Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La tetrodotossina trovata in pesce palla può fornire il sollievo di dolore potente una volta data correttamente

Gli opioidi rimangono un sostegno del trattamento per dolore cronico e chirurgico, malgrado i loro effetti secondari e rischio per dipendenza e la dose eccessiva. Mentre gli anestetici locali convenzionali bloccano il dolore molto efficacemente, si logorano rapidamente e possono pregiudicare il cuore ed il cervello. Ora, uno studio in ratti offre un'alternativa possibile, comprendente una tossina altrimenti letale di pesce palla.

Negli importi minuscoli, in una formulazione ad emissione lenta che penetra efficientemente i nervi, la tossina ha fornito una cassaforte, il blocco nervoso altamente mirato a e longevo, ricercatori riferisce oggi nelle comunicazioni della natura. Lo studio piombo da Daniel Kohane, il MD, il PhD, Direttore del laboratorio per i biomateriali e della consegna della droga all'ospedale pediatrico di Boston.

Kohane lungamente si è interessato a neurotossine trovate negli organismi marini come il pesce palla e le alghe. Nelle piccole quantità, possono potenzialmente fornire il sollievo di dolore potente, bloccante i canali del sodio che conducono i messaggi di dolore. Il laboratorio di Kohane ha sperimentato con i vari modi dell'imballaggio e di consegna dei questi composti nelle particelle minuscole, attivanti la versione locale della droga con l'ultrasuono e l'indicatore luminoso vicino all'infrarosso, per esempio.

Per il nuovo studio, il gruppo ha scelto la tetrodotossina, un composto potente e disponibile nel commercio derivato dal pesce palla. (Tetrodotossina è rinomata per causare l'avvelenamento di fugu dal sashimi impropriamente pronto.)

Domare una tossina letale

Piuttosto che la tetrodotossina del caricamento nelle particelle come prima, il gruppo la limita chimicamente ad un polimero “spina dorsale.„ L'organismo degrada molto lentamente l'obbligazione fra la tetrodotossina ed il polimero via idrolisi, la rottura naturale dei legami chimici dall'acqua). Ciò rilascia la droga ad una tariffa lenta e sicura.

Una lezione che abbiamo imparato è quella con i nostri delivery system precedenti, la droga può perdere troppo rapidamente, piombo alla tossicità sistematica. In questo sistema, abbiamo dato per via endovenosa una quantità di tetrodotossina che sarebbe stata abbastanza per uccidere un ratto parecchie volte più se arreso lo stato non legato e gli animali nemmeno sono sembrato notarlo.„

Daniel Kohane, MD, PhD, Direttore del laboratorio per i biomateriali e della consegna della droga all'ospedale pediatrico di Boston

I colleghi di Kohane, Chao Zhao, PhD e Andong Liu, PhD, hanno sperimentato con differenti caricamenti della droga e formulazioni differenti del polimero per ottenere il blocco nervoso lungo-possibile con la meno tossicità.

“Possiamo modulare la composizione nel polimero per gestire il tasso di scarico,„ Zhao spieghiamo.

Miglioramento della permeazione

Alla sicurezza di accrescimento più ulteriore, il gruppo ha accoppiato la combinazione del tetrodotossina-polimero con un rinforzatore chimico di infiltrazione, un composto che ha reso il tessuto nervoso più permeabile. Ciò li ha permessi di usare i più piccoli importi della tetrodotossina ma ancora di raggiungere il blocco nervoso.

“Con il rinforzatore, concentrazioni nella droga che sono inefficace entrate in vigore, senza aumentare la tossicità sistematica,„ dice Kohane. “Ogni bit della droga avete messo nei terrapieni la maggior parte del pugno possibile.„

“Indichiamo che sia il rinforzatore di infiltrazione che il legame reversibile della tossina al polimero sono determinanti per il raggiungimento della tale anestesia prolungata,„ aggiungiamo Liu.

Buoni risultati iniziali

Quando i ricercatori hanno iniettato la combinazione vicino al nervo sciatico in ratti, hanno raggiunto un blocco nervoso per i fino a tre giorni, con il locale minimo o la tossicità sistematica e nessun segno evidente della lesione del tessuto.

Nella teoria, il blocco nervoso in esseri umani potrebbe durare ancora più lungamente, poiché si potrebbe amministrarlo sicuro di in ratti, dice Kohane. Facendo uso dei polimeri con un tempo di conservazione più lunga in tessuto egualmente prolungherebbe gli effetti.

“Potremmo pensare alle durate molto lunghe del blocco nervoso per i pazienti con dolore di cancro, per esempio,„ dice. “Certamente per i giorni e forse per le settimane.„

I ricercatori insieme all'ospedale pediatrico di Boston hanno fatto domanda per un brevetto che riguarda la tecnologia. Per informazioni sull'autorizzazione, contatto [email protected] nell'ufficio di sviluppo della tecnologia e dell'innovazione dei bambini di Boston.

Sorgente:

Ospedale pediatrico di Boston