Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

60% di privatamente ha assicurato gli opioidi ricevuti bambini dopo la tonsillectomia, ritrovamenti di studio

Sessanta per cento di privatamente hanno assicurato i bambini che subiscono gli opioidi ricevuti rimozione della tonsilla - con le prescrizioni medie che durano circa sei - 10 giorni - ritrovamenti nuovi di uno studio.

E mentre gli antidolorifici più potenti sono prescritti spesso perché sono stati creduti per diminuire il rischio di complicazioni quale dolore male controllato, i ricercatori non hanno scoperto che la prova indica che bambini protetti degli opioidi contro quei rischi.

Lo studio della medicina del Michigan compare in ambulatorio della Otorinolaringoiatria-Testa & del collo di JAMA del giornale.

I nostri risultati suggeriscono che possa essere possibile diminuire l'esposizione dell'opioide fra i bambini che subiscono questo ambulatorio comune senza aumentare il rischio di complicazioni.„

Kao-Ping Chua, M.D., Ph.D., ricercatore e pediatra, ospedale pediatrico di C.S. Mott dell'università del Michigan e l'istituto dell'autore principale di U-M per polizza e l'innovazione di sanità

I ricercatori hanno analizzato i dati nazionali fra 2016 e 2017 da un database privato di assicurazione. Fra 15.793 bambini (età 1 - 18) che ha subito una tonsillectomia, sei in 10 ha avuto uno o più prescrizione riempita dell'opioide.

Opportunità di diminuire le prescrizioni dell'opioide in capretti

La tonsillectomia è una delle procedure chirurgiche più comuni eseguite in bambini. L'accademia americana delle linee guida dell'otorinolaringoiatria raccomanda vivamente gli non opioidi, come anti-infiammatori non steroidei (NSAIDs) come ibuprofene, per queste procedure.

Chua dice che ci sono parecchie spiegazioni possibili per perché tanti bambini ancora hanno ricevuto le prescrizioni dell'opioide malgrado queste linee guida. Fra le più grandi ragioni potenziali è che gli antidolorifici potenti sono stati creduti per fornire il sollievo di dolore superiore e per diminuire il rischio di visite di rendimento per dolore incontrollato che piombo alla disidratazione.

Nello studio della medicina del Michigan, avendo una prescrizione riempita dell'opioide non è stato associato con una differenza nel rischio di visite di ritorno per dolore o disidratazione. Ma è stato collegato ad un rischio aumentato di costipazione ed in almeno un caso, una dose eccessiva dell'opioide, lo studio ha trovato.

Chua crede che i chirurghi possano anche prescrivere gli opioidi dopo la tonsillectomia perché temono che l'uso di NSAID aumenti il rischio di spurgo. Ma i test clinici non hanno dimostrato un importante crescita nel rischio di spurgo con uso di NSAID. Nel nuovo studio del Michigan, avere una prescrizione riempita dell'opioide non era associato a un aumentato rischio di spurgo, suggerendo che quello gli opioidi di prescrizione non potessero proteggere da questa complicazione.

Fra i bambini con i materiali di riempimento perioperative, la durata mediana di prescrizione era degli otto giorni, un importo che potrebbe rappresentare 48 dosi degli opioidi. Ciò è ben maggior di di che cosa il paziente medio ha bisogno, i ricercatori dicono. Uno studio precedente a Mott ha trovato che i bambini che subiscono la tonsillectomia nel 2013 sono stati prescritti una media di 52 dosi dell'opioide ma ha avuto una media di 44 dosi rimanenti dell'opioide.

la Sovra-prescrizione degli opioidi ai bambini non è appena un rischio sanitario ai bambini, Chua dice, ma anche alla famiglia ed agli amici che possono avere accesso agli opioidi rimanenti che non possono essere disposti correttamente.

“Minimizzare i rischi di opioidi ai bambini ed alle loro famiglie, clinici dovrebbe contare sugli non opioidi una volta possibile. Quando gli opioidi sono usati, i clinici dovrebbero mirare a prescrivere soltanto l'importo di che i pazienti hanno bisogno,„ Chua dice.

“Tuttavia, il nostro studio suggerisce che molti bambini ricevano le prescrizioni dell'opioide dopo la tonsillectomia e che la quantità di opioidi in queste prescrizioni può essere eccessiva. Dobbiamo condurre la ricerca per identificare gli interventi che sicuro e efficacemente diminuisca l'esposizione dell'opioide per questi bambini.„