Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le nuovi combinazioni della droga e programmi di dosaggio migliorano la prospettiva nel tumore del colon avanzato

Il tumore del colon avanzato si sparge spesso ampiamente e non può rispondere alla chemioterapia standard. In tal caso, una combinazione novella di droghe e di dosaggio flessibile può contribuire a raggiungere una migliore prospettiva, come dimostrato da parecchi nuovi studi.

In uno studio, i ricercatori hanno esplorato l'uso di paclitaxel nel trattamento di carcinoma spinocellulare metastatico dell'ano. 5 una combinazione del fluorouracil (5-FU) /cisplatin è il trattamento prima linea corrente per la malattia metastatica, ma nessuna terapia standard esiste per i tumori refrattari (resistenti alla terapia standard). In questo scenario, 6 pazienti sono stati curati con paclitaxel, che è utilizzato in simili tumori della testa e del collo. C'era una risposta misurabile al trattamento settimanale con paclitaxel in 4 pazienti, mentre uno mostrato la stabilizzazione della malattia che segue questa terapia.

I risultati dell'europeo RIORGANIZZANO la prova sono stati presentati al congresso del mondo di ESMO su Cancro gastrointestinale 2019. Questi provenivano da quasi 300 pazienti attraverso la Spagna, l'Italia e la Francia. Questi pazienti avevano 64 anni, in media e tutti hanno avuti cancro colorettale metastatico refrattario (mCRC). Tutti avevano progredito dal trattamento diretto prima linea del quarto-line per la malattia.

Regorafenib è un inibitore della multi-chinasi usato in modo inaccettabile in CCRm refrattario ma con un tasso alto di sospensione dovuto gli effetti contrari severi. La prova ha mirato a valutare l'effetto dei cambiamenti nel programma di dosaggio sulla tollerabilità, sulla tossicità e sulla sopravvivenza globale con questa droga.

I pazienti sono stati assegnati a caso ad uno di tre gruppi: dose standard (SD), dosaggio diminuito (RD) e dosaggio intermittente (ID). I pazienti di deviazione standard hanno ricevuto 160 mg/giorno, mentre i pazienti di RD erano su 120 mg/giorno, entrambi per tre settimane seguite da una settimana fuori. Nel gruppo di identificazione, il regorafenib a 160 mg/giorno è stato usato durante le settimane alterne.  

Se il ciclo 1 del trattamento di identificazione e di RD fosse tollerato bene, tutti i pazienti sono stati passati da allora in poi ai cicli di deviazione standard. Guillem Agiles, autore di studio, spiega, “abbiamo diminuito la dose nel primo ciclo e poi abbiamo intensificato perché è stato indicato che la tossicità è più alta nei primi e secondi mesi del trattamento.„

Mentre non c'era cambiamento nel numero globale degli eventi avversi del grado 3/4, l'uso di identificazione e di RD nel primo paio di mesi è stato associato numericamente con meno eventi che avversi quello piombo alla sospensione, quale la reazione dell'interfaccia di fatica, di ipertensione e del a mano piede (HFSR. La durata del trattamento e la sopravvivenza senza progressione mediana (circa 3-4 mesi e 2 mesi rispettivamente) non erano commoventi, rendendo questo un'alternativa fattibile.  La prova, che è finora il più grande in questa area, così ha supportato l'uso di dosaggio flessibile con il regorafenib in questa circostanza.

Agiles spiega, “questi risultati, interpretati nel contesto di altre prove, come i ReDOS americani di studio (3), ci dice che le dosi più flessibili di regorafenib sono un'efficace alternativa per migliorare la qualità di vita in pazienti con cancro colorettale refrattario metastatico„. Altri oncologi sono stati impressionati ugualmente, con il professor Eric Van Cutsem di Lovanio dell'università che predice che cambierebbe il modo che il regorafenib è utilizzato in CCRm.

Il congresso di ESMO egualmente ha sentito parlare un'altra innovazione: lo studio di CRC del GAVITELLO su una combinazione di tre droghe usate per trattare il positivo refrattario di CCRm per BRAF V600E-mutation.  Questa mutazione è osservata in 15% dei pazienti di CCRm ed ha una prognosi difficile.

