I ricercatori spiegano perché i pazienti di fascioliasis hanno aumentato il rischio per le malattie neurologiche

Fascioliasis è una malattia parassitaria causata da due specie che sono presenti nel fegato: Gigantica epatico del Fasciola e mondiale attuale è che, del Fasciola, che è in Asia ed in Africa. L'alta patogenicità di questa malattia piombo l'organizzazione mondiale della sanità (WHO) per comprenderlo nella lista di grandi malattie di umanità. La causa di due specie del Fasciola ha variato i quadri clinici, dai casi senza sintomi, a altri severi che potessero causare la morte. Fra i casi severi ci sono una vasta gamma di malattie neurologiche, dalla paralisi degli arti, motore e disturbi del linguaggio e la perdita di sensi, agli attacchi, all'epilessia ed al coma entrante. La Spagna è il paese con il numero secondo più esteso dei casi del fascioliasis neurologico diagnosticato, dopo la Francia.

In un articolo pubblicato in parassitologia del giornale, María Adela Valero e María Dolores Bargues, professori al dipartimento della farmacia e della tecnologia della farmacia ed alla parassitologia del UV, con il Mas-Coma del professor Santiago ed i suoi collaboratori, indicano che il Fasciola espelle e/o secerne tantissime proteine che inducono la trasformazione di una proteina del plasma chiamata plasminogen, nella plasmina degli enzimi, quale hanno la capacità di decomporre i grumi o gli emboli. Questa trasformazione di plasminogen in plasmina fa parte del fibrinolitico e le linee di contatto, di cui il prodotto finale è un forte peptide proinflammatory chiamato bradykinin, che aumenta la vasodilatazione delle arterie e filoni come pure permeabilità vascolare.

Ciò è come il Fasciola finisce generando il bradykinin capace dell'apertura della barriera hematoencephalic, un piccolo livello impermeabile di celle che funge da protettore del cervello. Questa barriera è situata nei capillari che irrigano il cervello e funzionano come filtro fra il sangue ed i sistemi nervosi, bloccanti tantissime sostanze dal andare dal sangue al cervello. L'apertura della barriera hematoencephalic da bradykinin permette affinchè la secrezione differente del Fasciola/prodotti dell'escrezione accedi al cervello come pure altre sostanze tossiche derivate dall'atto patogeno di questo parassita, con gli effetti neurologici risultanti.

Il Mas-Coma di Santiago, esperto nel WHO nelle malattie tropicali e Direttore di studio, evidenzia l'importanza di questi risultati quando si riferiscono “alla porta che si apre per sviluppare gli indicatori che permettono che noi diagnostichiamo il rischio di pazienti ha infettato dal fascioliasis di sofferenza delle malattie neurologiche, come uno dei problemi principali che questi pazienti con i sintomi neurologici hanno è che gli specialisti medici che tendono a questi pazienti, come è logico, ritengono raramente al fascioliasis come la sorgente, dovuto la natura rara di questi casi.„

I punti culminanti UV di professore che “hanno catturato noi a molti anni di lavoro, perché nessuno ha avuto tutta l'idea del percorso o dei percorsi che un parassita presente nel fegato di pazienti potrebbe utilizzare per aprire la barriera hematoencephalic ad una distanza. C'erano molte ipotesi varie che i gruppi differenti avevano considerato, ma non erano stati confermati. Il chiarimento come il parassita causa queste malattie e la spiegazione tutte la complessità e dell'eterogeneità cliniche di questi casi è stato indubbiamente la sfida più importante.„

Sforzi di María Adela:

I problemi inerenti alla parte sperimentale necessaria per ottenere i materiali biologici freschi per estrarre ed analizzare giustamente escrezione/proteine di secrezione in un parassita della trasmissione vectoral mediante una lumaca d'acqua dolce e dell'infezione sperimentale successiva degli animali da laboratorio. Sono lunghi esperimenti dove molti aspetti possono andare male. Fortunatamente, abbiamo avuti il successo previsto.„

Ancora, María Dolores Bargues, Presidente della medicina tropicale spagnola e società di salubrità dell'internazionale (SEMTSI), punti culminanti “il successo che una collaborazione interamente spagnola ha avuta in questa ricerca, con due gruppi dall'università di Valencia ed uno dall'università di Salamanca.„

La diffusione iniziale di questo articolo ha avuto luogo nella presentazione orale del professor Mas-Coma nel simposio della federazione internazionale per medicina tropicale tenuta l'anno scorso in Corea. Il lavoro è stato finanziato dall'agenzia spagnola di cooperazione internazionale per lo sviluppo (AECID), tramite il FIS e la rete di RICET del ministero della sanità, dal programma di PROMETEO del governo regionale di Valencia e da un progetto di cooperazione allo sviluppo del UV.

Source:
Journal reference:

González-Miguel, J. et al. (2019) Numerous Fasciola plasminogen-binding proteins may underlie blood-brain barrier leakage and explain neurological disorder complexity and heterogeneity in the acute and chronic phases of human fascioliasis. Parasitology. doi.org/10.1017/S0031182018001464.