I ricercatori scoprono il meccanismo inatteso di sopravvivenza di un sottoinsieme delle cellule tumorali

Sono incluse all'estremità dei cromosomi le strutture chiamate “telomeres„ che quella in celle normali diventa più breve mentre le celle si dividono. Mentre la riduzione progredisce avvia l'arresto o la morte di proliferazione delle cellule. Le cellule tumorali adottano le strategie differenti per sormontare questo meccanismo di controllo che si tiene al corrente del numero di volte che una cella ha diviso.

Una di queste strategie è l'allungamento alternativo della via dei telomeres (alt), che garantisce la capacità illimitata di proliferazione. Ora, un gruppo di ricerca piombo da Claus M. Azzalin al lobo Antunes (IMM di Instituto de Medicina Molecular João; Il Portogallo: https://imm.medicina.ulisboa.pt/en/investigacao/labs/azzalin-claus-m-lab/) ha scoperto che un enzima umano ha nominato FANCM (l'anemia di Fanconi, il gruppo di complementazione M) assolutamente è richiesta per la sopravvivenza delle celle del tumore dell'alt. I risultati ora sono stati pubblicati nelle comunicazioni della natura del giornale di accesso aperto. Le strategie future che mirano all'attività di questa molecola in celle del tumore dell'alt possono costituire la base di un protocollo terapeutico novello per il trattamento di questi tumori.

I tumori dell'alt sono circa 10% dei tumori umani e spesso si sviluppano in bambini (per esempio, nell'osteosarcoma giovanile) e sono particolarmente resistenti alla chemioterapia convenzionale. “Contrario al meccanismo canonico dell'allungamento del telomere che attiva il telomerase degli enzimi, queste celle del tumore specificamente usano questa via alternativa che è insensibile agli approcci terapeutici basati su inibizione del telomerase„, spiega Claus M. Azzalin, guida del gruppo ad IMM.

Gli studi precedenti hanno indicato che un danno fisiologico continuo del telomere deve essere mantenuto in queste celle per promuovere l'allungamento del telomere. Questo scenario implica che i livelli telomeric di danno siano mantenuti all'interno di una soglia specifica che è abbastanza su di avviare l'allungamento del telomere, eppure non troppo su indurre la morte delle cellule.„

Silva di Bruno, primo autore di questo lavoro

Facendo uso di una serie di biologia molecolare, ad esperimenti basati a biochimica di biologia delle cellule e, il gruppo di ricerca hanno trovato un ruolo essenziale per FANCM, una componente dei machineries della riparazione di danno del DNA della cella. “Che cosa abbiamo trovato siamo che le celle dell'alt richiedono l'attività del FANCM per impedire l'instabilità del telomere e la morte conseguente delle cellule„, dice il Silva di Bruno. “Quando eliminiamo FANCM dalle celle del tumore dell'alt, i telomeres sono nocivi molto e le celle smettono di dividersi e muoiono molto rapidamente. Ciò non è osservata in celle del tumore che l'attività precisa del telomerase o in celle in buona salute, significanti che è una funzionalità specifica delle celle del tumore di ATL„, spiega Claus M. Azzalin.

“Nel nostro punto di vista, questo è molto emozionante perché indica che quello attività transitoriamente drogare di FANCM in celle dell'alt dovrebbe piombo la morte molto veloce delle cellule specificamente in queste celle e che fissa la base potenziale per un protocollo terapeutico alternativo per questo tipo di tumori„, aggiunge Claus Azzalin.

Sorgente:

Instituto de Medicina Molecular

Riferimento del giornale:

Il Silva, B. et al. (2019) FANCM limita l'attività dell'alt limitando la replica telomeric indotta da stress da BLM diregolarizzato e dai R-cicli. Comunicazioni della natura. doi.org/10.1038/s41467-019-10179-z.