La proteina implicata nella crescita del neurone e nell'aderenza delle cellule sembra cruciale per la sensibilizzazione di dolore

I ricercatori dall'università di Osaka del Giappone hanno fatto un salto importante nella nostra comprensione di come gli stati cronici di dolore si sviluppano. In uno studio pubblicato il 25 luglio in giornale della neuroscienza, il gruppo spiega come una proteina precedentemente implicata nella crescita del neurone e nell'aderenza delle cellule è egualmente critica per lo sviluppo della sensibilizzazione di dolore.

Il dolore neuropatico è uno stato cronico in seguito alla ferita precedente del nervo o a determinate malattie, compreso il diabete, il cancro e la sclerosi a placche. I pazienti commoventi video spesso l'ipersensibilità agli stimoli normalmente non dolorosi quali il tocco o movimento ripetitivo, con dolore che si manifesta comunemente come fucilazione delle sensazioni di bruciore, l'intorpidimento, o perni ed aghi di stampa. In molti casi, il dolore non può essere alleviato con gli analgesici.

In esseri umani, il clacson dorsale del midollo spinale funge da stazione d'ordinamento per gli stimoli di dolore. I segnali che entrano dalle aree periferiche dell'organismo sono elaborati e poi sono trasmessi tramite neuroni secondari al cervello. D'importanza, questa è una regione chiave nello sviluppo di dolore neuropatico; gli studi hanno collegato la circostanza all'eccitabilità di un neurone anormale nel clacson dorsale del midollo spinale. Tuttavia, che cause questi neuroni da diventare eccessivamente hanno eccitato rimane un mistero.

FLRT3, o di transmembrane ricco di leucina protein-3 di fibronectin, è una proteina trovata comunemente sia nei sistemi nervosi embrionali che adulti. E mentre i ricercatori non conoscono esattamente che ruolo svolge in tessuti adulti, FLRT3 è stato implicato nella formazione della sinapsi e nell'aderenza delle cellule nel cervello di sviluppo.

Ma era rapporti dell'espressione FLRT3 nella lesione che seguente del nervo del clacson dorsale quello piombo i ricercatori dall'università di Osaka studiare la possibilità che FLRT3 potrebbe partecipare al dolore neuropatico.

Abbiamo esaminato l'espressione FLRT3 nei clacson dorsali dei ratti adulti dopo la lesione periferica del nervo. Interessante, anche se l'espressione genica Flrt3 è stata osservata soltanto nel ganglio di root dorsale, gli alti livelli di proteina FLRT3 sono stati trovati nel clacson dorsale.„

Moe Yamada, autore principale di studio, università di Osaka

“Quando poi abbiamo iniettato FLRT3 depurativo nello spazio subaracnoideo in modo che raggiunga il liquido cerebrospinale o overexpressed la proteina nel ganglio di root dorsale facendo uso di un vettore virale, la sensibilità trattata di tocco sviluppata ratti, chiamata allodynia meccanico,„ aggiunge Yamada.

Encouragingly, se poi bloccassero l'attività di FLRT3 facendo uso degli anticorpi o dal gene che fa tacere, i sintomi meccanici di allodynia che sorgono dopo che danno tutto del nervo solo scomparso.

Spiega Toshihide senior Yamashita autore, “i nostri risultati indicano che FLRT3 è prodotto dai neuroni danneggiati nel ganglio di root dorsale, causante l'eccitabilità di un neurone nell'intero clacson dorsale e nella sensibilizzazione successiva di dolore. Ciò è un ruolo novello per FLRT3 e fornisce i nuovi viali per esplorare nella ricerca di efficaci trattamenti per dolore neuropatico.„

Source:
Journal reference:

Yamada, M. et al. (2019) Increased expression of fibronectin leucine-rich transmembrane protein 3 in the dorsal root ganglion induces neuropathic pain in rats. Journal of Neuroscience. doi.org/10.1523/JNEUROSCI.0295-19.2019