La nuova terapia migliora il tasso di sopravvivenza a 99% in preemies con lo stato cronico del polmone

La displasia broncopolmonare (BPD) è la malattia più comune che si sviluppa in prematuro sopportato bambini con i polmoni sottosviluppati. Una malattia cronica che può presentare i problemi respiranti a lungo termine e può essere interna, là non è maturazione per il BPD. Tuttavia, i nuovi dati pubblicati nel 2017 mostrano un protocollo di ventilazione sviluppato all'ospedale pediatrico nazionale, accoppiato con il trattamento di intero bambino, stanno migliorando i tassi di sopravvivenza a 99%. La media nazionale per del tasso di sopravvivenza di infanti sopportati con il BPD severo è 80%.

Le 14 settimane nate premature nel 2017, i gemelli fraterni Jack ed i carter di Giona sono fra i 12.000 bambini nel prematuro sopportato gli Stati Uniti chi ha sviluppato ogni anno il BPD severo. Tre mesi nelle loro vite, sono state trasferite dal loro ospedale domestico ad un'unità unica e separata del ricoverato nell'unità di cure intensive neonatale ai bambini nazionali, il centro completo per displasia broncopolmonare.

Come la maggior parte dei bambini prematuro sopportato, Jack e Giona hanno sviluppato il modulo peggiore del BPD come conseguenza delle misure di salvataggio necessarie per la sopravvivenza. Poiché le gallerie di ventilazione minuscole in loro polmoni non erano a sviluppo completo, Jack e Giona hanno richiesto l'ossigeno mentre il livello di cura e l'uso di un ventilatore meccanico sono diventato essenziali. Tuttavia, l'introduzione delle quantità elevate di ossigeno ad un tasso alto piombo relativamente allo sviluppo anormale dei polmoni di Giona e di Jack.

Nell'occuparci di un bambino prematuro, ci preoccupiamo per causare il danno ai polmoni del bambino, ma una volta che un bambino ha BPD, possiamo più non impedirlo. Per i bambini più malati con il BPD, utilizziamo un ventilatore per contribuire a fornire l'ossigeno ai loro polmoni, appena come molti altri ospedali, ma che cosa fa la nostra cura differente è come la usiamo. Il nostro approccio è di fornire al bambino il BPD severo meno, ma ai più grandi respiri.„

Leif Nelin, MD, capo di divisione, neonatologia, ospedale pediatrico nazionale

Sopra l'arrivo dei gemelli, il Dott. Nelin ha cominciato il trattamento graduale di cambiamento delle loro impostazioni del ventilatore - un grande volume di ossigeno ad una tariffa molto più lenta. Questo approccio rimane il corso del trattamento finché il bambino non sia abbastanza forte essere eliminato dal ventilatore e possa cominciare a respirare da sè.

In un modello unico e ibrido di cura che comprende sia la terapia intensiva che un fuoco sul neurodevelopment, il gruppo di cura egualmente risponde ai bisogni medici, nutrizionali, inerenti allo sviluppo e sociali dei pazienti diagnosticati con il BPD severo. Il gruppo di cura nel centro completo per il BPD ha una passione vera per questa popolazione paziente speciale ed utilizza a pratiche ed alla la ricerca basate a prova migliorare continuamente la cura.

“Jack e Giona erano entrambe il molto malato quando in primo luogo sono arrivato. Entrambi erano su un ventilatore meccanico, ricevente le quantità significative di ossigeno alle impostazioni relativamente alte dello sfiato,„ ha detto il Dott. Nelin, anche un professore della pediatria all'istituto universitario di Ohio State University di medicina. “Erano egualmente su una buona quantità di sedativi che li hanno tenuti calmi mentre erano sul ventilatore.„

Giona poteva andare a casa entro sei mesi del suo arrivo ai bambini nazionali, ma a Jack, ora 19 mesi, cura estesa richiesta del ricoverato. Dopo 15 mesi ai bambini nazionali, Jack sta ritornando al suo stato di appartenenza della Pensilvania in cui si occuperà vicino di un gruppo degli esperti a istituto per l'infanzia di Pittsburgh. Il gruppo della cura di Jack stabilizzerà il suo supporto respiratorio prima che si diriga a casa per essere riunito ufficialmente con Giona.

Dal suo inizio nel 2004, il centro completo per il BPD ai bambini nazionali ha fatto diminuire le tariffe della riammissione dei bambini più dei per cento di 30% meno di 10%, mentre allo stesso tempo migliora i risultati polmonari come valutati mediante l'uso di ossigeno supplementare, i broncodilatatori, gli steroidi ed il diuretico.

Il Dott. Nelin sottolinea la pazienza è digita occuparsi dei bambini criticamente malati, come Jack e Giona. Lo scopo del protocollo dei bambini nazionali è di fare i cambiamenti costanti all'input dell'ossigeno.

“il BPD è una malattia cronica e migliorerà, ma ad una tariffa più lenta,„ Nelin ha detto. “I pazienti come Jack e Giona con il BPD severo stanno andando richiedere i mesi per migliorare, non le settimane o i giorni. Dobbiamo adottare un approccio molto misurato alla loro cura.„