I laboratori e gli interventi online forniscono il supporto per i genitori dei pazienti di anoressia

In un pilota aggettante alla clinica dell'università per il bambino e la psichiatria adolescente di MedUni Wien e AKH Wien, i genitori dei pazienti di anoressia sono stati resi familiare alla malattia sotto forma di laboratori e di intervento online e sono stati introdotti alle abilità per l'interazione con i loro bambini per promuovere guarire. La valutazione scientifica ha mostrato la chiara e riduzione durevole dello stress psicologico all'interno della famiglia influenzata dal disordine alimentare. I risultati ora sono presentati durante il più grande congresso europeo di psichiatria infantile (dal 30 giugno al 2 luglio) a Vienna.

L'anoressia nervosa è una delle malattie psichiatriche più severe in adolescenti femminili. La sua origine è co-condizionale su una serie di fattori biologici e genetici e deve essere trattata nelle sue fasi iniziali. Nel trattamento, non solo i pazienti stessi, ma egualmente l'ambiente personale avverte lo stress psicologico, che può influenzare il trattamento curativo.

Uno stile disfunzionale di interazione e di comunicazione all'interno della famiglia e/o “delle emozioni espresse livello„ dai parenti fa parte di numerosi fattori che mantengono i sintomi di disordine alimentare. Il programma SUCCEAT (personale che dispensa le cure supportante dei bambini e degli adolescenti con i disordini alimentari in Austria) mostra come questi possono essere indirizzati e come possono migliorare l'interazione fra i genitori ed i bambini con il disordine alimentare. In un progetto in parecchi anni, presieduti da Andreas Karwautz e da Gudrun Wagner (clinica dell'università per i bambini e la psichiatria adolescente di MedUni Wien/AKH Wien), il programma è stato valutato in uno studio controllato ripartito con scelta casuale. I genitori di più di 100 pazienti sono stati assegnati all'intervento sotto forma di laboratori di otto settimane o ad un intervento online con 8 moduli. Nelle riunioni settimanali, le informazioni per quanto riguarda i disordini alimentari e le abilità nella manipolazione delle situazioni critiche sono state mediate.

Sotto la guida del bambino e psichiatri e psicologi adolescenti, i genitori potevano imparare il comportamento migliore nelle situazioni difficili (per esempio durante i pasti comuni, l'acquisto o le attività eccessive di sport). Mentre questo potrebbe essere realizzato nei gruppi del laboratorio con il gioco di ruolo, i partecipanti all'intervento online potevano scambiare le esperienze di forum online.

La maggior parte del aspetto importante all'inizio dei laboratori era di trasportare che la malattia del loro bambino non è la faglia dei genitori. Nessuno è accusato di fare qualcosa male. Il riuscito trattamento di questa malattia altamente complessa richiede l'assistenza dei genitori. Lo scopo dei laboratori è di amplificare questa assistenza e di stare bene ad una parte della soluzione.„

Andreas Karwautz, clinica dell'università per i bambini e la psichiatria adolescente di MedUni Wien/AKH Wien

Quindi, i genitori egualmente imparano applicare i meccanismi di reazione per i momenti della propria frustrazione e trasformarsi in così in un modello per i loro bambini.

Riduzione dello sforzo dovuto la malattia

L'effetto dell'intervento è stato valutato con l'aiuto di un questionario. Lo sforzo generale e mangiare-disordine-specifico, i sintomi psichiatrici e “le emozioni espresse livello„ dei genitori sono stati diminuiti significativamente nel laboratorio di SUCCEAT come pure nel gruppo online; questa riduzione era a lungo termine corso stabile. Le abilità dei genitori trattando i loro bambini con i disordini alimentari sono migliorato significativamente in entrambi i gruppi. Ciò fornisce un trattamento disordine-specifico altamente efficace per i genitori degli adolescenti le anoressie nervose.

Questo modello già è stato applicato nella routine clinica alla clinica dell'università per i bambini e la psichiatria adolescente di MedUni Wien/AKH Wien. “Poichè egualmente il gruppo online ha mostrato chiaramente una risposta positiva, questo modello può anche essere assolto ed applicato assennatamente a casa„, spiega Gudrun Wagner. “Quanto come il supporto dei genitori urta al trattamento curativo di giovani pazienti è l'argomento di ulteriori valutazioni.„