Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

PCRF assegna le concessioni di £1.2M per i nuovi progetti di ricerca che affrontano il cancro del pancreas

Sette progetti di ricerca innovatori che affrontano il cancro del pancreas hanno ricevuto le concessioni che ammontano a £1.2M dalla carità BRITANNICA di ricerca medica, fondo di ricerca del cancro del pancreas (PCRF).

Ciò è il quarto anno che la carità ha potuta assegnare sopra £1M per i progetti di ricerca e porta il suo portafoglio del progetto spende a £9M eccessivo, con un £2M supplementare impegnato nella prima banca dei tessuti nazionale del pancreas del mondo, creata nel 2016 più ulteriormente per accelerare il progresso della ricerca.

I nuovi progetti misurano la diagnosi precoce, i nuovi trattamenti potenziali e la ricerca fondamentale per scoprire perché l'immunoterapia ancora non funziona con cancro del pancreas. Comprendono la progressione di promessa della ricerca virotherapy, una tecnologia unica per etichettare le proteine indesiderate e per avviare la loro distruzione e le prove se le tecniche di apprendimento automatico possono contribuire ad identificare quelle al rischio dallo sviluppare la malattia.

Gli spazii in bianco di Maggie, il fondatore di PCRF e amministratore delegato, hanno detto:

La ricerca è il solo modo troveremo che i migliori modi di affrontarci il cancro del pancreas e devono continuare spingere i limiti degli approcci differenti della ricerca. Questi progetti comportano le nuove idee che, nuove tecnologie e le nuove tecniche che hanno eccitato il nostro comitato consultivo scientifico e noi siamo entusiasta vedere che cosa consegnano.„

I sette premi sono:

Dott. Richard Clarkson, università di Cardiff
Le celle normali sono programmate morire se sono nocive o malate in un trattamento chiamato apoptosis, ma le celle di cancro del pancreas contengono una molecola chiamata c-VIBRAZIONE che blocca questo trattamento. Il Dott. Clarkson ha indicato nelle prove di laboratorio che bloccare la c-VIBRAZIONE dal lavoro “rilascia i freni„ sul trattamento antitumorale. Ora vuole vedere se questo funziona in mouse con i tumori pancreatici e verificherà i nuovi modi bloccare la c-VIBRAZIONE.

Il professor Laura Itzhaki, università di Cambridge
Le celle restano in buona salute etichettando le proteine difettose con una molecola chiamata ubiquitin che agisce come un contrassegno di indirizzo, inviante le proteine da distruggersi dal macchinario dell'incenerimento dei rifiuti delle cellule. Prof. Itzhaki ha sviluppato una tecnologia che imita questo trattato, forzante il ubiquitin per fissare alle proteine selezionate e per avviare la loro distruzione. Questo progetto proverà se la tecnologia può eliminare le proteine prodotte da un gene difettoso chiamato KRAS, che è trovato in molti cancri del pancreas.

Dott. Gunnel Halldén, università di Londra di Queen Mary
Il Dott. Halldén sta progredendo la sua alla ricerca fondata PCRF che mira ad usare un virus del tipo di influenza, consegnata nella circolazione sanguigna, per cercare ed infettare le celle di cancro del pancreas dovunque siano nell'organismo. Questo progetto identificherà le nuove droghe che migliorano la capacità del virus di ripiegare dentro le cellule tumorali e di spargersi all'interno del tumore, che dovrebbe stimolare il sistema immunitario per assicurare la protezione a lungo termine dalla malattia che ritorna.

Dott. Naomi Walsh, Dublin City University, Irlanda
Il Dott. Walsh mira a progettare le droghe della chemioterapia che mireranno ed uccideranno ai tipi di cellule staminali del cancro all'interno dei tumori pancreatici che sono responsabili di farmacoresistenza e della ricaduta. Queste droghe sono progettate facendo uso di nuove tecniche che permettono loro di essere trasportate direttamente nelle cellule tumorali. Ciò significa che i pazienti potrebbero essere dati le più piccole dosi ed avvertire meno effetti secondari. Può anche permettere che più pazienti traggano giovamento da questi nuovi trattamenti.

Dott. Laura Woods, banco di Londra dell'igiene & della medicina tropicale
Il progetto del Dott. Woods indirizza la sfida di diagnostica del cancro del pancreas più presto. Applicherà le tecniche “di apprendimento automatico„ ad un database storico e anonimizzato di migliaia di registrazioni del GP per esaminare se la gente che il cancro del pancreas sviluppato successivo ha diviso il simile allarme immediato firma rilevabile prima della diagnosi. Ciò potrebbe fornire i mezzi di identificazione della popolazione dei pazienti che sarebbe stata redditizia schermare ed aumenta il numero dei cancri diagnosticati in una fase trattabile.

Il professor Maeve Lowery, Trinity College Dublino
Alcuni pazienti di cancro del pancreas hanno faglie in geni coinvolgere nella riparazione del DNA, quale il gene BRCA2, che fa il cancro più probabilmente per reagire a determinati trattamenti. Il professor Lowery studierà i campioni del tumore per trovare i cambiamenti nelle regioni differenti di questi geni e per valutare come questo pregiudica la risposta alle droghe che mirano alla riparazione difettosa del DNA. Spera che i risultati informino un test clinico dove i pazienti sono abbinati con le droghe molto probabilmente per avvantaggiarli.

Il professor Hemant Kocher, università di Londra di Queen Mary
Il progetto del professor Kocher studierà perché immunoterapia - un trattamento che sfrutta il sistema immunitario del paziente per uccidere le cellule tumorali - impianti con alcuni cancri ma non con cancro del pancreas. Il gruppo studierà come le celle immuni interagiscono a vicenda e sono avviate o inumidite nel cancro del pancreas. Lo scopo di questo progetto è di determinare la maggior parte del modo efficace di combinazione l'immunoterapia e della chemioterapia nei test clinici futuri del cancro del pancreas.