Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I nuovi regimi immunosopressivi possono migliorare i risultati per i pazienti di trapianto del rene

I risultati di preliminare da un test clinico $5,2 milioni piombo dall'università di ricercatori di Cincinnati indicano che il belatacept della droga immunosopressiva può aiutare sicuro e efficacemente curare i pazienti del trapianto del rene senza gli effetti secondari a lungo termine negativi dei regimi immunosopressivi tradizionali, le guide dello studio annunciate questa settimana.

La prova steroide iniziale UC guidata di ritiro di Belatacept (LA COSA MIGLIORE) rappresenta un passo avanti significativo nella scienza quanto di non solo salvare le vite con trapianto di rene, ma anche come prolungare le vite e migliorare la qualità di vita per quei pazienti per le decadi dopo chirurgia.

Nella MIGLIORE prova, abbiamo provato a raggiungere qualcosa che non fosse stato fatto nel trapianto: per eliminare molto presto l'uso dei corticosteroidi dopo che l'ambulatorio ed allo stesso tempo evita le tossicità connesse con i farmaci immunosopressivi della pietra angolare che erano stati usati per quattro decadi.

Abbiamo voluto diminuire gli effetti secondari e le tossicità di questi farmaci e renderlo più facili affinchè i pazienti tolleriamo le loro droghe di anti-rifiuto, mentre raggiungevamo le tariffe di rifiuto che sono ragionevoli. Questo lavoro ha risolto un problema di 40 anni dell'irritazione e rappresenta un passo avanti importante nel campo di trapianto.„

Ricercatore principale E. Steve Woodle, MD, William A. Altemeier professore in chirurgia di ricerca all'istituto universitario del UC di medicina e Direttore di trapianto solido dell'organo per salubrità del UC

I risultati biennali dello studio sono stati presentati dai MIGLIORI ricercatori in parecchie sessioni scientifiche del congresso americano annuale del trapianto, tenute 1-5 giugno a Boston.

I risultati supplementari relativi allo studio sono stati presentati dagli autori di studio, compreso Rita Alloway, PharmD, professore della ricerca della nefrologia all'istituto universitario del UC di medicina e Direttore della ricerca clinica del trapianto a salubrità del UC. I due ai regimi basati belatacept valutati nello studio non hanno impiegato l'uso a lungo termine di prednisone (un corticosteroide) o del tacrolimo (un inibitore di calcineurin).

“Il problema primario che ha impedito l'eliminazione dei corticosteroidi ed inibitori di calcineurin fin qui è stato eccessivo rifiuto valuta,„ Alloway ha detto. “La MIGLIORE prova dimostra che il rischio di rifiuto con i nuovi ai regimi basati belatacept è stato aumentato piuttosto e gli effetti secondari diminuiti e la riduzione cardiovascolare a lungo termine di rischio sono vantaggi potenziali importanti di questi regimi per il futuro.„

Per 16,000 persone che ricevono ogni anno un trapianto del rene negli Stati Uniti, il livello di cura comprende un regime della post-chirurgia che include i immunosoppressori dell'inibitore di calcineurin e (CNI) del corticosteroide--le droghe che per le decadi hanno aiutato i pazienti di trapianto di organi in tensione, ma possono anche venire con gli effetti a lungo termine quali la tossicità del rene o il danno cardiovascolare.

Nel 2011, gli Stati Uniti Food and Drug Administration hanno approvato l'uso belatacept impedire il rifiuto nei pazienti di trapianto del rene. Belatacept è una versione modificata del abatacept della droga, che è usato per trattare l'artrite reumatoide.

Il MIGLIORE studio è la prima grande, prova multicentrata per eliminare sia i corticosteroidi che CNIs dal regime della droga di un paziente dopo trapianto di rene. Entrambe le droghe collocano i pazienti ad un rischio aumentato di malattia cardiovascolare, di ipertensione, di ricco in colesterolo ed il diabete. CNIs egualmente ha indicato la tossicità ai reni trapiantati.

Il centro medico del UC era il centro di coordinazione per la prova e molti dei pazienti sono stati curati là.

Cominciando nel settembre 2012, la MIGLIORE prova ha iscritto più di 300 pazienti di trapianto adulti del rene ad otto centri del trapianto attraverso gli Stati Uniti. Nella prova ripartita con scelta casuale, i pazienti hanno ricevuto uno di due a regimi immunosopressivi basati belatacept, o al il regime immunosopressivo basato a corticosteroide tipico come controllo.

Dopo due anni, i dati indicano che i pazienti ai nei gruppi basati belatacept hanno mostrato le tariffe leggermente più alte del rifiuto, ma tariffe più basse della tossicità di GI, della neurotossicità, dello squilibrio dell'elettrolito e di altri effetti contrari connessi con ai i regimi basati a steroide.

“Questi CNI e protocollo [immunosopressivo] senza steroide è un passo avanti di promessa nelle tossicità di minimizzazione e migliorando la funzione renale del documento non autografo,„ gli autori di studio hanno scritto. “Le osservazioni più a lungo termine dovranno essere continuate.„

Una funzionalità unica di MIGLIORE prova era la partecipazione dei risultati paziente-riferiti raccolti via le indagini pazienti--raro in un test clinico ma critico al successo dello studio, Alloway ha detto. Quei risultati sono stati divisi per la prima volta alla riunione americana del congresso del trapianto.

“I pazienti vi dicono che quanto migliore si sentono e funzione con questa nuova combinazione della droga che fanno con la combinazione standard,„ Alloway ha detto. “E così possiamo mostrare che effetti secondari specifici sono riferiti meno di 5%, meno di 10%, meno di 15% dei pazienti--e come quello è differente che che cosa vedete nel livello di cura.„