Lo studio esplora se i trapianti fecali possono migliorare i risultati nei pazienti del melanoma

Un gruppo pluridisciplinare all'istituto di ricerca di salubrità di Lawson sta esplorando se i trapianti fecali possono migliorare i risultati nei pazienti del melanoma curati con immunoterapia.

Le droghe di immunoterapia stimolano il sistema immunitario di una persona per attaccare e distruggere il cancro. Mentre possono migliorare significativamente i risultati di sopravvivenza in quelle con il melanoma, sono soltanto efficaci in 40 - 50 per cento dei pazienti. La ricerca preliminare ha suggerito che il microbiome umano - la diversa raccolta dei microbi nel nostro organismo - potesse svolgere un ruolo dentro indipendentemente da fatto che un paziente risponde.

Le guide del microbiome dell'intestino stabiliscono l'immunità da un'età giovane. Ha significato che un intestino sano potrebbe migliorare la risposta ad immunoterapia. Ciò piombo noi considerare il potenziale dei trapianti fecali.„

Dott. Jeremy Burton, scienziato di Lawson che si specializza nella ricerca umana del microbiome

I trapianti fecali comprendono raccogliere le feci da un donatore in buona salute, prepararlo in un laboratorio e trapiantarlo al paziente. Lo scopo è di trapiantare il microbiome del donatore in modo che i batteri sani colonizzino nell'intestino del paziente.

In un test clinico di fase I, il gruppo di ricerca è il primo nel Canada per studiare l'uso dei trapianti fecali alterare il microbiome di un malato di cancro e migliorare la loro risposta alle droghe di immunoterapia anti-PD1.

I partecipanti della ricerca saranno 20 pazienti del melanoma reclutati dal programma regionale del Cancro di Londra (LRCP) al centro di scienze di salubrità di Londra (LHSC). Subiranno un trapianto fecale all'ospedale di St Joseph, una parte della sanità Londra di St Joseph, seguita da immunoterapia a LRCP. Il trapianto consisterà di catturare una serie di capsule orali speciale-pronte.

I pazienti saranno valutati col passare del tempo per tutti i cambiamenti al loro cancro, microbiome, sistema immunitario e salubrità globale. L'obiettivo primario dello studio è di valutare la sicurezza della combinazione novella del trattamento, ma i ricercatori egualmente valuteranno i risultati pazienti.

“Il melanoma è il meno cancro di interfaccia comune ma è il più micidiale e le tariffe stanno andando su,„ dice il Dott. John Lenehan, lo scienziato del socio a Lawson e l'oncologo a LHSC. “Le droghe di immunoterapia Anti-PD1 possono essere estremamente efficaci ma vogliamo aiutare più pazienti a rispondere. Quello è il nostro scopo.„

Mentre il gruppo sta studiando la combinazione di trapianti fecali e di immunoterapia per il melanoma, vedono il potenziale per altri cancri pure.

“Siamo uno del primo nel mondo per studiare i trapianti fecali in malati di cancro. Questo studio è come ottiene con le domande potenziali di siti multipli di malattia,„ il Dott. di avanguardia Saman Maleki, uno scienziato delle note del socio di Lawson che si specializza in immunologia del cancro. “Con gli esperti in microbiologia, malattia infettiva, cancro ed immunologia, il nostro istituto è ben situato portare questo di andata.„

Il Dott. Michael Silverman, lo scienziato del socio di Lawson ed il capo della malattia infettiva a St Joseph e a LHSC, è un pioniere nel campo dei trapianti fecali. St Joseph è un centro principale per la procedura, eseguente li per i pazienti difficile del clostridio (diff del C.) attraverso la provincia.

“I trapianti fecali hanno salvato le vite dei pazienti innumerevoli con il diff ricorrente del C.,„ dice il Dott. Silverman. “Ora stiamo cominciando vedere il suo potenziale per il trattamento di altre malattie.„

I ricercatori di Lawson pianificazione gli studi fecali del trapianto per il multiplo altri termini compreso l'affezione epatica grassa analcolica, la sclerosi a placche (MS) e la tossicità di trattamento del cancro. “Ma per condurre questa ricerca, abbiamo bisogno dei donatori delle feci,„ il Dott. Silverman delle note.