Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le allergie stagionali a coregone lavarello si presentano più frequentemente nella gente con i disordini di ansia

Le allergie stagionali ai tipi differenti di erba o di coregoni lavarelli dell'albero sono più comuni nella gente con i disordini di ansia, mentre i pazienti con la depressione sono più probabili soffrire dalle allergie perenni avviate dagli allergeni quale pelo. Questi sono i risultati di un gruppo dei ricercatori dall'università di Monaco di Baviera tecnica (TUM). Per contro, le allergie della droga e dell'alimento erano inalterate da questi disordini psicosociali.

Il gruppo intervistato sopra 1,700 persone dalla regione di Augusta della Germania circa le loro allergie. Piombo da Claudia Traidl-Hoffmann, Direttore del centro universitario per le scienze di salubrità all'ospedale universitario Augusta (UNIKA-T) e professore di medicina ambientale al TUM, del gruppo differenziato fra le allergie perenni o non stagionali - come quelli avviati dal pelo dell'acaro della polvere della casa o, delle allergie stagionali causate dal coregone lavarello dell'erba per esempio e delle allergie ad altre sostanze quale alimento.

I partecipanti di studio egualmente hanno risposto alle domande circa la loro salubrità psicologica. Il fuoco qui era sulla depressione, i disordini di ansia generalizzata - che pregiudicano tutti gli aspetti dello stress mentale vita ed acuto quotidiano.

Ci sono studi che mettono a fuoco sulle componenti psicologiche delle malattie della pelle o dell'asma allergica. Per la prima volta, ora possiamo mostrare una connessione con le allergie stagionali.„

Katharina Harter, l'autore principale della pubblicazione

Intorno ad un quarto di quelli esaminati (27,4%) ha specificato che hanno sofferto dalle allergie, con 7,7 per cento che riferiscono il perennial, 6,1 per cento stagionali e 13,6 per cento altri moduli delle reazioni allergiche.

Influenza provata dei fattori psicologici

È risultato che la gente con i disordini di ansia generalizzata egualmente ha sofferto più spesso dalle allergie del coregone lavarello, ma non dalle allergie annuali. Statisticamente, questi erano realmente meno frequenti nel gruppo di vittime di ansia. Una spiegazione possibile per questa potrebbe essere che la gente con le allergie persistenti sviluppa le strategie facenti fronte differenti per occuparsi dello sforzo, che le proteggono dai disordini di ansia.

D'altra parte, c'era una correlazione positiva fra le allergie e la depressione perenne o episodi depressivi. Tuttavia, la struttura dello studio non ha tenuto conto chiarimento di se le allergie aumentano la predisposizione alla depressione o se la depressione stessa è un fattore di rischio per le allergie. Che cosa si è sorpreso il gruppo di ricerca era il fatto che i fattori psicologici hanno avuti piccolo - se c'è ne - influenza sull'avvenimento delle allergie della droga e dell'alimento.

Indagine successiva pianificazione

I fattori possibili attenuarsi che potrebbero compromettere le relazioni causali si sono esclusi statisticamente in questo studio. Questi hanno compreso lo stato dell'età, il genere e predisposizioni di fumo/di non fumo della famiglia (per esempio ad asma allergica). Tuttavia, Harter egualmente descrive le debolezze dello studio: “Abbiamo un'età media relativamente alta di 61 anno, in modo dai giovani sono piuttosto sottorappresentati qui. I risultati egualmente sono basati sui rapporti personali piuttosto che le diagnosi ufficiali di allergia. Ma abbiamo campioni di sangue da tutti i partecipanti ed intendiamo verificare scientifico questo punto,„ lei confermiamo. Secondo prof. Traidl-Hoffmann, che cosa questo studio sottolinea specialmente è l'importanza di dedicazione del tempo sufficiente ai pazienti. Ciò è il solo modo complementare le valutazioni cliniche con gli aspetti psicosociali per supportare un approccio terapeutico integrato, come quello praticato dall'ambulatorio dell'università per medicina ambientale a UNIKA-T.

I dati di studio sono stati raccolti in secondo seguito allo studio di KORA S4. Basato a Augusta, la Germania, il centro universitario per le scienze di salubrità all'ospedale universitario Augusta, UNIKA-T, è un'associazione di ricerca di supporto insieme dall'ospedale universitario Augusta, dall'università di Augusta, dall'università di Monaco di Baviera tecnica (TUM) e dall'università di Ludwig Maximilian di Monaco di Baviera (LMU). Lo studio corrente è stato supportato dalla presidenza dell'epidemiologia a UNIKA-T.

Sorgente:

Università di Monaco di Baviera tecnica (TUM)

Riferimento del giornale:

Harter, 2019) fattori psicosociali differenti del K. et al. (è associato con le allergie stagionali e perenni in adulti: I risultati a sezione trasversale del KORA FF4 studiano, archivi internazionali dell'allergia e l'immunologia. doi.org/10.1159/000499042