Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Capacità di uccisione del Cancro delle celle immuni poco-note identificate

I ricercatori alla Trinity College Dublino hanno identificato, per la prima volta nel cancro esofageo, la capacità di uccisione del cancro di un tipo poco-noto di cella immune, presentante un nuovo obiettivo terapeutico potenziale. La loro ricerca è stata pubblicata oggi mercoledì 10 luglio 2019 nel giornale internazionale “frontiere in immunologia„.

Il cancro esofageo è un tipo molto aggressivo di cancro con la prognosi difficile ed il tasso di sopravvivenza di cinque anni è tipicamente meno di 15%. Collegato con l'obesità, il cancro esofageo è uno dei cancri più a crescita rapida nel mondo occidentale e l'incidenza è dovuta raddoppiarsi in Irlanda nelle prossime decadi. Le strategie correnti del trattamento funzionano bene ma soltanto per una minoranza (approssimativamente 25%) dei pazienti in modo da di nuove opzioni del trattamento sia necessaria urgentemente.

Le nuove strategie del trattamento che mirano al sistema immunitario hanno avute effetti rivoluzionari in altri tipi del cancro, ma gli ultimi test clinici indicano che, deludente, l'immunoterapia non offre vantaggio reale per la maggior parte dei pazienti con cancro esofageo.

Il gruppo di ricerca di immunopatologia del Cancro dall'istituto di traduzione della medicina della trinità (TTMI) basato sull'ospedale di St James, sta studiando i tipi non convenzionali di celle immuni con le funzioni poco-note. Le celle di T (un tipo di globulo bianco) sono molto importanti nel cancro di combattimento; impedire i tumori che sorgono e che uccidono fuori dai tumori stabiliti se attivato nel modo corretto. Finora, la maggior parte agli degli studi basati a immune in gran parte ha messo a fuoco sulle celle di T (citotossiche) convenzionali CD8, ma le celle di T non convenzionali, sebbene meno abbondanti, potessero anche avere abilità potente di uccisione del cancro.

Il gruppo ha studiato un tipo particolare di cellula T, conosciuto come una cella di MAIT (cella invariante mucoso-associata) nel cancro esofageo. Le celle di MAIT sono conosciute per proteggere dalle infezioni batteriche ma piccolo è conosciuto circa cui fanno nel cancro.

Il gruppo a trinità è il primo per riferire la caratterizzazione delle celle di MAIT nella regolazione esofagea del cancro. Hanno esaminato il sangue delle cellule di MAIT ed i tumori dai pazienti con cancro esofageo o un disordine precanceroso hanno chiamato l'esofago di Barrett ed hanno trovato quello:

  • Le celle di MAIT sono diminuite nel sangue dei malati di cancro, confrontato ai donatori in buona salute ma sono trovate in tumori esofagei ai livelli elevati che i tessuti sani.
  • I livelli delle cellule di MAIT non sono influenzati dal trattamento chemoradiotherapy, a differenza di altri tipi a cellula T.
  • Le celle in buona salute di MAIT possono uccidere le cellule tumorali esofagee in una provetta, ma questa uccisione è diminuita quando il liquido dalle biopsie fresche del tumore è presente, significando che i fattori dal tumore possono impedire l'uccisione delle cellule di MAIT.
  • Le celle di MAIT catturate dai tumori esofagei hanno mostrato gli alti livelli degli indicatori connessi con inibizione funzionale. Ciò significa che i tumori esofagei sembrano potere fermare le celle di MAIT dall'uccisione loro, usando questi indicatori inibitori per consegnare “non uccide„ il segnale.

In generale, questi risultati rivelano una funzione antitumorale per una nuova cellula bersaglio terapeutica potenziale in questo tipo aggressivo del cancro, che sta inibendo dal tumore stesso. L'individuazione dei modi nuovi invertire l'inibizione di abilità di tumore-uccisione delle cellule di MAIT può offrire una nuova strategia terapeutica nella lotta contro cancro.

Ricerchi l'assistente universitario a TTMI ed il ricercatore principale, il Dott. Margaret Dunne ha detto:

Le tariffe esofagee del cancro stanno essendo in rialzo in Irlanda e le strategie migliori del trattamento sono necessarie urgentemente. Rivelando come di meno hanno studiato le celle immuni lavori nel cancro, possiamo capire meglio le imperfezioni delle immunoterapie correnti e studiare i nuovi modi amplificare la risposta immunitaria anticancro.

Le immunoterapie hanno rivoluzionato il trattamento del cancro ma ancora soltanto funzionano per una minoranza della gente. Una comprensione più approfondita della biologia di fondo sarà critica da disfare perché questa è - e da permettere che più pazienti si avvantaggino.„

 

Source:
Journal reference:

Melo, A.M. et al. (2019) Mucosal-Associated Invariant T Cells Display Diminished Effector Capacity in Oesophageal Adenocarcinoma. Frontiers in Immunology. doi.org/10.3389/fimmu.2019.01580.