Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio mostra gli effetti sinergici delle droghe che inibiscono la divisione cellulare nel cancro del pancreas

Il cancro del pancreas è uno dei cancri più micidiali, con i pazienti che sopravvivono in media più di meno di un anno una volta che la malattia si è sparsa. C'è un bisogno urgente di valutare gli obiettivi più terapeutici. Il abemaciclib chemioterapeutico dell'agente è efficace nella cura del cancro al seno, ma c'è valutazione preclinica limitata di questa terapia mirata a nella cura del cancro del pancreas. Nuova ricerca dal centro del Cancro di Sidney Kimmel - la salubrità di Jefferson (SKCC) fornisce la prova che supporta l'uso di abemaciclib per cancro del pancreas e suggerisce i nuovi obiettivi che potrebbero migliorare l'efficacia della droga e rompono un problema comune di farmacoresistenza in questa malattia. Lo studio è stato pubblicato nella ricerca sul cancro molecolare il 5 agosto.

“Non sappiamo come il abemaciclib funzionerebbe nel cancro del pancreas ed i sui effetti potrebbero essere migliorati combinandolo con altre droghe,„ diciamo lo studio senior Jonathan Brody autore, il PhD, professore ed il direttore di ricerca nel dipartimento di chirurgia all'università di Thomas Jefferson, co-dirigenti del programma gastrointestinale del Cancro a SKCC.

Per studiare come la droga funziona, i ricercatori hanno valutato gli effetti di abemaciclib nelle linee cellulari derivate dall'adenocarcinoma duttale pancreatico. Hanno trovato che la droga ha causato la morte delle cellule ed hanno fermato la crescita delle cellule. Questi effetti tradotti in crescita in diminuzione del tumore in mouse che hanno ricevuto la droga hanno confrontato a quelli che hanno ricevuto le iniezioni saline di controllo. Abemaciclib mira agli enzimi che regolamentano la divisione cellulare. Tuttavia, questi enzimi funzionano soltanto se sono accoppiati con un altro gruppo di enzimi.

“Abbiamo proposto che quella mirare ad entrambi i gruppi di enzimi accoppiando il abemaciclib con un'altra droga potrebbe rendere ad effetti anticancro sinergici,„ spiegasse Christopher Schultz, candidato di PhD all'università di Thomas Jefferson, che con il Dott. Teena Dhir, un residente chirurgico al centro medico di Einstein, erano gli autori del co-cavo dello studio. Infatti, il livello di cura corrente per cura pancreatica usa spesso parecchio la chemioterapia congiuntamente ad a vicenda. Il gruppo schermato affinchè candidati terapeutici possibili usino con abemaciclib e per trovare che gli inibitori di due proteine hanno chiamato HuR e YAP1, indicati l'inibizione sinergica di crescita del cancro. Hanno confermato questo curando le celle con il abemaciclib da solo o il abemaciclib più altri agenti anticancro potenziali, un HuR o l'inibitore YAP1 ed hanno trovato che il trattamento di combinazione era 2-4 volte più efficace ad attuabilità d'inibizione delle cellule.

Un problema significativo nel trattamento del cancro è farmacoresistenza, significante che le cellule tumorali diventano meno sensibili a chemioterapia dopo l'esposizione a lungo termine. I ricercatori hanno trattato le linee cellulari con abemaciclib per 10-12 mesi, imitante la terapia cronica, cui a punto le celle erano quattro volte più resistenti a abemaciclib. Quando le celle poi sono state esposte agli agenti terapeutici comuni come la gemcitabina, essi non ha risposto alla terapia. Tuttavia, le celle abemaciclib-resistenti erano ancora sensibili a HuR o agli inibitori YAP1.

Questi risultati forniscono ulteriore caratterizzazione di abemaciclib ed informa i test clinici futuri per valutare questa droga in pazienti. Inoltre, lo studio è il primo per mostrare la sinergia fra abemaciclib e gli inibitori HuR/Yap1 in vitro. Ulteriore ricerca di questa terapia di combinazione in vivo è in corso.

“Ci sono HuR ed inibitori YAP1 che sono stati indicati per lavorare in vivo, ma non sono clinicamente disponibili ancora,„ dice il Dott. Brody, “stiamo lavorando a sviluppare un inibitore di HuR che eventualmente sarà usato per i test clinici a Jefferson.„

Il lavoro eccezionale dal Dott. Brody e gruppo sottolinea l'impegno di Sidney Kimmel del centro del Cancro verso l'avanzamento delle scoperte scientifiche che possono essere tradotte in regolazione clinica, offrenti una migliore opzione del trattamento per i pazienti con cancro del pancreas, che è tanto necessario per questa malattia spesso micidiale. Questi risultati possono contribuire a progettare la nuova combinazione di terapie mirate a per cancro del pancreas, che aiuterà la farmacoresistenza sormontata in questi tumore.„

Wm. Kevin Kelly, FA, Direttore dell'oncologia solida del tumore e direttore associato della ricerca clinica a SKCC

Source:
Journal reference:

Dhir, T. et al. (2019) Abemaciclib is effective against pancreatic cancer cells and synergizes with HuR and YAP1 inhibition. Molecular Cancer Research. doi.org/10.1158/1541-7786.MCR-19-0589.