Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I supplementi nutrizionali non offrono la protezione contro le malattie cardiovascolari, dicono i ricercatori

Un nuovo studio avverte che la maggior parte dei supplementi dietetici non fanno niente proteggere dalle malattie cardiovascolari, compreso la malattia di cuore, il colpo e perfino gli attacchi di cuore. Sulla base della ricerca, il gruppo dei ricercatori dalla West Virginia University ha concluso che i supplementi più nutrizionali non offrono la protezione contro le condizioni del cuore potenzialmente interne.

Supplementi nutrizionali su una tabella grigiaValentina_G | Shutterstock

Lo studio, che è stato pubblicato negli annali del giornale di medicina interna, indica che sebbene l'assunzione diminuita del sale e determinati supplementi possano ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, i supplementi più nutrizionali non migliorano il rischio per la malattia di cuore o la morte.

La popolarità dei supplementi nutrizionali è salito alle stelle negli Stati Uniti nel corso degli ultimi anni, con circa 3 in 4 persone corrente che le catturano. Ironicamente, c'è soltanto prova limitata sull'efficacia di questi supplementi o se sono sicuri da consumare.

La ragione che abbiamo intrapreso questi studi era che milioni di persone negli Stati Uniti ed attraverso il mondo consumano i supplementi o seguono determinati reticoli dietetici, ma non c'era prova di buona qualità per suggerire che questi interventi avessero tutto l'effetto sulla protezione cardiovascolare.„

Safi Khan, assistente universitario, scuola di medicina di West Virginia University

Pochi supplementi mostrano le indennità-malattia per il cuore

I ricercatori hanno analizzato i dati da 277 hanno ripartito le probabilità sulle prove controllate per determinare gli effetti di 18 supplementi nutrizionali e di 8 diete sulla salubrità di quasi 1 milione adulti. I risultati mostrano quello dei 16 supplementi dietetici, solo due hanno mostrato gli effetti benefici su salubrità del cuore, vale a dire gli acidi grassi a catena lunga omega-3 ed acido folico.

“La maggior parte dei supplementi non ha effetto sul miglioramento della sopravvivenza o diminuendo il rischio di attacco di cuore o di colpo,„ il Dott. Safi Khan, un professore clinico di aiuto di medicina interna alla West Virginia University, ha detto in un'istruzione.

Infatti, i ricercatori hanno trovato che gli acidi grassi a lunga catena omega-3 possono contribuire a proteggere da attacco di cuore, o infarto miocardico e coronaropatia. Inoltre, il rischio di colpo ha diminuito nella gente che ha catturato i supplementi dell'acido folico.

Altro completa cioè il selenio, vitamina b6, vitamina E, vitamina C, ferro e la vitamina A, tra l'altro, non mostra effetto significativo su salubrità del cuore.

Alcuni supplementi possono anche causare il danno

Alcuni supplementi possono anche causare il danno potenziale. Per esempio, catturare sia la vitamina D che il calcio può aumentare il rischio di colpo. Tuttavia, catturare la vitamina D o il calcio da solo è sembrato non avere effetto sui risultati o sulla mortalità cardiovascolari.

Molte diete popolari non hanno effetti benefici su salubrità del cuore, anche

Completa da parte, i ricercatori anche messi a fuoco sugli interventi dietetici per vedere se sono utili per il cuore. Quello è perché c'è un piccolo corpo di conoscenze e una prova di alta qualità che le diete sono realmente cuore-sane.

La maggior parte delle diete, come consumo di grassi modificato, la dieta Mediterranea e consumo di grassi saturato diminuito, non hanno avute effetto sul cuore affatto. Infatti, la sola dieta utile è l'assunzione diminuita del sale, ma soltanto in quelle con pressione sanguigna normale. La gente con ipertensione è già a rischio dei vari eventi cardiovascolari.

L'assunzione diminuita del sale è stata associata con il miglioramento la sopravvivenza globale e della mortalità cardiovascolare. Ciò è qualcosa che possa essere fattoe un backup con logica perché c'è una quantità sufficiente di dati, in vari studi, che l'assunzione a bassa percentuale di sale di manifestazioni basicamente migliora l'ipertensione, che direttamente influenza il risultato cardiovascolare.„

Uno dei risultati più sorprendenti era che la dieta Mediterranea non ha assicurato la tutela della salute del cuore. La dieta è rinomata e popolare affinchè la sua promessa diminuisca il rischio di vari disturbi, compreso la malattia cardiovascolare.

Uno stile di vita e una dieta ben equilibrati possono migliorare la salubrità del cuore

In generale, una dieta ben equilibrata è ancora il migliore modo fornire all'organismo le sostanze nutrienti e le vitamine necessarie. I ricercatori concludono:

L'altro nutrizionale completa, come vitamina b6, la vitamina A, i multivitaminici, antiossidanti e gli interventi dietetici e del ferro, quale consumo di grassi diminuito, non hanno avuti effetto significativo sui risultati della malattia cardiovascolare o della mortalità.„

I ricercatori sperano che i risultati di studio sollecitino l'indagine successiva sull'assunzione dei supplementi nutrizionali e sulla pratica di determinati interventi dietetici, particolarmente per coloro che è a rischio della malattia di cuore ed il colpo. Alcuni esperti egualmente avvertono che determinate diete non possono essere buone per il cuore e soltanto mangiare una dieta equilibrata sana è il tasto a salubrità globale.

Journal reference:

Khan, S., Khan, M., Riaz, H., Valavoor, S., Zhao, D., Vaughan, L., Okurintemi, V., Riaz, I., Khan, M.S., Kaluski, E., Murad, H., Blaha, M., Guallar, E., and Michos, E. (2019). Effects of Nutritional Supplements and Dietary Interventions on Cardiovascular Outcomes: An Umbrella Review and Evidence Map. Annals of Internal Medicine. DOI: 10.7326/M19-0341.

Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She is currently completing her Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and worked as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2019, July 09). I supplementi nutrizionali non offrono la protezione contro le malattie cardiovascolari, dicono i ricercatori. News-Medical. Retrieved on August 05, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20190709/Nutritional-supplements-offer-no-protection-against-cardiovascular-diseases-say-researchers.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "I supplementi nutrizionali non offrono la protezione contro le malattie cardiovascolari, dicono i ricercatori". News-Medical. 05 August 2020. <https://www.news-medical.net/news/20190709/Nutritional-supplements-offer-no-protection-against-cardiovascular-diseases-say-researchers.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "I supplementi nutrizionali non offrono la protezione contro le malattie cardiovascolari, dicono i ricercatori". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20190709/Nutritional-supplements-offer-no-protection-against-cardiovascular-diseases-say-researchers.aspx. (accessed August 05, 2020).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2019. I supplementi nutrizionali non offrono la protezione contro le malattie cardiovascolari, dicono i ricercatori. News-Medical, viewed 05 August 2020, https://www.news-medical.net/news/20190709/Nutritional-supplements-offer-no-protection-against-cardiovascular-diseases-say-researchers.aspx.