Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli anziani di conversazione devono avere con medici prima di chirurgia

Il chirurgo ad una clinica universitaria di Boston ha spuntato le complicazioni possibili. Karen McHenry, la figlia del paziente, si ricorda che ritenendo non ci era scelta ma dire “vada avanti.„

È una scena che ha ripetuto nelle sue centinaia di mente di periodi poiché, con il rammarico.

Sul tavolo operatorio, Bob McHenry ha avuto un colpo. Per parecchi giorni, era comatoso. Quando si è svegliato, non potrebbe inghiottire o parlare ed ha avuto danno conoscitivo significativo. La demenza vascolare ed ulteriore declino fisico sono seguito fino alla morte dell'uomo anziano cinque anni successivamente.

Prima suo padre della chirurgia ottobre 2012, “non c' era alcuna vasta discussione su cui la sua vita potrebbe guardare come se le cose non andassero bene,„ ha detto Karen McHenry, 49, che scrive un blog circa occuparsi dei genitori più anziani. “Potremmo nemmeno immaginare che cosa ha finito l'avvenimento.„

È un reclamo comune: I chirurghi non aiutano gli adulti più anziani e le loro famiglie capire l'impatto di chirurgia nella gente di termini possono capire, anche se i pazienti più anziani affrontano un elevato rischio delle complicazioni dopo chirurgia. Né si impegnano ordinariamente “nel processo decisionale comune,„ che comprende scoprire che cosa è il più importante ai pazienti ed a discutere l'effetto potenziale della chirurgia sulle loro vite prima della fissazione del corso per il trattamento.

Pazienti più anziani, risulta, spesso ha priorità differenti che quelle più giovani. Più della longevità, in molti casi, stimano la loro capacità di vivere indipendente e passare il tempo di qualità con i cari, secondo il Dott. Clifford Ko, professore di chirurgia alla scuola di medicina del David Geffen del UCLA.

Ora i nuovi standard hanno significato migliorare la cura chirurgica per gli adulti più anziani sono stati firmati dall'istituto universitario americano dei chirurghi. Tutti i pazienti più anziani dovrebbero avere l'opportunità di discutere i loro scopi di salubrità e gli scopi per la procedura come pure loro aspettative per il loro ripristino e la loro qualità di vita dopo chirurgia, secondo gli standard.

I chirurghi dovrebbero esaminare le loro direttive di avanzamento - istruzioni per la cura che vogliono in caso di crisi medica pericolosa - o offrono a pazienti senza questi documenti la probabilità completarli. I decisori sostitutivi autorizzati ad agire a nome di un paziente dovrebbero essere nominati nella cartella sanitaria.

Se un soggiorno nella terapia intensiva è preveduto dopo che l'ambulatorio, quello dovrebbe essere fatto chiaramente, con le istruzioni del paziente sugli interventi quali le alimentazioni gastriche, la dialisi, le trasfusioni di sangue, la rianimazione cardiopolmonare e la ventilazione meccanica.

Ciò è qualcosa di diverso da come “il consenso informato„ funziona solitamente. Generalmente, i chirurghi spiegano ad un paziente che più anziano il problema fisico, come l'ambulatorio è destinato per correggerlo e che complicazioni sono possibili, ha appoggiato dai riferimenti agli studi scientifici.

“Che cosa non chiediamo è: Che cosa la vita pozzo significa a voi? Che cosa sperate di potere fare nell'anno prossimo? E che cosa dovrebbe io sapere circa voi per fornire la buona cura?„ Dott. detto Ronnie Rosenthal, un professore di chirurgia e di geriatria alla scuola di medicina di Yale e co-dirigenti della coalizione per qualità nel progetto geriatrico della chirurgia.

Rosenthal dice di un paziente di 82 anni con il cancro rettale della fase iniziale. L'uomo aveva sofferto un colpo più in anticipo 18 mesi ed ha incontrato difficoltà che cammina e che inghiotte. Ha vissuto con la sua moglie, che ha avuta infarto congestivo ed era stato ospedalizzato con polmonite tre volte dal suo colpo.

Rosenthal ha spiegato all'uomo che se funzionasse per eliminare il cancro, potrebbe sbarcare nel ICU con un commputer respirante e poi finire ad una funzione di ripristino.

“No, non voglio quello; Voglio essere domestico con la mia moglie,„ Rosenthal ha richiamato suo dire.

L'uomo ha rifiutato l'ambulatorio. La sua moglie è morto 18 mesi più successivamente ed ha vissuto un altro sei mesi prima che avesse un colpo interno.

