Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le tasse sulle bevande zuccherate ‐ dello zucchero diminuiscono l'assunzione, manifestazioni importanti di esame

Una tassa di 10 per cento sulle bevande zuccherate ha tagliato l'approvvigionamento ed il consumo di bevande zuccherate da una media di 10 per cento nei posti che è stata introdotta, un esame principale pubblicato giusto ha trovato.

Ricercatori dall'università di Otago, Wellington, Nuova Zelanda, prova combinata dalle impostazioni in cui una tassa delle bevande zuccherate si era applicata e le valutato stata in una meta-analisi. Gli studi hanno incluso quattro città negli Stati Uniti: Cleveland, Ohio; Portland, Maine; Berkeley, California; e Filadelfia, Pensilvania. Una tassa regionale è stata studiata in Catalogna, Spagna e gli effetti delle tasse estese a tutto il paese sono stati studiati nel Cile, in Francia e nel Messico.

La ricerca è pubblicata nel giornale scientifico internazionale, esami dell'obesità.

Il Dott. Andrea Teng dell'autore principale dice che la ricerca adotta un nuovo approccio nella combinazione degli studi multipli che esaminano l'impatto nell'ambiente delle tasse zuccherate della bevanda sulle vendite, sugli approvvigionamenti e sull'ingestione dietetica prima e dopo le tasse sono state imposte, o fra le impostazioni tassate e non tassate.

“Questo nuovo esame presenta la prova coercitiva che la bevanda zuccherata tassa il risultato nelle vendite in diminuzione, nell'approvvigionamento o nell'ingestione dietetica delle bevande tassate. Per una tassa di 10 per cento, i volumi zuccherati della bevanda sono diminuito da una media di 10 per cento.

“Mostra che le tasse sulle bevande zuccherate sono un efficace strumento per diminuire il consumo e sappiamo dall'altra ricerca che l'alto consumo di bevande zuccherate aumenta il rischio di obesità, di diabete e di carie dentaria.„

Il Dott. Teng dice che c'è egualmente prova che il consumo zuccherato della bevanda può contribuire alla malattia di cuore, al cancro ed alla morte prematura.

Alcuni degli studi hanno esaminato la gente alternativa delle bevande consumata invece delle bevande zuccherate dopo che la tassa era applicata. Con una tassa di 10 per cento sulle bevande zuccherate, c'era in media un aumento di 1,9 per cento in tali bevande alternative e per l'acqua specificamente c'era un aumento di 2,9 per cento. Questo reticolo più sano della sostituzione non è conclusivo, ma in tre sulle quattro impostazioni in cui la sostituzione ha accaduto, l'aumento nel consumo delle altre bevande non zuccherate era statisticamente significativo.

Un co-author dell'esame, il Dott. Amanda Jones, dice che tutti gli diversi studi nell'esame hanno trovato una riduzione del consumo zuccherato della bevanda, ma l'impatto in alcune impostazioni era maggior di altri. Applicando la tassa dalle soglie del tenore di zucchero, piuttosto che come una percentuale il prezzo, è sembrato essere importante per la determinazione dell'impatto più favorevole.

Altre ragioni per le differenze fra le impostazioni possono essere la combinazione con altre polizze di prevenzione dell'obesità, la consapevolezza del pubblico della tassa, risposte dell'industria, preferenze dei consumatori, permeabilità del confine, disponibilità delle bevande alternative e la sensibilità al prezzo. Per esempio, il Cile egualmente ha fatto diminuire la tassa sulle bevande a bassa percentuale di zucchero contemporaneamente ad aumentare la tassa sulle bevande dello alto-zucchero; Il Messico ha introdotto una tassa delle bevande zuccherate combinata con una tassa degli alimenti industriali; e la Francia egualmente ha tassato le bibite con i dolcificanti artificiali.

Alcune delle differenze trovate in questi studi possono anche essere dovuto i meccanismi di non prezzo. Per esempio, una tassa può segnalare al pubblico che la serietà della preoccupazione di salubrità si è associata con il consumo del prodotto.

Una tassa può anche spingere i produttori a riformulare i livelli dello zucchero verso il basso, come si vede nel Regno Unito, anche prima che la loro tassa sia stata introdotta nell'aprile 2018.„

Dott. Amanda Jones

Alcuni studi esaminati l'impatto delle tasse zuccherate della bevanda dai fattori socioeconomici, ma la più ricerca è necessaria in questa area, gli autori dicono. Nel Messico, per esempio, c'erano maggiori declini del consumo nelle famiglie di reddito più basso, mentre l'opposto era vero nel Cile.

L'organizzazione mondiale della sanità raccomanda i governi impone una tassa di 20 per cento alle bevande zuccherate, ad esempio la prova per consumo diminuito ed effetti sulla salute significativi è più forte per questa categoria dell'alimento.

Source:
Journal reference:

Teng, A.M. et al. (2019) Impact of sugar-sweetened beverage taxes on purchases and dietary intake: systematic review and meta-analysis. Obesity Reviews. doi.org/10.1111/obr.12868.