Lo studio studia se il presupposto ischemico remoto potesse essere utile al cervello

Che cosa se indossare un polsino di pressione sanguigna potesse contribuire ad impedire il colpo? In un nuovo studio, la gente che ha limitato il loro flusso sanguigno indossando i polsini gonfiati di pressione sanguigna su un braccio e su un cosciotto dati segni di flusso sanguigno più controllato al loro cervello, un trattamento che potrebbe essere protettivo se il flusso sanguigno è più severamente limitato in caso di colpo, conciliantesi ad uno studio pubblicato nell'emissione online del 29 maggio 2019 di neurologia®, il giornale medico dell'accademia americana di neurologia.

Il trattamento è chiamato presupposto ischemico remoto. Gli studi precedenti hanno indicato che il presupposto ischemico remoto, facendo uso della compressione sulle estremità per limitare ripetutamente il flusso sanguigno e l'ossigeno porta, è utili agli organi interni come il cuore, rendente li più resilienti e resistenti ai cambiamenti nel flusso sanguigno e nel serio danno che possono accadere durante l'attacco di cuore quando il tessuto in primo luogo è privato di ossigeno e poi è danneggiato quando l'ossigeno è riparato.

Poiché gli studi precedenti hanno indicato i vantaggi al cuore, abbiamo voluto determinare se il presupposto ischemico remoto potesse anche essere utile al cervello. Il nostro studio ha trovato tale presupposto dell'autoregolamento cerebrale dinamico temporaneamente migliore, che è la capacità del cervello di regolamentare ed assicurare il flusso sanguigno adeguato al cervello malgrado pressione sanguigna cambia. Egualmente abbiamo trovato un aumento in biomarcatori nel sangue che può essere protettivo al sistema nervoso ed al cervello.„

Studi l'autore Yi Yang, il MD, PhD, del primo ospedale dell'università di Jilin a Chang-Chun, la Cina

Lo studio ha compreso 50 persone con un'età media di 35 chi erano tutti nei buona salute. Ogni persona è stata riflessa due volte, per 24 ore ogni volta, in primo luogo senza presupporre e poi con il presupposto.

Ogni partecipante ha passato una volta con il trattamento di presupposto, con i polsini di pressione sanguigna collocati su un braccio e su una coscia. I polsini sono stati gonfiati per cinque minuti e poi sono stati deflazionati per cinque minuti. Questo trattamento per diminuire il flusso sanguigno è stato ripetuto quattro volte.

I ricercatori hanno misurato il regolamento del flusso sanguigno del cervello di ogni partecipante misurando la pressione sanguigna ed anche facendo uso dell'ultrasuono misurare il flusso sanguigno all'interno di due arterie principali nel cervello. Le misure sono state catturate all'inizio di ogni giorno e poi a sei punti supplementari di tempo durante ogni periodo di tempo di 24 ore.

Hanno trovato che dopo il presupposto, i partecipanti avevano migliorato il regolamento del flusso sanguigno del cervello che comincia sei ore dopo il presupposto del quello sono stati sostenuti per almeno 24 ore.

I ricercatori egualmente hanno misurato i biomarcatori nel sangue un'ora dopo il presupposto ed hanno trovato che dopo il presupposto, i partecipanti hanno avuti un aumento in due biomarcatori conosciuti per proteggere il sistema nervoso come pure un aumento in quattro biomarcatori coinvolgere nel trattamento infiammatorio nel sistema immunitario. Egualmente hanno trovato i livelli più bassi di un biomarcatore che risponde ad infiammazione.

“I nostri risultati hanno mostrato un aumento in un fattore neurotrophic riga-derivato chiamato biomarcatore delle cellule glial che precedentemente è stato indicato per assicurare la protezione non solo contro le malattie quale il colpo, ma anche contro altre malattie in relazione con il nervo come la malattia del Parkinson e l'epilessia,„ ha detto Yang. “Di conseguenza, i nostri risultati indicano che il presupposto ischemico remoto può aumentare tali biomarcatori protettivi e può essere utile nell'impedire una serie di malattie neurologiche.„

La cella di Glial riga-ha derivato il fattore neurotrophic aumentato da una media di 0,289 picograms per millilitro (pg/ml) ad una media di 0,789 pg/ml un'ora dopo il presupposto.

Yang ha detto:

Mentre i nostri risultati sono emozionanti, non possiamo sapere ovviamente quando qualcuno avrà un colpo e quando questo potrebbe essere utile. Speriamo di usare questi risultati per contribuire a sviluppare un nuovo farmaco o trattamento che aiuteranno meglio tutta la gente a resistere al colpo o ad altre malattie neurologiche. È importante sottolineare che la gente non dovrebbe provare a limitare il flusso sanguigno da sè perché, a meno che sotto la tutela di un medico, potrebbero indurrsi a nuocere a. Inoltre, il nostro studio era piccolo e la molto più ricerca deve essere effettuata per confermare i nostri risultati prima che le raccomandazioni possano essere fatte ai medici per usare presupposto come terapia.„

Una limitazione dello studio è che i campioni di sangue sono stati prelevati soltanto una volta. Un'altra limitazione è che i partecipanti erano in buona salute, in modo dai risultati possono essere differenti nella gente che ha fattori di rischio per il colpo o altre malattie.

Sorgente: Accademia americana di neurologia