Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La chemioterapia può provocare la distruzione sul cuore

Cheryl Krafft è stato diagnosticato con un modulo aggressivo di linfoma non-Hodgkin ed è stato messo su un regime molto ad alta potenza della chemioterapia per sbarazzare il suo organismo del cancro. Che cosa non stava contando sopra era la chemioterapia che causa un altro problema ugualmente micidiale.

“Stavo avvertendo la dispnea e la fatica durante il miei trattamento e me finalmente è stata diagnosticata con infarto congestivo,„ Krafft ha detto. “Ero molto turbato perché ho passato attraverso cancro ed ora ho avuto malattia di cuore di battaglia.„

Barry Trachtenberg, M.D., Direttore dell'cardio-oncologia al cuore metodista di Houston DeBakey & al centro vascolare, dice che il trattamento di chemioterapia è un trattamento necessario nella lotta contro la maggior parte dei cancri ed ha prolungato la vita per milioni di persone. Purtroppo, molti malati di cancro soffrono da un rischio aumentato di complicazioni cardiache relative all'effetto che tossico alcune droghe della chemioterapia hanno sul cuore. l'Cardio-oncologia è un campo rapido crescente votato alla prevenzione ed alla gestione delle complicazioni cardiache potenziali innumerevoli dai trattamenti del cancro.

Ovviamente, deve essere amministrata, ma i pazienti sicuri devono essere riflessi molto attentamente durante e dopo il trattamento, secondo il loro regime terapeutico ed il loro rischio determinato. È realmente straziante dire i pazienti che hanno combattuto e battuto il cancro che ora devono lottare con un cuore che sta venendo a mancare.„

Barry Trachtenberg, M.D., Direttore di cardio-oncologia al cuore metodista di Houston DeBakey & al centro vascolare

Trachtenberg dice che un gruppo di agenti chiamati antracicline è conosciuto per causare la disfunzione del cuore in alcuni pazienti che li catturano. Questo modulo della chemioterapia è uno degli più ampiamente usate nel mondo per trattare il cancro al seno, il linfoma, la leucemia, ecc. Ulteriormente, ci sono le tossicità cardiache di molti più nuovi tipi di chemioterapie come pure radioterapia ed immunoterapie.

Uno studio 2012 di 12.000 donne che hanno subito questo regime standard della chemioterapia ha trovato che erano 20 per cento più probabili da sviluppare l'infarto in cinque anni. Le donne sopra l'età 75 nello stesso studio che sono state date una combinazione di antraciclina e di Herceptin erano 40 per cento più probabili da sviluppare l'infarto durante quel stesso periodo di tempo. In pazienti che sono riflessi molto attentamente sulle antracicline, circa 9% avrà danno cardiaco misurato dagli ecocardiogrammi seriali.

“Il danneggiamento del cuore può cominciare durante il trattamento o non rivelare fino agli anni più successivamente. Il tasto sta catturandolo presto,„ Trachtenberg ha detto. “Dentro nei primi tre - sei mesi c'è una buona probabilità invertire la malattia di cuore con i farmaci standard quali gli ACE-inibitore ed i betabloccanti. Dopo sei mesi, è molto meno probabile che la funzione del cuore ritornerebbe al normale.„

L'associazione americana del cuore raccomanda un ecocardiogramma standard per i pazienti che ricevono gli agenti di antraciclina e gli ecocardiogrammi successivi per la schermatura da allora in poi, sebbene un periodo di tempo o un video specifico non sia ben definito. A volte questo tipo di chemioterapia può avere bisogno di di essere interrotto complessivamente se un paziente di cui la frazione di espulsione del ventricolo sinistro, la misura del quanto sangue sta pompando dal ventricolo sinistro, la camera di pompaggio principale del cuore, ha caduto inferiore a 50 per cento.

“I pazienti con i fattori di rischio per la malattia di cuore come una storia della famiglia, un'ipertensione, un diabete ed i quelli sulle chemioterapie conosciute per avere rischi cardiaci quali le antracicline, dovrebbero essere esaminati regolarmente,„ Trachtenberg ha detto. “Quelli sulle antracicline della dose elevata o sugli agenti multipli che possono danneggiare il video ancor più attento di bisogno del cuore.„

Krafft è uno di quei fortunati. Ha veduto un cardiologo non appena ha cominciato ad avere sintomi.

“La mia frazione di espulsione era 28 per cento e sono felice di riferire oggi, dopo la ricezione del farmaco adeguato ed il trattamento, che il mio cuore sta battendo normalmente,„ Krafft ha detto. “Inoltre, il mio cancro è nella remissione. Non potrei essere più felice che sono abbastanza in buona salute giocare con i miei grandkids e vivere la mia vita. Incoraggierei i malati di cancro a fare le domande riguardo ai rischi di malattia di cuore prima che la chemioterapia in modo da essi non fosse impreparato catturato da una diagnosi spaventosa.„