Molte donne in buona salute portano gli sforzi resistenti alla droga di Escherichia coli nelle loro budella

Uno studio recente oltre di 1.000 donne in buona salute senza i sintomi delle infezioni di apparato urinario ha mostrato quasi amulti-droga portata 9 per cento gli sforzi resistenti di Escherichia coli nelle loro budella.

Ciò è di preoccupazione clinica perché malattia-causare i batteri di Escherichia coli può trasferire dall'apparato digerente all'apparato urinario femminile tramite uretra, la condotta dell'urina, che è più breve e posizionata diversamente in femmine che in maschi. I batteri possono poi trasformare il loro modo la vescica ed altre parti dell'apparato urinario.

Più di un terzo dei campioni di urina forniti da coloro che ha avuto intestino resistente Escherichia coli di fluoroquinolone (Cipro) hanno verificato il positivo a crescita di Escherichia coli. Di quelli, quasi 77 per cento erano Cipro-resistenti ed il tipo clonale dei batteri ha abbinato il campione fecale.

La maggior parte di Escherichia coli patogeno trovato hanno appartenuto alla pandemia, alla multi-droga ST131-H30R resistente o ai gruppi clonali ST1193 che corrente causassero la maggior parte delle infezioni resistenti alla droga della circolazione sanguigna e dell'apparato urinario. Sono state individuate due volte frequentemente nell'urina della gente che ha avuta questi sforzi specifici nel loro intestino, confrontata ad altri sforzi di Escherichia coli in generale.

Inoltre, la presenza di st ST131-H30R nell'intestino in questo studio è stata associata con la vecchiaia.

I ricercatori egualmente hanno controllato per vedere quali partecipanti potrebbero avere una prescrizione antibiotica durante lo studio per qualunque tipo di infezione, compreso respiratorio.

Tre mesi dopo in cui la raccolta più in anticipo dell'urina, infezioni di apparato urinario è stata diagnosticata di quasi 7 per cento dei 45 precedentemente asintomatici porta chi ha acconsentito a continuare l'esame elettronico della cartella sanitaria. I partecipanti di studio provenivano dall'area di Puget Sound.

“I due sforzi patogeni fluoroquinolone-resistenti pandemici dell'apparato urinario di Escherichia coli hanno trovato negli esemplari clinici sono colonizzatori superiori dell'intestino e tendono a persistere là,„ hanno notato i ricercatori. “Possono anche rivelare, ad una tariffa insolitamente elevata, nell'urina delle donne in buona salute che non hanno avute una diagnosi documentata di infezione di apparato urinario ai tempi della prova del campione. Entrambi i fenomeni sembrano essere collegati.„

I ricercatori hanno precisato che lungamente è stato conosciuto che la flora microbica dell'intestino di un paziente harbors spesso gli sforzi infezione-causanti dell'apparato urinario. Non era determinata se gli sforzi pandemici e resistenti alla droga hanno reticoli distinti dell'ormeggio nell'intestino o abbassano l'apparato urinario della gente in buona salute.

Lo studio è stato pubblicato nel giornale della stampa dell'università di Oxford, malattie infettive cliniche.

I risultati hanno potuto avere parecchio implicazioni cliniche di controllo di infezione e di cura, secondo Evgeni V. Sokurenko, professore di microbiologia alla scuola di medicina dell'università di Washington. Era il ricercatore senior sullo studio.

Ricercatori permanenti dell'istituto di ricerca della facoltà e di Kaiser di microbiologia di parecchi altri UW a Seattle hanno collaborato sul lavoro. Il ricercatore del cavo era Veronika L. Tchesnokova, del servizio della facoltà di medicina di UW di microbiologia.

I risultati indicano che gli sforzi resistenti di Escherichia coli della multi-droga specifica individuati in questo studio prendono una residenza molto prolungata nell'intestino di alcuni altri sforzi resistenti ed anche possono diventare presenti nell'urina delle donne in buona salute senza bruciatura causare, urgenza, sangue nell'urina o altri segnali di pericolo dell'infezione batterica.

Sokurenko ha spiegato quello che sa indipendentemente da fatto che gli sforzi resistenti alla droga multipli sono presenti nell'intestino di una donna potrebbero contribuire a predire il profilo della resistenza di un'infezione clinica successiva. Gli sforzi per liberarsi degli sforzi pandemici di Escherichia coli nei portafili che l'intestino potrebbe diminuire la loro tariffa delle infezioni resistenti alla droga multiple e forse che proteggono la loro famiglia o altro contatta pure.

Sokurenko egualmente ha detto che la medicina potrebbe avere bisogno di di rivisitare il significato clinico di individuazione dei batteri nell'urina, anche senza sintomi, durante questa pandemia degli sforzi resistenti agli antibiotici multipli di Escherichia coli, perché quegli sforzi potrebbero mettere i portafili a rischio di una malattia batterica dell'difficile--ossequio.

Fluoroquinolones è i medicinali il più spesso prescritti per le infezioni di apparato urinario. Malgrado gli sforzi per limitare il suo uso, gli sforzi resistenti a questa categoria di antibiotico sono fiorenti e spargentesi globalmente, secondo i ricercatori.

La capacità superiore dei due sforzi pandemici, ST131-H30R e ST119, di prendere la residenza a lungo termine nelle budella della gente può contribuire alla loro diffusione globale rapida, il ricercatore congetturato. Possono essere sostenute e passate fra le persone in buona salute anche in assenza di uso antibiotico, che può rovesciare il trucco microbico della flora dell'intestino.

Questo studio, i ricercatori conclusivi, evidenzia le ragioni fisiologiche probabili dietro la pandemia di questi sforzi resistenti di Escherichia coli. Egualmente precisa il valore di determinazione dello portafilo-stato dei pazienti femminili per predire le infezioni resistenti future e la necessità ripensare il significato clinico dei batteri presenti nell'urina senza sintomi, particolarmente poichè questi sforzi pandemici possono essere superbugs: altamente patogeno al sistema urinario ed al trattamento resistenti.

Le concessioni dagli istituti della sanità nazionali hanno supportato questa ricerca. Sokurenko ha richieste di brevetto per la rilevazione degli sforzi di Escherichia coli ed è un azionista importante nella genomica di identificazione.

Source:
Journal reference:

Tchesnokova, V.L. et al. (2019) Pandemic Uropathogenic Fluoroquinolone-resistant Escherichia coli Have Enhanced Ability to Persist in the Gut and Cause Bacteriuria in Healthy Women. Clinical Infectious Diseases. doi.org/10.1093/cid/ciz547.