Lo studio identifica le caratteristiche e le esperienze chiave nella gente che interiorizza l'errore di ponderazione

L'errore di ponderazione è un modulo comune del pregiudizio contro la gente che è osservata come avendo peso in eccesso. Alcune persone che lottano con peso possono interiorizzare il marchio di infamia orientato verso loro, incolpando e svalutandosi di a causa del loro peso. Mentre ha saputo che il peso “auto-marchio di infamia„ è associato con salubrità mentale e fisica difficile, non è chiaro chi è la maggior parte del incline questa interiorizzazione.

In un nuovo studio pubblicato oggi nella scienza e nella pratica dell'obesità, i ricercatori alla medicina di Penn e l'università di Connecticut Rudd concentrano per politica alimentare e l'obesità ha esaminato più di 18.000 adulti iscritti all'internazionale commerciale di programma WW della gestione del peso (precedentemente Weight Watchers Inc.) ed ha trovato che partecipanti che hanno interiorizzato di errore di ponderazione teso per essere più giovani, femminili, per avere un più alto indice di massa corporea (BMI) e per avere un inizio più iniziale della loro lotta del peso. I partecipanti che erano il nero o hanno avuti un partner romantico hanno avuti livelli più bassi di interiorizzazione.

Ancora non sappiamo perché qualche gente che lotta con il loro peso interiorizziamo il marchio di infamia della società ed altri non fanno. Questi risultati rappresentano un primo punto verso l'aiuto noi identificano, fra la gente che prova a gestire il loro peso, che può essere più probabile auto-da stigmatizzare. La gente che sta provando a perdere il peso può essere fra il più vulnerabile per pesare il auto-marchio di infamia, ma questa emissione raramente è discussa nelle impostazioni del trattamento.„

Perla di Rebecca dell'autore principale dello studio, PhD, un assistente universitario di psicologia in psichiatria nella scuola di medicina di Perelman all'università della Pennsylvania

La ricerca ha trovato che, oltre gli effetti di BMI e della depressione, il marchio di infamia auto-diretto del peso è associato a un aumentato rischio per la malattia cardiovascolare e metabolica. In questo studio--la più grande indagine sul auto-marchio di infamia del peso nel mondo--i ricercatori hanno esaminato gli adulti per identificare le caratteristiche e le esperienze chiave nella gente che interiorizza l'errore di ponderazione.

Partecipanti richiamati quando nella loro vita hanno avvertito il marchio di infamia del peso dall'altra gente, quanto frequente e come rovesciando le esperienze erano e chi era che chiamati loro nomi, rifiutati loro, o rifiutati loro un'opportunità semplicemente a causa del loro peso. I risultati hanno indicato che quasi due terzi dei partecipanti hanno riferito avvertire il marchio di infamia del peso almeno una volta nella loro vita e quasi a metà hanno riferito avvertire questi eventi quando erano bambini o anni dell'adolescenza. I ricercatori hanno esaminato le relazioni fra questi esperienze e livelli di marchio di infamia auto-diretto.

I partecipanti che hanno riferito avvertire il marchio di infamia del peso da altri hanno avuti livelli elevati di errore di ponderazione interiorizzato che coloro che non ha riferito esperienze nel marchio di infamia del peso. I ricercatori dicono che questo era particolarmente vero per i partecipanti che hanno avuti peso-stigmatizzare le esperienze presto nella vita e continuate per avere queste esperienze rovesesse come adulti. La gente che il marchio di infamia con esperienza del peso dai membri della famiglia o dagli amici, o da quelli nel loro posto di lavoro, comunità, o la regolazione di sanità, egualmente ha avuto maggior prova del auto-marchio di infamia del peso ha confrontato ai partecipanti che non hanno incontrato il marchio di infamia del peso da quelle sorgenti.

“I nostri risultati possono informare i modi supportare la gente che è avvertente o interiorizzante il marchio di infamia del peso, compreso le opportunità di indirizzare il marchio di infamia del peso come componente della gestione del peso e programmi sani di stile di vita,„ ha detto il ricercatore principale Rebecca Puhl, il PhD, un professore dello studio dello sviluppo e delle scienze umani della famiglia all'università di Connecticut.

Il campione di studio, sebbene il più grande fin qui, rappresentato soltanto una piccola percentuale dei membri di WW, in modo dai risultati non possa generalizzare a tutti i membri o agli adulti che provano a perdere il peso in altri modi. Una certa ricerca priore ha suggerito che quella gente che interiorizza l'errore di ponderazione potesse avere risultati a lungo termine peggiori di perdita di peso, ma la più ricerca su questo argomento è necessaria.

Inoltre, il gruppo della perla sta sviluppando un intervento psicologico per il auto-marchio di infamia del peso che può essere compreso nella gestione del peso.