Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli scienziati muovono un punto più vicino a sviluppare le terapie mirate a per le malattie infiammatorie

L'esplorazione della ricerca dagli scienziati alle università di Oxford e di Birmingham pubblicati oggi [29 maggioth] in natura ci porta un punto più vicino a sviluppare le terapie mirate a per le malattie infiammatorie.

Il gruppo di ricerca mostra, per la prima volta, che i tipi differenti di fibroblasti - le celle più comuni del tessuto connettivo in animali - sono organizzati in livelli differenti nella giunzione e sono responsabili di due moduli dell'artrite molto differenti; osteoartrite ed artrite reumatoide.

Le terapie mirate a potrebbero alterare il comportamento dei fibroblasti per diminuire l'infiammazione e la distruzione del tessuto in queste due malattie senza l'esigenza di immunosoppressione a lungo termine o delle sostituzioni unite, dice gli scienziati.

La ricerca è stata supportata dal centro biomedico della fiducia di Wellcome, contro l'artrite e di ricerca di NIHR Birmingham, che è basato alla fiducia delle fondamenta di Birmingham NHS degli ospedali universitari ed all'università di Birmingham.

La ricerca fa parte del programma di accelerazione di terapia di artrite (A-TAP), di un'alleanza unita fra le università di Birmingham e di Oxford, che mira ad assicurare che le osservazioni di livello internazionale di scienza di base siano accelerate nella terapia sperimentale di presto-fase per i pazienti. A-TAP è costituito un fondo per dalla fiducia di Kennedy per ricerca nella reumatologia all'università di Oxford.

Il professor principale Chris Buckley del ricercatore, dell'università di istituto di Birmingham di infiammazione ed invecchiamento e Direttore di ricerca clinica all'istituto di Kennedy all'università di Oxford:

Se confrontiamo i fibroblasti a terreno, questa ricerca ha indicato per la prima volta che non tutto il terreno è lo stesso.

Appena poichè ci sono livelli differenti di terreno nei nostri giardini - terreno superiore e sottosuolo - ci sono tipi differenti di fibroblasti nelle nostre giunzioni - ed ogni livello sembra essere associato con un tipo differente di artrite.

Da una prospettiva della ricerca questo è emozionante, ma le implicazioni cliniche sono egualmente molto importanti anche. Per la prima volta, abbiamo identificato due tipi differenti di fibroblasti nella giunzione, che, appena come i tipi differenti di terreni, piombo ai tipi differenti di artriti.

Il terreno superiore è che cosa va male nell'osteoartrite, mentre nell'artrite reumatoide è il sottosuolo che è in fallo.

Quando i pazienti sono veduti in clinica e non possiamo aiutarli, ci motiva per pensare creativamente a come conduciamo la nostra ricerca e classifichiamo la malattia.

Ora abbiamo scoperto un nuovo modo classificare e quindi trattare, l'artrite basata sulla cella di fondo, piuttosto che appena le funzionalità ed i geni clinici coinvolgere.

Le terapie correnti funzionano come l'uccisore di erbaccia - uccidono le erbacce ma le erbacce ritornano se non continuate ad applicare l'uccisore di erbaccia. La nostra ricerca faciliterà la ricerca puntata su cambiando il terreno superiore, sottosuolo - o entrambi - per trattare l'artrite.

Per conoscere stiamo ottenendo più vicino ai pazienti che d'offerta le nuove soluzioni è molto emozionanti e stiamo facendola perché definitivo stiamo esaminando le malattie facendo uso di un approccio basato da cella guidata da trattamento con il progetto di A-TAP.„

Due avanzamenti tecnici e clinici recenti hanno contribuito a piombo ai ricercatori la scoperta: biopsie come minimo dilaganti ed ordinamento unicellulare. Questi due sviluppi hanno permesso che il gruppo di ricerca studiasse le celle del fibroblasto e la loro posizione nella giunzione come mai prima, infine identificando e descrivendo la biologia dei sottoinsiemi distinti dei fibroblasti responsabili della mediazione l'infiammazione o del danno osso/della cartilagine nell'artrite.

Il primo Dott. Adam Croft, corrente conferenziere clinico accademico dell'autore di NIHR in reumatologia all'università di Birmingham e precedentemente costituita un fondo per da un'amicizia clinica dello sviluppo di carriera della fiducia di Wellcome, aggiunge: “L'artrite reumatoide è provocatoria trattare. Causa l'infiammazione cronica in giunzioni, piombo per fare soffrire, nel gonfiore e, col passare del tempo, nel danneggiamento della giunzione. Ciò è dovuto il proprio sistema immunitario dell'organismo che attacca le giunzioni, che piombo ad un afflusso delle celle immuni nel rivestimento della giunzione.

“I trattamenti correnti mirano a queste celle immuni direttamente o provando ad interrompere i segnali che attirano le celle verso la giunzione. Nessun trattamento direttamente mira ai fibroblasti, celle chiave dell'effettore in patologia di questa malattia.

“Grazie agli avanzamenti nella tecnologia ora, per la prima volta, abbiamo potuti identificare quali fibroblasti sono patogeni nell'artrite e come contribuiscono alla malattia.

D'importanza, abbiamo trovato che liberandoci di questi fibroblasti dalla giunzione potremmo ridurre l'afflusso delle celle immuni alla giunzione, piombo a meno infiammazione e distruzione.

“Media di questi risultati ora abbiamo una chiara spiegazione razionale per le droghe di sviluppo che possono mirare direttamente ai fibroblasti uniti e fornire il trattamento più efficace per la malattia persistente.„

Sources:

University of Birmingham

Journal reference:

Croft P A, et al. (2019) Distinct fibroblast subsets drive inflammation and damage in arthritis. Nature. doi.org/10.1038/s41586-019-1263-7.