Le pianificazioni iniziali possono migliorare la qualità di vita per i pazienti del centro ospedaliero

La documentazione attenta dei desideri della estremità-de-vita di un paziente del centro ospedaliero - e prominente notando che informazioni nelle cartelle mediche presto - potrebbe impedire le ospedalizzazioni indesiderate e gli interventi medici, un nuovo studio suggerisce.

I ricercatori all'Ohio State University hanno analizzato le cartelle mediche di 1.185 malati di cancro che erano stati centro ospedaliero riferito a ed hanno trovato che verificato fare-non-rianima l'ordine, o DNR, prima di ultimi 30 giorni di vita ha diminuito le probabilità dell'ospedalizzazione. Una nota prominente nella cartella medica elettronica che indica la pianificazione avanzata di cura (per esempio, le discussioni con i fornitori sulle direttive legali, una vita o una procura di sanità) egualmente ha diminuito le probabilità dell'ammissione - particolarmente se quella nota fosse fatta almeno sei mesi prima della morte.

Le transizioni pazienti malato terminali in centro ospedaliero si preoccupano una volta, lo scopo è di evitare le ospedalizzazioni e le procedure che sono inutili ed indesiderate, hanno detto Laura Prater, l'autore principale dello studio e un ricercatore postdottorale nella divisione di medicina interna generale all'istituto universitario dello stato dell'Ohio di medicina.

Lo scopo è duplice: per rispettare i desideri del paziente e mettere a fuoco sulla gestione di dolore e di qualità di vita. Sopra il quel, tenere i pazienti del centro ospedaliero dall'ospedale diminuisce i costi medici.

La nostra ricerca supporta l'importanza della divisione dei vostri desideri con il vostro medico e la vostra famiglia e suggerisce quella che fa che più presto può impedire le procedure e le ospedalizzazioni indesiderate che non allineano con le vostre priorità e non deteriorano la vostra qualità di vita.„

Laura Prater, l'autore principale dello studio

Lo studio recentemente è stato pubblicato online nel giornale americano di centro ospedaliero & di medicina palliativa.

È importante per i medici ed altri su un gruppo della cura del paziente avere conversazioni che indirizzano che i valori e gli scopi della persona, compreso cui fare se la sua malattia non è più trattabile, hanno detto Seuli Bose-Brill, l'autore senior dello studio e un medico di pronto intervento del centro medico di Wexner dello stato dell'Ohio che si specializza nella medicina interna e nella pediatria.

“Questi risultati di studio realmente supportano l'idea che più presto è migliore per la documentazione dei questi desideri. Coloro che aveva avanzato le note di pianificazione di cura nelle loro cartelle mediche sei mesi o più prima che uno scatto dell'ospedale sia significativamente meno probabile essere ammesso,„ Prater ha detto.

Specificamente, i ricercatori hanno esaminato “la lista di problema„ sulla cartella sanitaria - una sinossi facile da vedere di stato di salute di quella persona. Quando la pianificazione avanzata di cura è stata notata là più di sei mesi prima del mese definitivo di vita, l'ospedalizzazione era il più minimo probabile.

Gli studi precedenti hanno trovato che i soltanto 13 - 44 per cento dei pazienti malato terminali hanno documentazione della pianificazione avanzata di cura nelle loro cartelle mediche elettroniche e che la posizione e la facilità di individuazione che la documentazione è contradditoria.

In tempo della crisi, i pazienti del centro ospedaliero non sono spesso in una posizione per sostenere le loro proprie priorità ed i membri della famiglia possono essere incerti, impauriti o in disaccordo circa quelli desidera, complicando gli argomenti. Quando il gruppo di medici può vedere facilmente nella cartella medica elettronica che il paziente ha documentato i suoi desideri, facilita la loro capacità di agire nell'interesse del paziente, Bose-Brill ha detto.

“Penso che ognuno nella medicina sia informato che dobbiamo fare un migliore processo che documentiamo i desideri di estremità-de-vita, ma poichè una nazione non abbiamo capito quanto il più bene fare quello,„ ha detto.

Prater ha detto che questo studio potrebbe richiedere le discussioni all'interno delle pratiche mediche e gli ospedali circa come discutere e documentare coerente la pianificazione avanzata di cura per i pazienti.

“È importante fare questa parte del trattamento, per cercare i modi assicurarsi che queste conversazioni stiano accadendo coerente, presto e spesso, anche se sono conversazioni complesse e difficili avere,„ Prater abbiano detto.

E l'argomento dovrebbe non solo venire su quando transitioning al centro ospedaliero, Bose-Brill ha detto, perché quello è un periodo che può essere particolarmente carico di emozione e dolore e non sempre la migliore opportunità fare allo spiedo l'oggetto.

“Più presto iniziamo questo trattamento, di più lo normalizza,„ ha detto.

“Ci sono tante opportunità di esplorarci queste emissioni cui i pazienti e le famiglie stanno affrontando with e nella necessità di sanità di non assolvere noi stessi della nostra responsabilità di parlare di queste cose.„

Sorgente: Ohio State University