La prova ha fatto partecipare 665 pazienti in tre gruppi del trattamento: terapia del tripletto con encorafenib, binimetinib e cetuximab; terapia del doppietto con encorafenib e cetuximab; ed uno di due regimi chemioterapeutici (irinotecan o una combinazione di acido folinico, di fluoruracil e di irinotecan (FOLFIRI) con cetuximab).

La combinazione del tripletto di agenti della non chemioterapia è stata risolta per sopprimere l'entrambe via della chinasi di BRAF ed altri meccanismi compensativi che permettono che le celle del tumore sviluppino la resistenza ai inhihibitors di BRAF. Lo studio Scott Kopetz autore ha commentato: “Il cancro colorettale non risponde alla terapia di BRAF da solo perché le cellule tumorali si adattano attraverso altri meccanismi dopo il trattamento iniziale. Con questa terapia mirata al triplo, stiamo usando molto scientifico una combinazione logica per inibire BRAF e questi altri meccanismi.„

La terapia del tripletto è stata tollerata bene ed è stata provocata una sopravvivenza globale mediana di 9 mesi e un tasso di risposta obiettivo di 26% in confronto a 5,4 mesi e di 2% rispettivamente con la terapia standard. Il miglioramento notevole ha indotto un esperto a sottolineare la necessità della prova sistematica di BRAF in tutti i pazienti con il CRC d'ora in poi, rendente questo il nuovo standard della cura. “Ora abbiamo un trattamento specifico che può cambiare il corso naturale della malattia in pazienti con le mutazioni di BRAF ed è migliore della terapia precedente, in modo da è essenziale che i pazienti siano esaminati ordinariamente,„ ha detto il professor Andres Cervantes di Valencia.

Inoltre, l'evitare la chemioterapia è un grande premio. Cervantes dice, “in molti altri tipi di cancri e specialmente nel cancro colorettale, è comune affinchè le terapie mirate a biologiche sia usato congiuntamente alla chemioterapia. Il fatto che possiamo dare questa combinazione mirata a senza l'esigenza della chemioterapia è molto buone notizie per i pazienti, specialmente a causa degli effetti secondari che avvertono tipicamente con la chemioterapia.„

Mentre soltanto i pazienti refrattari di CCRm che hanno venuto a mancare fino a due righe di chemioterapia sono attualmente ammissibili per tale trattamento, deve essere studiato in altri tumori del BRAF-mutante, se in CCRm più iniziale o nella terapia ausiliaria che segue l'asportazione primaria del tumore, per migliorare le tariffe della maturazione.

La parola definitiva? Le combinazioni della droga ed i programmi cambianti di dosaggio promettono di rendere la vita migliore per i pazienti di CCRm mentre mantengono l'efficacia del trattamento.

Sources:
Journal reference:

K Rekai, K Belkharoubi, B Larbaoui, P-001, Paclitaxel for the treatment of anal cancer after cisplatin and 5-fluorouracil, Annals of Oncology, Volume 30, Issue Supplement_4, July 2019, mdz155, https://doi.org/10.1093/annonc/mdz155

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2019, July 08). Le nuovi combinazioni della droga e programmi di dosaggio migliorano la prospettiva nel tumore del colon avanzato. News-Medical. Retrieved on October 19, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20190708/New-drug-combinations-and-dosing-schedules-improve-outlook-in-advanced-colon-cancer.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Le nuovi combinazioni della droga e programmi di dosaggio migliorano la prospettiva nel tumore del colon avanzato". News-Medical. 19 October 2021. <https://www.news-medical.net/news/20190708/New-drug-combinations-and-dosing-schedules-improve-outlook-in-advanced-colon-cancer.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Le nuovi combinazioni della droga e programmi di dosaggio migliorano la prospettiva nel tumore del colon avanzato". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20190708/New-drug-combinations-and-dosing-schedules-improve-outlook-in-advanced-colon-cancer.aspx. (accessed October 19, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2019. Le nuovi combinazioni della droga e programmi di dosaggio migliorano la prospettiva nel tumore del colon avanzato. News-Medical, viewed 19 October 2021, https://www.news-medical.net/news/20190708/New-drug-combinations-and-dosing-schedules-improve-outlook-in-advanced-colon-cancer.aspx.