Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La carenza di vitamina D alla nascita aumenta il rischio di ipertensione in bambini

La carenza di vitamina D dalla nascita a prima infanzia è stata associata con un rischio aumentato di pressione sanguigna elevata nell'infanzia e nell'adolescenza successive, secondo la nuova ricerca nell'ipertensione americana del giornale di associazione del cuore.

I ricercatori hanno seguito 775 bambini dalla nascita per invecchiare 18 al centro medico di Boston. La maggior parte hanno vissuto in un'area urbana a basso reddito e e 68% dei bambini erano afroamericani. I bassi livelli di vitamina D sono stati definiti come meno di 11 ng/ml (nanograms per millimetro) nel sangue di cavo alla nascita e meno di 25 ng/ml nel sangue di un bambino durante la prima infanzia.

Confrontato ai bambini che nascevano con la vitamina D adeguata livella:

  • I bambini sopportati con i bassi livelli di vitamina D hanno avuti un elevato rischio di circa 60% di pressione sanguigna sistolica elevata fra le età 6 e 18;
  • I bambini che hanno avuti livelli con insistenza bassi di vitamina D con prima infanzia hanno avuti doppio il rischio di pressione sanguigna sistolica elevata fra le età 3 e 18.
  • Sistolico si riferisce al primo o al numero della cima in un valore di pressione sanguigna. Indica quanta pressione il vostro sangue sta esercitando contro le vostre pareti dell'arteria quando i vostri battimenti di cuore. Gli alti valori di pressione sanguigna sistolici aumentano il rischio di malattia cardiovascolare anche quando la pressione sanguigna diastolica, il secondo numero in un valore di pressione sanguigna, è controllata.

Corrente, non ci sono raccomandazioni dall'accademia americana della pediatria schermare tutti i donne incinte e bambini piccoli per i livelli di vitamina D. I nostri risultati sollevano la possibilità che schermare ed il trattamento della carenza di vitamina D con il completamento durante la gravidanza e la prima infanzia potrebbero essere un efficace approccio per diminuire più successivamente l'ipertensione nella vita.„

Guoying Wang, M.D., Ph.D., l'autore principale dello studio e uno scienziato di aiuto al banco di Bloomberg di Johns Hopkins University della salute pubblica a Baltimora, Maryland

Wang ha aggiunto che che cosa costituisce i livelli di circolazione ottimali di vitamina D durante la gravidanza e la prima infanzia rimane una domanda attiva della ricerca e che i loro risultati di studio devono essere ripiegati in altre grandi popolazioni.

La vitamina D è necessaria affinchè l'organismo assorba il calcio per le forti ossa. È fatta dai nostri enti quando siamo esposti a luce solare ed abbiamo trovato in alcuni alimenti, quali le uova, salmone ed abbiamo fortificato i prodotti lattiero-caseari. È egualmente disponibile come supplemento della vitamina.

L'ipertensione è un piombo, causa evitabile della malattia cardiovascolare universalmente. Con un aumento nell'obesità fra i bambini, la prevalenza di ipertensione in bambini è stata sull'aumento negli ultimi anni, particolarmente fra i bambini afroamericani. L'ipertensione nell'infanzia è un fattore di rischio importante per avere ipertensione e sviluppare la malattia cardiovascolare nell'età adulta.

Source:
Journal reference:

Wang, G. et al. (2019) Vitamin D Trajectories From Birth to Early Childhood and Elevated Systolic Blood Pressure During Childhood and Adolescence. Hypertension: Journal of the American Heart Association. doi.org/10.1161/HYPERTENSIONAHA.119.13120.