Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio mostra come il fumo della sigaretta determina l'aggressività del tumore nel cancro di collo e capo

Il cancro di collo e capo è il sixth la maggior parte del cancro comune nel mondo. La vasta maggioranza dei casi è carcinoma spinocellulare del collo e capo (HNSCC), un tipo di cancro che sorge nel livello esterno dell'interfaccia e delle mucose della bocca, del radiatore anteriore e della gola. Il tabagismo è un fattore di rischio importante per sviluppare la malattia e diminuisce l'efficacia del trattamento.

Ora i ricercatori dell'università di Thomas Jefferson che studiano gli effetti del fumo della sigaretta sulla manifestazione di progressione del tumore che il fumo della sigaretta riprogramma le celle che circondano le cellule tumorali e le guide determinano l'aggressività di HNSCC. I risultati sono stati pubblicati online nella ricerca sul cancro molecolare del giornale.

“Il fumo della sigaretta cambia il metabolismo delle celle in capo e carcinoma di cellule squamose del collo, rendenti i tumori più efficienti come ecosistema promuovere crescita del cancro,„ dice Ubaldo Martinez-Outschoorn, MD, professore associato nel dipartimento dell'oncologia medica e un ricercatore al centro del Cancro di Sidney Kimmel - salubrità di Jefferson, che piombo il nuovo studio.

I tumori sono composti di cellule tumorali che si sviluppano fuori controllo e di celle non cancerogene che supportano il tumore. Più della metà delle celle in tumori sono le celle di sostegno e creano che cosa gli scienziati chiamano “lo stroma del tumore.„ La cella più comune digita dentro lo stroma del tumore è fibroblasti, che contribuiscono a mantenere l'architettura del tessuto. Nella ricerca precedente, il Dott. Martinez-Outschoorn ed i colleghi compreso il curry di Joseph, il MD, il professore associato nel dipartimento della Otorinolaringoiatria-Testa e la chirurgia del collo hanno trovato che le interazioni fra i fibroblasti e le cellule tumorali promuovono la crescita del tumore.

“Abbiamo trovato precedentemente che i tumori nei modelli umani ed animali del carcinoma spinocellulare del collo e della testa prosperano quando questi gruppi distinti di celle si supportano,„ dice il Dott. Martinez-Outschoorn. Le cellule tumorali usano i prodotti metabolici generati dai fibroblasti circostanti per ottenere l'energia e rifornire la loro crescita di combustibile. “Che è dove i tumori sono più aggressivi.„

Il porticciolo Domingo-Vidal, un dottorando nel laboratorio del Dott. Martinez-Outschoorn's, ha studiato gli effetti metabolici di tabacco nel carcinoma spinocellulare del collo e della testa. “Sapendo che il fumo della sigaretta è il più forte fattore di rischio per questo tipo del cancro, abbiamo voluto capire meglio come cambia il metabolismo delle celle differenti nel tumore,„ Domingo-Vidal diciamo.

Nello studio corrente, i ricercatori hanno esposto i fibroblasti al fumo della sigaretta. Hanno veduto che i fibroblasti hanno aumentato un tipo particolare di glicolisi chiamata metabolismo, che produce i metaboliti che sono usati dalle cellule tumorali vicine per contribuire a rifornire la loro crescita di combustibile. Inoltre, queste cellule tumorali hanno acquistato determinate funzionalità di malignità quali mobilità e la resistenza aumentate alla morte delle cellule. Il supporto migliorato dei fibroblasti tabacco-esposti ha causato i più grandi tumori in un modello del mouse della malattia.

In un'individuazione chiave, il ricercatore egualmente ha trovato una proteina sui fibroblasti tabacco-esposti che sono sembrato determinare questi cambiamenti metabolici. “La proteina, chiamata trasportatore 4 (MCT4) del monocarboxylate, è un meccanismo importante da cui il fumo della sigaretta esercita l'aggressività del cancro ed abbiamo indicato come manipolare ed eventualmente l'inverso,„ dice Domingo-Vidal.

Inoltre abbiamo veduto che i fibroblasti fumo-esposti interagiscono con altre celle nello stroma del tumore, quali le celle del sistema immunitario. Un sistema immunitario sano è responsabile del riconoscimento e dell'attacco delle celle maligne, in modo da ora sarà interessante capire come questi fibroblasti alterati potrebbero influenzare l'efficacia delle immunoterapie correnti.„

Porticciolo Domingo-Vidal, dottorando, centro del Cancro di Sidney Kimmel, università di Thomas Jefferson

La scoperta ha collocato le fondamenta per un test clinico dove il Dott. Curry spera di interrompere lo stato metabolico negativo indotto dal fumo della sigaretta. “La nostra individuazione fa parte di un interesse crescente nella comprensione della relazione metabolica fra le celle differenti nel microenvironment del tumore e come possiamo mirare loro per migliorare i risultati pazienti,„ dice il Dott. Curry.

Il test clinico userà un approccio a due punte per combattere il cancro. La prova combinerà una droga approvata dalla FDA per metformina chiamata il diabete che mirerà al metabolismo alterato delle cellule tumorali con un'immunoterapia approvata dalla FDA chiamata durvalumab, un controllo o inibitore PD-L1 che cattura interrompe il sistema immunitario. (Test clinici no NCT03618654).

“Pensiamo che la metformina e il durvalumab potrebbero avere un effetto sinergico sul cancro, in cui la metformina rallenta i cattivi giocatori, le cellule tumorali e il durvalumab coltiva la resistenza di buoni giocatori, le celle immuni,„ dice il Dott. Curry.

Source:
Journal reference:

Domingo-Vidal, M. et al. (2019) Cigarette Smoke Induces Metabolic Reprogramming of the Tumor Stroma in Head and Neck Squamous Cell Carcinoma. Molecular Cancer Research. doi.org/10.1158/1541-7786.MCR-18-1191.