Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La vitamina D è essenziale per impedire il preeclampsia

Un nuovo studio suggerisce che la vitamina D possa invertire le interazioni alterate delle cellule nei vasi sanguigni che si presentano nel preeclampsia una complicazione di gravidanza ha caratterizzato da ipertensione. L'individuazione è pubblicata davanti alla stampa nel giornale americano di fisiologia cellulare della fisiologia.

Il Preeclampsia può minacciare la salubrità di futuro e di vita sia di una persona incinta che della loro prole. Danneggiamento dell'endotelio materno; il rivestimento dei vasi sanguigni; è una funzionalità della circostanza, riflessa da un numero diminuito delle celle specializzate (celle endoteliali del progenitore, o di EPCs) che circolano nel sangue ed aiutano con la riparazione dell'endotelio. La disfunzione delle celle endoteliali fetali del filone ombelicale e EPCs fetale possono anche accadere nelle gravidanze preeclamptic. Campioni endoteliali delle cellule del filone ombelicale; catturato subito dopo della consegna del bambino; sia usato spesso studiare il regolamento della funzione endoteliale delle cellule.

La vitamina D svolge un ruolo nella regolamentazione dell'apparato cardiovascolare. Gli studi precedenti hanno indicato che i bassi livelli di vitamina D sono stati collegati allo sviluppo di preeclampsia, che è classificato come malattia cardiovascolare. I ricercatori dalla facoltà di medicina di Hannover in Germania e l'università di banco di Pittsburgh dell'istituto di ricerca del Magee-Womens della medicina hanno studiato gli effetti della vitamina D sull'interazione fra EPCs e le celle endoteliali del cordone ombelicale; quale facilitano la riparazione endoteliale; in donne con preeclampsia.

Hanno trovato che le celle del filone ombelicale e di EPCs non hanno integrato e non comunicato pure a vicenda come quando sono state esposte alle celle endoteliali dalle gravidanze sane. Tuttavia, quando le celle del filone ombelicale e di EPCs sono state curate con la vitamina D, queste interazioni alterate sono state invertite. “Abbiamo trovato un effetto di stimolazione della vitamina D sulle interazioni della cella-cella che possono essere importanti per omeostasi endoteliale e la riparazione,„ i ricercatori abbiamo scritto.

“Anche se la carenza di vitamina D è soltanto un fattore di rischio per [preeclampsia], lo stato sufficiente di vitamina D alla concezione ed in tutto la gravidanza potrebbe migliorare la salubrità vascolare della prole e materna nella gravidanza e da allora in poi. Se i cambiamenti cellulari osservati persistono nel periodo e nell'infanzia neonatali e sono un indicatore in anticipo possibile di un rischio cardiovascolare aumentato della progenie delle gravidanze [preeclamptic] deve essere studiato da ulteriori studi,„ i ricercatori hanno scritto.

Source:
Journal reference:

Brodowski, L. et al. (2019) The role of vitamin D in cell-cell interaction of fetal endothelial progenitor cells and umbilical cord endothelial cells in a preeclampsia-like model. American Journal of Physiology—Cell Physiology. doi.org/10.1152/ajpcell.00109.2019.