punto un sistema di occhio-addestramento per assistere i pazienti del colpo con il recupero della visione. Il sistema comprende un'unità computerizzata che consegna un insieme degli esercizi per stimolare le parti intatte del sistema corticale visivo. Con questo addestramento visivo, le aree intatte imparano elaborare le informazioni visive che sarebbero elaborate normalmente dalle parti nocive.

Lavorando con i partecipanti che avevano avvertito i traumi cranici traumatici, i ricercatori coppia la terapia visiva e il tRNS dell'addestramento di Huxlin applicati sia alle parti nocive che intatte dei cervelli dei pazienti. Questi partecipanti, anche, miglioramento con esperienza nel trattamento visivo e funzione dopo soltanto 10 giorni.

“Questo miglioramento veloce è qualcosa che non abbiamo veduto mai in questa popolazione paziente,„ Huxlin dice.

La promessa di offerte di ricerca per il superamento delle transenne chiave nella terapia di visione per i pazienti che hanno avvertito un colpo o un trauma cranico traumatico. l'Ri-apprendimento della percezione visiva persa a causa di danno neurologico richiede tipicamente i mesi di addestramento. Inoltre, è poco chiaro quanto tempo le abilità recuperate sono conservate una volta la terapia ha cessato.

“La bellezza di questa terapia combinata è l'addestramento molto breve,„ Battelli dice. “Quando lavorate con i pazienti del colpo rend contoere rapidamente che c'è molta fluttuazione nella loro capacità di restare sul compito. Quindi, prepararsi che è breve ed efficace è un grande vantaggio.„

Ma, mentre l'approccio a due punte potrebbe piombo alle terapie più efficienti, è esattamente meno chiaro perché l'approccio funziona. Quello sarà il fuoco della ricerca futura, Tadin dice. “Sembra che le guide del tRNS mettano il cervello in uno stato più di plastica, che lo rende più amendabile da a cambiamento indotto da addestramento, o imparare. Che cosa speriamo di imparare con lavori futuri è perché questo accade.„

Sorgente: Università di Rochester