I chirurghi possono aiutare le discussioni della guida che richiedono il processo decisionale complesso facendo cinque domande, secondo il Dott. Zara Cooper, professore associato di chirurgia alla facoltà di medicina di Harvard:

Come la vostra salubrità pregiudica la vostra vita quotidiana? Quando pensate alla vostra salubrità, che cosa siete il più importante voi? Che cosa state pensando guadagnare da questa operazione? Che stati di salute o trattamenti vi preoccupano più? E che abilità sono così critiche voi che non potete immaginare vivere senza di loro?

Il bottaio richiama un uomo di 88 anni ferito seriamente in un incidente stradale che arriva nel pronto soccorso parecchi anni fa.

“Quando abbiamo cominciato spiegare alla sua famiglia che cosa la sua vita sarebbe come - quel lui possa altamente dal punto di vista funzionale dipendente e non vivere indipendente ancora - la sua moglie ha detto che sarebbe stata, particolarmente se non potesse sciare,„ Cooper assolutamente devastante ha detto. “Nemmeno abbiamo anticipato questo eravamo nel regno di cui qualcuno questa età vorrebbe fare.„

La famiglia ha deciso di non perseguire il trattamento ed il paziente è morto.

A volte i chirurghi fanno il presupposto disorientato che i pazienti più anziani vogliono seguire le raccomandazioni piuttosto che essendo introducendo nelle decisioni mediche, hanno detto il Dott. Clarence Braddock, professore di medicina al UCLA. I gruppi a fuoco, 97% degli anziani hanno detto che “preferisco che il mio medico mi offrisse le scelte e chiedesse il mio parere,„ secondo la ricerca Braddock pubblicato nel 2012.

Eppure in un altro studio che fa partecipare gli adulti più anziani, Braddock ha trovato che i chirurghi ortopedici hanno discusso raramente il ruolo del paziente nel processo decisionale (soltanto 15% del tempo) o ha valutato la comprensione del paziente di che ambulatorio avrebbe comportato (12% del tempo).

All'università di Wisconsin-Madison, il Dott. Margaret Schwarze, un professore associato di chirurgia vascolare, ha sviluppato uno strumento chiamato “migliori caso/caso peggiore„ per aiutare i chirurghi a comunicare più efficacemente con i pazienti più anziani.

“L'idea è di raccontare al paziente una storia nei termini che possono capire,„ Schwarze ha detto.

Invece di citazione delle statistiche sul rischio di polmonite o infezione, per esempio, un chirurgo spiegherebbe che cosa potrebbe accadere se le cose andassero bene o male. Il paziente sarebbe nel dolore? Avrebbe bisogno delle cure infermieristiche? Potrebbe ritornare a casa e fanno le cose che ha gradito fare? Sbarcherebbe nel ICU? Potrebbe camminare sui suoi propri?

Un simile intervallo delle possibilità è presentato per un'alternativa del trattamento. Poi il chirurgo identifica i risultati più probabili per chirurgia e l'alternativa, in base alle circostanze del paziente.

“Passare con un'operazione importante quando siete più vecchio è andare cambiare la vostra vita,„ Schwarze ha detto. “Il nostro scopo è di aiutare i pazienti più anziani ad immaginare a che cosa questi cambiamenti potrebbero assomigliare.„

A causa dell'esperienza di suo padre, Karen McHenry era prudente quando sua madre, Marjorie McHenry, è caduto e rotto cinque nervature nella caduta 2017. All'ospedale, medici hanno diagnosticato l'emorragia interna significativa e un polmone crollato ed hanno raccomandato un ambulatorio complicato del polmone.

“Questo volta intorno, ho conosciuto che domande chiedere, ma era ancora difficile da ottenere una risposta utile dai chirurghi,„ Karen ho detto. “Ho una memoria viva del medico che dice, “bene, sono un chirurgo impressionante.„ Ed ho pensato a me stesso, “sono sicuro che siete, ma la mia mamma è 88 anni e delicati. E non vedo come questo sta andando cessare bene. “„

Dopo avere consultato il gruppo palliativo della cura dell'ospedale e una conversazione con cuore in mano con sua figlia, Marjorie McHenry ha deciso contro l'ambulatorio. Quasi tre anni più successivamente, è mentalmente marcata, ottiene intorno con un camminatore e si impegna nei lotti delle attività alla sua casa di cura.

“Abbiamo corso il rischio che la mamma potrebbe avere una vita di scarsità ma un più di alta qualità di vita senza chirurgia,„ Karen abbiamo detto. “E noi genere di estratto di che gioco dopo che lo perde con il mio papà.„

Notizie di salubrità di KaiserQuesto articolo è stato ristampato da khn.org con l'autorizzazione delle fondamenta di Henry J. Kaiser Family. Le notizie di salubrità di Kaiser, un servizio di notizie editorialmente indipendente, sono un programma delle fondamenta della famiglia di Kaiser, un organismo di ricerca indipendente di polizza di sanità unaffiliated con Kaiser Permanente.