I governi del mondo che non riescono ad indirizzare la crisi di demenza, rapporto della DGC rivela

I governi del mondo non stanno riuscendo ad indirizzare la crisi di demenza secondo un nuovo rapporto dall'internazionale del morbo di Alzheimer (ADI).

Sull'anniversario biennale del piano d'azione (WHO) globale dell'organizzazione mondiale della sanità sulla risposta di salute pubblica a demenza 2017-2025, l'obiettivo primario per fare 146 dei 194 stati membri sviluppare una pianificazione nazionale di risposta a demenza, sta cadendo più indietro.

Globalmente soltanto 31 pianificazione nazionale esiste, comprendendo appena 26 stati membri del WHO, mentre fino a 34 sono in via di sviluppo. Durante i due anni ultimi soltanto due paesi (il Cile ed il Qatar) hanno creato le pianificazioni, significanti alla tariffa che corrente l'obiettivo 2025 non sarà raggiunto.

Due anni sopra dall'impegno assunto da 194 paesi all'Assemblea di salubrità di mondo, il passo di progresso è ancora troppo lento. I governi del mondo devono riconoscere la crisi che ora stiamo affrontando e dinamico lavoro per assicurare sono preparati per l'emergenza di demenza ad un livello nazionale.

Alcuni governi stanno facendo bene, stanno creando, costituendo un fondo per, spiegando e riflettendo le pianificazioni che sono mondo che piombo e possono ispirare altro, compreso il Giappone, la Corea del Sud, l'Inghilterra e la Scozia, ma non è abbastanza. Le pianificazioni nazionali su demenza richiedono tempo svilupparsi e sono essenziali nel raggiungimento degli atti tangibili richiesti per migliorare le vite della gente con demenza, delle loro famiglie e dei partner di cura.

Stiamo vedendo che lo sviluppo nelle aree di tasti come la ricerca di riduzione di rischio, tuttavia, la ricerca dei trattamenti di modificazione di malattia continua ad essere non alla portata e l'applicazione di migliori interventi di cura rimane evasiva. Nel frattempo, milioni di persone che vivono con la demenza e le loro famiglie sono nell'ambito di sforzo terribile.„

Paola Barbarino, CEO della DGC

Le raccomandazioni ottengono da un rapporto la DGC, che è stata rilasciata al suo evento laterale ufficiale all'Assembleand di salubrità di mondo 72, “perché noi tutta la necessità di fare più: Esaminando i sette campi di atto del piano d'azione globale su demenza„.

Nel 2017, il WHO ha adottato il piano d'azione globale sulla risposta di salute pubblica a demenza 2017-2025 all'Assembleath di salubrità di mondo 70. Il primo obiettivo nel piano d'azione globale è per 75 per cento del WHO è 194 stati membri svilupparsi o politiche nazionali, strategie, pianificazioni o strutture aggiornate per demenza da ora al 2025.