La nuova combinazione della droga diminuisce con successo i livelli di virus bovino di leucemia

Gli scienziati sono riuscito a diminuire i livelli del virus bovino di leucemia (BLV) in mucche con le infezioni severe combinando un inibitore immune del controllo e un inibitore di enzimi. L'individuazione ha potuto essere utilizzata per gestire altre malattie nel bestiame e forse in esseri umani qualche giorno.

L'infezione di BLV è un'infezione virale cronica che pregiudica le mucche che è endemica nel Giappone e molti altri paesi. Attualmente, non c'è efficace vaccino o trattamento. Complessivamente 3.859 casi della leucemia bovina sono stati riferiti fra il bestiame nel Giappone nel 2018, un aumento di 38 volte oltre 1998, posando una minaccia economica seria contro gli allevatori di bestiame.

Negli studi precedenti, il gruppo piombo da Satoru Konnai dell'università dell'Hokkaido ha dimostrato che la progressione della leucemia bovina è strettamente connessa a soppressione immune indotta dalle proteine immuni del controllo quale PD-L1 e che un anticorpo anti-PD-L1 potrebbe efficacemente trattare BLV-ha infettato le mucche.

Tuttavia, l'anticorpo da solo non era efficace nei casi avanzati con alto BLV conta. Di conseguenza, i ricercatori hanno messo a fuoco sulla prostaglandina E2 (PGE2), una sostanza bioactive che hanno scoperto funto da soppressore immune upregulating PD-L1 in mucche con una malattia batterica cronica chiamata la malattia di Johne.

Nello studio presente pubblicato nel giornale dell'immunologia, il gruppo in primo luogo ha indicato che i livelli di sangue PGE2 sono aumentato di mucche BLV-infettate mentre la malattia ha progredito. Egualmente hanno trovato che un inibitore COX-2, che blocca la produzione di PGE2, ha attivato la risposta immunitaria contro BLV in celle immuni coltivate e che combinare questo con l'anticorpo anti-PD-L1 ha amplificato l'effetto immune di attivazione.

Per di più, le mucche hanno amministrato l'inibitore COX-2 indicato i caricamenti virali diminuiti, dimostranti il suo effetto antivirale negli animali stessi. Amministrando entrambe le droghe, l'inibitore COX-2 ed anticorpo anti-PD-L1 in associazione, piombo ai caricamenti virali diminuiti nelle mucche avanzate della fase.

Il nostro studio ha indicato che la combinazione della droga ha un effetto antivirale in animali BLV-infettati con i livelli elevati virali, che sono una sorgente dell'infezione importante sulle aziende agricole.„

Satoru Konnai, università dell'Hokkaido

I ricercatori pianificazione eseguire un più grande esperimento di verifica sulle mucche BLV-infettate ed anche studiare se le droghe hanno qualunque effetti antibatterici ed antivirali su altre malattie bovine.

Source:
Journal reference:

Sajiki, Y. et al. (2019) Prostaglandin E2–Induced Immune Exhaustion and Enhancement of Antiviral Effects by Anti–PD-L1 Antibody Combined with COX-2 Inhibitor in Bovine Leukemia Virus Infection. The Journal of Immunology. doi.org/10.4049/jimmunol.1900342