Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'insufficienza dell'alimento, il impulsivity, bere ed il trauma di infanzia si sono riferiti a perpetrazione di IPV

La violenza intima del partner (IPV) - conosciuta comunemente come violenza domestica e lungamente connessa con bere - è un problema sanitario di salute pubblica significativo. L'esame dei pazienti ha trattato ai pronto soccorsi urbani (EDs) indica che scelta delle sedi beventi, quali le barre o i ristoranti e l'importo consumato là, sembra avere poca influenza sul rischio di IPV. Questi risultati ed altri saranno divisi alla riunionend scientifica 42annual della società della ricerca su alcolismo (RSA) Minneapolis nei 22-26 giugno.

L'esame dell'impatto del contesto sociale di bere sul rischio di IPV può fornire nuove informazioni che potrebbero contribuire ad impedire IPV in relazione con l'alcool. Per esempio, se gli ambienti frequentati dai bevitori con le norme sociali permissive verso aggressione - quali le barre “violente„ - sono collegati a IPV, quindi interventi potrebbe mirare a quelle barre rischiose. O se bevendo nei contesti specifici o nelle impostazioni quali i partiti è associato con IPV, gli interventi al livello comunitario potrebbero limitare bere in quelle impostazioni.„

Canto natalizio B. Cunradi, ricercatore senior all'istituto pacifico per ricerca e la valutazione

Cunradi discuterà i suoi risultati al RSA che si incontra domenica 23 giugno.

“Abbiamo valutato le associazioni fra IPV e la frequenza e la quantità di bere in sei contesti differenti: barre o pub; ristoranti; la casa di un amico o di un parente; la sua propria casa; impostazioni pubbliche quali le soste ed i parcheggi; e ritrovi comunali, corridoi sociali o grandi eventi,„ ha spiegato.

“Circa 23 per cento del campione hanno riferito la partecipazione dopo anna di IPV,„ ha detto. Tuttavia, ha aggiunto, bere i contesti non ha contribuito sostanziale alla frequenza di perpetrazione o della vittimizzazione di IPV fra i maschi o le femmine. I fattori di contributo erano più complicati.

“I risultati delle nostre analisi la hanno mostrata che l'insufficienza dell'alimento, il impulsivity e le esperienze avverse di infanzia sono stati collegati con perpetrazione di IPV fra gli uomini e le donne,„ hanno detto. “Inoltre, avendo un partner che era un bevitore di problema è stato associato con perpetrazione maschio di IPV; i giorni di uso della marijuana sono stati collegati con perpetrazione femminile di IPV. Molti di questi fattori e dell'avere un partner che era un bevitore di problema, sono stati associati con la vittimizzazione di IPV per entrambi i generi. Le analisi precedenti, tuttavia, avevano indicato che la frequenza dell'intossicazione e di bere a rischio (4+/5+ beve al giorno per le femmine/maschi) aumenta la probabilità di IPV.„

L'indirizzo del IPV richiede un approccio complesso, Cunradi ha detto:

La diminuzione del problema partner/del coniuge che beve e che elimina l'insufficienza dell'alimento può contribuire a diminuire IPV fra le popolazioni socialmente svantaggiate. Inoltre, la prevenzione delle esperienze avverse di infanzia può potenzialmente diminuire la salubrità futura ed i problemi comportamentistici e dovrebbe essere una priorità di salute pubblica.„