Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio della cellula staminale fornisce la comprensione nello sviluppo, manutenzione dell'interfaccia

Per la prima volta, i ricercatori dall'università di Copenhaghen hanno studiato e descritto lo sviluppo delle ghiandole sebacee nell'interfaccia. Lo studio fornisce la maggior comprensione nello sviluppo e nella manutenzione dell'interfaccia e come le mutazioni del cancro pregiudicano il comportamento delle cellule staminali.

La maggior parte della gente ha una conoscenza di con le ghiandole sebacee che sono responsabili dell'idratazione dell'interfaccia e durante la pubertà a volte più così. Ma anche se le ghiandole sono una componente principale della nostra interfaccia, gli scienziati conoscono sorprendente piccolo circa come si formano e come successivamente sono mantenuti.

In un nuovo studio, in ricercatori dal centro della ricerca & di innovazione di Biotech (BRIC) e nel centro delle fondamenta di Novo Nordisk per biologia di cellula staminale (DanStem) all'università di Copenhaghen hanno guadagnato la nuova comprensione in come l'interfaccia ed in particolare la ghiandola sebacea, moduli durante lo sviluppo ed in come è riempito durante vita. Inoltre, rivelano come una mutazione trovata spesso nel cancro pregiudica il comportamento normale delle cellule.

Dimostriamo per la prima volta mai come le ghiandole sebacee che contribuiscono all'umidità naturale dell'interfaccia sono formati e come essi è mantenuto durante vita dalle cellule staminali. Questa conoscenza può essere trasferita alle persone con gli stati della ghiandola sebacea, per esempio acne o interfaccia molto asciutta.„

Postdoc Marianne Stemann Andersen, BRIC

Allo stesso tempo, lo studio indica che il comportamento delle cellule staminali cambia quando i ricercatori presentano uno specifico e frequentemente hanno trovato la mutazione del cancro alle cellule staminali dell'interfaccia. Sorprendente, la mutazione come previsto non ha indotto le celle a dividersi più spesso; invece le cellule staminali hanno avute una tendenza a generare più cellule staminali e celle non mature della ghiandola sebacea quando si sono divise.

“In questo caso, il risultato è una ghiandola sebacea che - simile ai tumori - continua a svilupparsi. Speriamo che questa conoscenza possa contribuire alla progettazione di migliore trattamento del cancro„, dica il professore associato e la testa dello studio Kim Jensen da BRIC e da DanStem.

Differenza nella divisione cellulare

Nello studio, i ricercatori hanno tenuto la carreggiata la divisione di cellula staminale nell'interfaccia dei mouse in tensione. Qui le diverse cellule staminali sono state colorate con le proteine fluorescenti. Ciò ha permesso ai ricercatori di seguire le cellule staminali durante le una serie di divisioni cellulari ed essenzialmente di generare gli alberi genealogici che descrivono l'eredità di diverse celle.

Durante la formazione della ghiandola sebacea, i ricercatori hanno trovato che quando una cellula staminale ha diviso e provocato due cellule figlie, questo piombo più spesso alla formazione di due nuove cellule staminali che nelle celle mature della ghiandola sebacea. Questo modo, la ghiandola sebacea ha continuato a svilupparsi finché non avesse raggiunto la sua dimensione matura. A questo punto il comportamento delle cellule staminali variabili e le nuove celle sono emerso soltanto quando le celle mature della ghiandola sebacea avrebbero scoppiato per rilasciare i loro lipidi d'idratazione sull'interfaccia e quindi per essere perse dalla ghiandola sebacea.

In mouse in cui i ricercatori hanno introdotto una mutazione specifica trovata spesso nei cancri umani nelle cellule staminali della ghiandola sebacea questo comportamento è cambiato drammaticamente. Qui anche in mouse adulti la ghiandola sebacea ha continuato a svilupparsi.

“Abbiamo usato per credere che questa mutazione piombo le divisioni cellulari più frequenti. Tuttavia, la nostra ricerca indica che il suo effetto su ogni quanto tempo il disaccordo delle cellule è molto delicato. Invece, le cellule staminali con la mutazione del cancro sono molto più probabili dividersi in due nuove cellule staminali che generando le celle mature della ghiandola sebacea. Ciò spiega perché la ghiandola sebacea continua a svilupparsi dopo che introduciamo questa mutazione all'interfaccia„, dice Postdoc Svetlana Ulyanchenko da BRIC.

“Nell'ambito delle terapie del cancro che le cellule bersaglio che si dividono frequentemente, questa significa che le cellule tumorali e le celle normali devono appena come probabilmente essere obiettivi dei trattamenti. Se possiamo determinare che comandi ogni quanto tempo le celle si dividono una volta mutate, possiamo potere sviluppare le terapie che specificamente pregiudicano le cellule tumorali.

In futuro, il gruppo di ricerca intestato dal professore associato Kim Jensen vuole ampliare la sua analisi ad altre mutazioni del cancro e studiare come mutazioni differenti nello stesso comportamento dell'interazione delle cellule e della cellula staminale del cambiamento. Secondo i ricercatori, tali studi offrirebbero una base principale per trattamento del cancro molto più efficace.

Lo studio è il risultato di forte collaborazione internazionale intestata dal professore associato Kim Jensen dall'università di Copenhaghen e ricercatori di coinvoluzione dall'università di Cambridge e di Université Cote d'Azur in Nizza, Francia. I risultati pricipalmente sono stati forniti dai tre primi autori uniti: Marianne Stemann Andersen, Edouard Hannezo e Svetlana Ulyanchenko.

Source:
Journal reference:

Andersen, M.S. et al. (2019) Tracing the cellular dynamics of sebaceous gland development in normal and perturbed states. Nature Cell Biology. doi.org/10.1038/s41556-019-0362-x.