Il nuovo metodo può misurare più esattamente il dolore in mouse

Per le decadi, i ricercatori biomedici hanno usato il comportamento del mouse per studiare il dolore, ma alcuni ricercatori hanno messo in discussione l'accuratezza delle interpretazioni di come i mouse avvertono il dolore.

Ora, il neuroscenziato Nathan di Rutgers Università-Camden fritto ed i colleghi dall'università della Pennsylvania hanno messo a punto un metodo che può misurare più esattamente il dolore in mouse, in grado di piombo i ricercatori scoprire i nuovi modi trattare il dolore in pazienti umani.

Quando tocco la zampa di un mouse, ritira la zampa. Che il movimento di ritiro è il comportamento noi hanno contato sopra affinchè le decadi determinino se un analgesico sta funzionando. Ma quel ritiro non è apparentemente la stessa materia se è una spazzola molle o un ago di stampa marcato. Così se un mouse muove la sua zampa, come possiamo essere sicuri è perché il mouse è nel dolore?„

Nathan ha fritto, neuroscenziato, Rutgers Università-Camden

Facendo uso del video lento, le tecniche moderne della neuroscienza e l'intelligenza artificiale, hanno fritto ed i suoi colleghi ricercatori potrebbero zummare ed eseguire un'analisi più dettagliata di ché mouse sta ritenendo quando ritira la sua zampa. I ricercatori hanno creato “un disgaggio di dolore del mouse,„ che hanno usato per valutare la sensazione di dolore in un modo classificato.

“Possiamo realmente analizzare la qualità del movimento nella zampa dell'animale,„ dice fritto, un professore d'istruzione di aiuto diRutgers-Camden di biologia. “Facendo quello, possiamo estrarre molto più informazioni da cui l'animale realmente sta sperimentando. D'importanza, invece di semplicemente dire se il mouse è o non è nel dolore, ora possiamo valutare il grado di dolore che il mouse è dentro.„

“Dobbiamo fare un migliore processo nell'aiuto dei pazienti cronici di dolore senza usando gli opioidi,„ lui continuiamo. “La terapeutica di dolore di prova sui mouse è stata molto difficile. Questo nuovo processo affina la nostra capacità determinare se un mouse è nel dolore, che aumenta la nostra fiducia dentro se un nuovo terapeutico funzionerà in esseri umani.„

Una delle sfide principali per i ricercatori di dolore è l'esperienza soggettiva in dolore. Ogni paziente ritiene il dolore molto nei modi diversi. Nella descrizione del dolore su una scala di uno - 10, l'un dolore della persona che ritiene come i sette potrebbe essere i 10 per qualcun altro. Il dolore di misurazione in un mouse, un animale non verbale, è ancor più provocatorio. “Imagine che prova ad indovinare quanta dolore il vostro amico è dentro soltanto esaminando il loro comportamento,„ dice fritto. “Che è che cosa stiamo provando a fare con i mouse perché non possono descrivere il loro dolore a noi.„

I video degli scienziati hanno rivelato che quando hanno toccato la zampa dell'animale con un tampone di cotone, hanno sollevato la sua zampa e collocato giusto receda. Quando un ricercatore ha colpito l'animale con una puntura di spillo, l'animale ha reagito molto diversamente. Nel video lento, potrebbero vedere che l'animale ha mosso la sua zampa, hanno scosso la zampa, stata strabica i sui occhi e tirata la sua parte posteriore dell'organismo o montata nell'aria. Tutti questi movimenti erano impossibli da vedere in tempo reale. Non era finché non rallentassero i movimenti giù registrando a 1.000 fotogrammi al secondo che potrebbero vedere le sfumature del ritiro.

La ricerca, “sviluppo di un disgaggio di dolore del mouse facendo uso della Sotto-seconda mappa comportamentistica e del modello statistico,„ piombo tramite fritto e Ishmail Abdus-Saboor dell'università della Pennsylvania, è pubblicato nei rapporti delle cellule del giornale.

Fritto dice che altri ricercatori possono costruire sul suo lavoro utilizzando la nuova tecnica nei loro laboratori. Prevede il software a disposizione del pubblico che i ricercatori possono scaricare ed usare per i loro propri studi di dolore.

“Se possiamo creare il software aperto originario,„ dice fritto, “poi altri laboratori sono più probabili usarlo. E se miglioriamo l'accuratezza delle nostre misure di dolore in mouse, aumenterà inevitabilmente le probabilità che troveremo la nuova terapeutica di dolore per gli esseri umani.„

Fritto ha cominciato la ricerca nel 2015 come collega postdottorale nel laboratorio di Wenqin Luo all'università della Pennsylvania ed ha ultimato i lavori dopo essere arrivato a Rutgers Università-Camden l'anno scorso.

Facendo uso del metodo lui ed i suoi colleghi sviluppati, lo studioso diRutgers-Camden stanno continuando la sua ricerca di dolore che utilizza le mosche di frutta invece dei mouse.

“Queste piccole creature possono dirci che molto circa i meccanismi dietro dolore,„ dice fritto. “Una delle cose più piacevoli circa usando le mosche di frutta è che sono accessibili agli studenti non laureati, che permette che gli studenti diRutgers-Camden conducano la ricerca su base quotidiana.„

Le ricerche fritte per impegnare una nuova generazione di scienziati dando agli studenti universitari diRutgers-Camden una probabilità effettuare la ricerca significativa che spera piombo loro ad una carriera nella scienza.