Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

la dieta stile Mediterraneo nella gravidanza ha potenziale di diminuire l'obesità, il diabete gestazionale

Una dieta stile Mediterraneo semplice nella gravidanza non diminuisce il rischio globale di complicazioni avverse della prole e materne, ma ha il potenziale di diminuire l'obesità nella gravidanza ed il rischio di diabete gestazionale, secondo un test clinico piombo dall'università di Londra di Queen Mary e dall'università di Warwick.

I risultati, pubblicati nella medicina del giornale PLOS e costituiti un fondo per dalla carità di Barts, mostrano quello che ha una dieta stile Mediterraneo (30g compreso delle noci miste per giorno e olio di oliva vergine extra) piombo i 35 per cento ad più a basso rischio del diabete di sviluppo nella gravidanza ed in media 1,25 chilogrammi meno obesità nella gravidanza, hanno confrontato a coloro che ha ricevuto la cura prenatale sistematica.

Lo studio suggerisce che una dieta stile Mediterraneo potrebbe essere un efficace intervento per le donne che forniscono la gravidanza con l'obesità preesistente, l'ipertensione cronica o i livelli di lipidi sollevati.

Il professor Shakila Thangaratinam dall'università di Londra di Queen Mary ha detto:

Ciò è il primo studio per indicare che le donne incinte ad ad alto rischio delle complicazioni possono trarre giovamento da una dieta stile Mediterraneo per diminuire la loro obesità e rischio di diabete gestazionale.

Applicare questa dieta sembra essere efficace ed accettabile alle donne. Le linee guida dietetiche nazionali correnti non comprendono le componenti chiavi della dieta stile Mediterraneo nelle loro raccomandazioni. Le donne che sono a rischio del diabete gestazionale dovrebbero essere incoraggiate ad agire nella fase iniziale nella gravidanza, consumando più nuts, olio di oliva, frutta ed i granuli non raffinati, mentre diminuendo la loro assunzione dei grassi animali e dello zucchero.„

Il Dott. Bassel Wattar dall'università di Warwick e dall'università di Londra di Queen Mary ha detto:

Sebbene una dieta stile Mediterraneo sia stata indicata per diminuire il rischio di diabete di tipo 2 e di complicazioni cardiovascolari nella popolazione in genere, finora non abbiamo conosciuto l'effetto di una tal dieta in donne incinte ad alto rischio e se potrebbe culturalmente adattarsi per una popolazione etnico diversa.

Ora sappiamo che le donne incinte da un centro urbano, popolazione ad alto rischio e multi-etnica possono adattare la loro dieta ad un stile Mediterraneo'e che questa può portare loro i vantaggi importanti compreso una riduzione dell'obesità e un più a basso rischio di sviluppare il diabete gestazionale.„

Uno in quattro madri fornisce la gravidanza con l'obesità preesistente, l'ipertensione cronica o i livelli di lipidi sollevati. Questi possono piombo alle complicazioni di gravidanza, compreso il diabete gestazionale (quando l'alto zucchero di sangue si sviluppa durante la gravidanza) e pre-eclampsia - l'inizio di ipertensione nella gravidanza che può a volte svilupparsi nelle circostanze più serie che pregiudicano gli organi multipli. Queste madri ed i loro bambini sono egualmente al rischio a lungo termine di diabete e di complicazioni cardiovascolari.

Una dieta stile Mediterraneo, ricca in acidi grassi insaturi, diminuisce l'incidenza delle malattie cardiovascolari nella popolazione non gravida. Nella gravidanza, una tal dieta ha il potenziale di migliorare i risultati della prole e materni, ma ampiamente non è stata valutata finora.

Lo studio della STIMA ha fatto partecipare 1.252 donne a cinque unità di maternità BRITANNICHE (quattro a Londra, compreso gli ospedali a fiducia di NHS di salubrità di Barts ed a fiducia delle fondamenta di NHS degli ospedali universitari di St George ed una a Birmingham).

le donne incinte Multi-etniche di centro città con i fattori di rischio metabolici, compreso l'obesità e l'ipertensione cronica, sono state ripartite con scelta casuale a ricevono la cura prenatale sistematica o una dieta stile Mediterraneo oltre alla loro cura prenatale. La dieta ha compreso un'alta assunzione delle noci, dell'olio di oliva vergine extra, della frutta, delle verdure, dei granuli non raffinati e dei legumi; consumo medio a elevato di pesce, assunzione del piccolo-moderato di pollame e prodotti lattier-caseario; e assunzione bassa di carne rossa e di carne trasformata; ed evitare le bevande zuccherate, gli alimenti a rapida preparazione ed i ricchi dell'alimento in grasso animale.

Malgrado i miglioramenti nell'obesità gestazionale di gravidanza e del diabete, non c'era miglioramento in altre complicazioni importanti di gravidanza come ipertensione, pre-eclampsia, il feto nato morto, piccoli per il feto dell'età gestazionale, o l'ammissione ad un'unità neonatale di cura.

I partecipanti al gruppo stile Mediterraneo di dieta hanno riferito la migliore qualità di vita globale che quelli nel gruppo di controllo ed hanno diminuito il bloatedness nella gravidanza, ma non c'era effetto su altri sintomi quali la nausea, il vomito o l'indigestione.

Quando i dati dallo studio si sono combinati con i dati pubblicati da uno studio spagnolo che fa partecipare 874 donne incinte su una dieta Mediterranea, il gruppo non ha osservato una riduzione similmente grande in diabete gestazionale (una riduzione di 33 per cento), ma effetto su altri risultati.

Fiona Miller Smith, amministratore delegato alla carità di Barts ha detto:

Con i problemi crescenti del diabete e dell'obesità in donne incinte, siamo così fieri supportare questo studio che esamina impedente questi rischi. Siamo generazioni future felici che il nostro finanziamento del centro di ricerca di Barts per la salubrità delle donne sta usando per migliorare la salubrità delle madri orientali di Londra ed a loro volta d'aiuti.„

Per promuovere la loro assunzione nella gravidanza, i partecipanti sulla dieta stile Mediterraneo sono stati provveduti delle noci miste complementari (30g/day delle noci, delle nocciole e delle mandorle) e dell'olio di oliva vergine extra (0∙5 litro/settimana) come la sorgente principale di grasso da cucina. Consiglio dietetico individualizzato anche ricevuto dei partecipanti alla gestazione di 18, 20 e 28 settimane.

La dieta è stata resa culturalmente sensibile formulando il consiglio di cottura con la a ha annunciato il libro di ricetta (vedi le note agli editori), che ha compreso gli elementi della dieta Mediterranea nella cucina locale, sviluppato con i gruppi della comunità locale.

Il lavoro è stato effettuato al centro di ricerca di Barts per la salubrità delle donne, basato all'università di Londra di Queen Mary, costituita un fondo per dalla carità di Barts.

Lo studio presenta le limitazioni compreso il suo ricorso a feedback del partecipante per aderenza di misurazione all'intervento, senza uso dei biomarcatori obiettivi all'assunzione nutrizionale della misura. Il gruppo egualmente ha ottenuto soltanto le informazioni su ingestione dietetica in circa 40 per cento dei partecipanti ad entrambi i gruppi, che limita l'interpretazione dei dati dell'ingestione dietetica.

Source:
Journal reference:

Al Wattar, B.H. et al. (2019) Mediterranean-style diet in pregnant women with metabolic risk factors (ESTEEM): a pragmatic multicentre randomised trial. PLOS Medicine. doi.org/10.1371/journal.pmed.1002857.