Strumenti basati sulla tecnologia novelli di uso dei neuroscenziati per predire schizofrenia

La schizofrenia, un disordine psichiatrico che pregiudica circa 1% della popolazione, è una causa principale dell'inabilità funzionale negli Stati Uniti. La diagnosi ha munito di cardini tipicamente la visualizzazione “dei sintomi positivi„ visibili quali le allucinazioni ed i delirii, ma un tasto all'identificazione ed al trattamento precedenti è un riconoscimento dei sintomi negativi e l'università di neuroscenziati della Georgia sta sviluppando gli strumenti basati sulla tecnologia novelli per catturare tali sintomi e per migliorare la previsione di rischio.

I sintomi negativi compaiono tipicamente anni prima che i sintomi positivi emergano spesso e siano che cosa in primo luogo portano i giovani che più successivamente sviluppano la schizofrenia nel contatto con il sistema sanitario mentale. Questi sintomi sono caratterizzati dalle riduzioni dell'emozione, motivazione e comunicazione espressiva e comprendono comportamento come il avolition, o una mancanza di motivazione per impegnarsi nelle attività scopo-dirette e asociality, o partecipazione in diminuzione nell'attività sociale, tra l'altro.

Storicamente, gli sforzi all'identificazione in anticipo e la prevenzione della schizofrenia hanno messo a fuoco sui sintomi positivi. Questi sintomi sono spesso perturbatori e richiedono l'attenzione clinica urgente quando emergono. Tuttavia, è i sintomi negativi del disordine che può essere ancor più importante da mettere a fuoco sopra per l'identificazione e la prevenzione iniziali.„

Gregory Strauss, assistente universitario di psicologia e di neuroscienza nell'istituto universitario di UGA Franklin delle arti e delle scienze

Costituito un fondo per con $3 milioni dall'istituto della salute mentale nazionale, Strauss è ricercatore principale su un progetto che raccoglierà i dati a UGA, alla Northwestern University ed all'Emory University per valutare i metodi novelli dell'identificazione di rischio come phenotyping digitale. Il progetto sfrutta una tecnologia onnipresentast 21century.

“Chiediamo ai partecipanti di registrare i video sui loro cellulari durante tutta la giornata, dove ci dicono circa cui stanno facendo e come stanno ritenendo,„ Strauss abbiamo detto. “Poi usiamo gli algoritmi automatizzati per elaborare l'emozione nella fronte di taglio e nella voce del partecipante per quantificare i sintomi negativi.„

I video possono anche essere utilizzati per l'analisi lessicale, determinando se determinate parole chiavi relative ad emozione positiva sono presenti o quanto tangenziale o incoerente il discorso potrebbe avere luogo. Questo la guida identifica altri sintomi chiave quali la disorganizzazione di discorso o persino i pensieri suicidi.

“Crediamo che queste variabili phenotyping digitali possano predire il rischio in un modo molto più specializzato che che cosa possiamo passare attraverso le scale di valutazione cliniche tradizionali,„ Strauss abbiano detto.

Il video lungamente ha fa parte dei metodi impiegati in una regolazione del laboratorio, richiedente spesso l'analisi scrupolosa e manuale. Strauss ed i colleghi vogliono automatizzare il processo completo e muoverlo verso il mondo reale in cui le emozioni accadono naturalmente.

“Stiamo mettendo a punto un sistema di controllo di rischio in cui un giovane potrebbe utilizzare alcune di queste misure per riflettere il loro rischio,„ Strauss abbiamo detto. “Se un telefono potesse contribuire a riflettere i loro sintomi ed ad impedirli dovere ritornare per le frequenti rivalutazioni cliniche, quello rappresenta un nuovo livello nel usando la tecnologia per la sanità mentale.„

Questo lavoro sulla valutazione fa parte di più grande programma della ricerca nel laboratorio di Strauss quel fuochi sulla determinazione dei meccanismi che sono alla base dei sintomi negativi.

“La mia speranza,„ ha detto, “è che i nostri risultati sui meccanismi del cervello scopriranno i nuovi obiettivi per il trattamento, poichè non ci sono corrente farmaci capaci efficacemente di trattamento dei sintomi negativi. Ciò è una di più grandi sfide nel campo della psichiatria.„

Sorgente: Università di Georgia